fbpx

“Voglio vedere un supereroe che è come me”

Ant-Man e Wasp: Quantumania appena uscito nelle sale. Il terzo film del minuscolo eroe segna l’inizio della Fase 5 del Marvel Cinematic Universe e sebbene non sia accompagnato dal plauso della critica, riesce comunque a introdurre quello che sarà uno dei grandi cattivi del franchise dai tempi di Thanos.

Sono passati anni e Cassie Lang (Kathryn Newton), la figlia di Scott (Paul Rudd), è cresciuta. Con l’aiuto di suo nonno (Michael Douglas) ha costruito un radar con il quale cerca di trovare tutti coloro che potrebbero essersi persi in questo luogo immensamente piccolo. Tuttavia, questo aggeggio finisce per inviare accidentalmente l’intera famiglia nel Regno Quantico, dove dovranno affrontare un nemico molto potente.

In occasione dell’uscita nelle sale del lungometraggio, il giornale specializzato in serie televisive e film | giornale specializzato in serie televisive e film. ha parlato con l’attrice Kathryn Newton (La società), che si imbarca per la prima volta in un film Marvel per dare vita a Cassie, la figlia di Scott Lang.

Il personaggio di Cassie

‘Ant-Man and the Wasp: Quantumania’ è il film Marvel con le recensioni peggiori dopo ‘Eternals’

“Cassie ha scelto di essere l’eroina di se stessa. È una persona fantastica, ma non ha ancora capito niente della sua vita. Non è perfetta, ma è commossa da ciò che sente e si preoccupa per gli altri”, ha detto Kathryn Newton del suo personaggio.

“Ora è un po’ impaziente, pensa di poter essere una supereroina e non capisce la responsabilità che ne deriva”, ha continuato. “Suo padre cerca di trattenerla e trattenerla per proteggerla e assicurarti che non si faccia male, ma penso è qualcosa che prima o poi deve accadere e devi lasciarlo volare. Penso che molte persone possano identificarsi con questo momento della loro vita in cui cresci e devi separarti dalla tua famiglia”.

[Jonathan Majors estuvo a punto de no interpretar a Kang el Conquistador, el nuevo gran villano de Marvel]

L’importanza della famiglia

“Ant-Man and the Wasp: Quantumania”

In tutta la trilogia di Ant-Man, la famiglia è un tema che occupa un ruolo centrale e questo nuovo lungometraggio non sarà lasciato indietro. È così che anche la stessa Newton ha saputo vederlo, opinandolo “la famiglia è tutto”pur non mancando di indicarne i limiti.

“Penso di essere molto fortunato. Ho una piccola famiglia, siamo solo io, mia madre e mio padre, e abbiamo tre cani che considero fratelli”, ha specificato. “Ma lo penso anche io dovresti onorare la tua famiglia, sentirla importante e simpatica e tenerla unitaessere parte di ciò che sei. Altrimenti rimarrai solo».

“Ma anche c’è una linea sottile tra la famiglia e l’essere chi dovresti o hai bisogno di essere. E va bene separarsi per scoprirlo”, ha aggiunto. “In questo film vediamo un padre e una figlia che sono molto vicini ma che finiscono per essere separati. Ed eccoti una ragazza con cui tutti possono identificarsi. Tutti a un certo punto della loro vita devono separarsi dalla propria famiglia e decidere chi saranno individualmente. Perché alla fine della giornata, siamo tutti soli, per quanto possa sembrare scoraggiante”.

Leggi  "Dobbiamo smettere di vedere le persone con diversità funzionale come asessuali"

La piccola Cassie è cresciuta

Oltre a parlare di famiglia e presentare Kang come il grande cattivo di una nuova fase, Kathryn Newton ha pensato anche alla breve evoluzione di Cassie, che abbiamo visto fino ad ora da ragazzina.

“Era molto piccola ed è cresciuta, l’abbiamo vista crescere sotto i nostri occhi”, ha osservato Newton. “È un onore mostrarlo questa nuova versione di Cassie, che ha la stessa gioia, coraggio, magia e amore per suo padre che abbiamo già visto nei film precedenti. Ma vedremo anche una nuova versione di lei, un nuovo lato che non conoscevamo”.

[Kevin Feige confirma que Tom Holland seguirá encarnando a Spider-Man: “Tenemos grandes ideas”]

futura supereroina

Cassie e Scott Lang in 'Quantumania'

Cassie e Scott Lang in ‘Quantumania’

Kathryn Newton ha anche parlato del suo personaggio come qualcuno con cui il pubblico più giovane può entrare in empatia, specialmente se sono come lei, che è cresciuta con personaggi e film Marvel.

“Voglio vedere un supereroe che sia come me, non così magico. Ant-Man ha qualcosa con cui ti puoi relazionare, è proprio come chiunque altro, e Cassie Lang è anche così. È come qualsiasi altra ragazzaNon è una persona super cool o molto ricca, fa parte della media, è una persona normale”, ha affermato.

“Penso che non diamo abbastanza credito alle persone normali: siamo tutti speciali. Oggi potrebbe succedere qualcosa che mi cambia la vita, come in un istante. Tutto ciò che facciamo è importante. E penso che, anche se molte volte non ti senti importante, non è affatto così. E Cassie Lang sta aiutando a cambiare questo. Suo padre se n’era andato e lei ha deciso di essere importante per se stessa”, ha continuato a discutere.

“C’è speranza per lei di diventare un supereroe, perché non credo che lo sia ancora”, ha aggiunto. “Non so se ci saranno altri film, non ho aspettative, ma penso che se questo è un film indipendente e non faccio un altro film Marvel, niente migliorerà l’esperienza”, ha concluso l’attrice.

‘Ant-Man and the Wasp: Quantumania’ è già uscito nelle sale.

[Las primeras reacciones de ‘Ant-Man 3’ coinciden: “Es rara, pero Jonathan Majors es una estrella”]

Lascia un commento