fbpx

Uno sguardo alla figura di Elisabetta II d’Inghilterra attraverso 5 momenti chiave di ‘The Crown’

quando Isabella II salì al trono all’età di 27 anni dopo la morte del padre era una giovane donna in un mondo di uomini. E il mondo degli uomini negli anni ’50 era quello in cui erano invisibili. Da allora, la regina d’Inghilterra divenne un riferimento da diverse generazioni di donne, e le nuove hanno potuto avvicinarsi alla propria figura negli ultimi anni grazie alla serie La corona.

In 70 anni di regno, Elisabetta II ha assistito a grandi eventi storici, conflitti e crisi economiche attraverso decenni di cambiamenti e trasformazioni sociali e politiche. Nella sua sala delle udienze ha ricevuto diversi primi ministri di diverse ideologie, ma è sempre rimasta la una costante per il popolo britannico. E così è stato rappresentato in quattro stagioni della serie creata da Peter Morgan per Netflix.

Il ritratto di Isabel II che le attrici hanno portato sullo schermo Claire Foy e Olivia Colman, che ha interpretato la sovrana del Regno Unito dagli anni ’50 agli anni ’80, è quella di una donna che ha vissuto in un sistema di privilegi, potere e influenza, ma che ha saputo accettare il suo ruolo e sacrificare la sua vita personale per la corona . Come dice il Duca di Windsor nella serie: “Le due parti che ci portiamo dentro, l’umano e la corona, si fronteggiano in una guerra civile che non finisce mai. Non sarai mai davvero una persona completa, sarai sempre la metà regina e mezza donna.

[Isabel II en el cine y las series: 6 títulos imprescindibles sobre su vida y reinado]

Questi sono 5 momenti chiave di La corona che offrono uno sguardo caleidoscopico su una figura affascinante e complessa attraverso un ritratto sempre umano e mai compiacente del suo volto pubblico e privato.

‘Fumo e specchi’ (1×05)

Episodio “Smoke and Mirrors” della prima stagione di “The Crown”.

Il fatto che Elisabetta sia diventata regina non solo la mette in discussione come donna e monarca, ma sfida anche suo marito e quindi il loro matrimonio. Il dibattito sull’opportunità di inginocchiarsi davanti a lei durante la sua incoronazione crea un conflitto che si conclude con un aspro compromesso tra di loro. E alla domanda di Filippo se lei sia sua moglie o la sua regina, Elisabetta risponde senza mezzi termini: “Io sono entrambi e un uomo forte sarebbe capace di inginocchiarsi davanti a entrambi”.

‘Scientia Potentia Est’ (1×07)

Episodio della prima stagione di

Episodio della prima stagione di “The Crown” “Scientia Potentia Est”

In questo episodio Isabel arriva a sentirsi impacciata in alcune conversazioni a causa della sua giovinezza, inesperienza e mancanza di istruzione in alcune questioni geopolitiche. In mezzo a queste insicurezze, viene a conoscenza di un sotterfugio da parte del presidente del Consiglio, che affronta con intelligenza, dignità e grazia: «Vorrei che consideraste la vostra risposta alla luce del rispetto che il mio grado e la mia posizione merito, e non quello che potrebbe suggerire la mia età e sesso.

Leggi  Nations League: Paesi Bassi

[The Crown: La mejor serie de Netflix que nunca decepciona]

‘Pupazzi’ (2×05)

Episodio della seconda stagione di

Episodio della seconda stagione di “The Crown” “Puppets”

Il tema centrale di questo episodio sono gli attacchi pubblici e diretti alla figura di Elisabetta come rappresentante di una monarchia antiquata e lontana dal suo popolo, attraverso gli articoli pubblicati da Lord Altrincham. Questo culmina in una scena brillante, quella del discorso televisivo di Natale, in cui Isabel riesce a trasmettere quella che le era stata proposta come una missione impossibile: “Devi essere ordinaria e straordinaria, rappresentare il divino e allo stesso tempo essere come noi .”

‘Vergangenheit’ (2×06)

Episodio della seconda stagione di

Episodio della seconda stagione di “The Crown” “Verganheit”

Questo episodio esplora la scoperta del rapporto del duca di Windsor con i nazisti durante la seconda guerra mondiale. Il conflitto di Isabel nasce dal suo desiderio di perdonarlo e permettergli di tornare in campagna. Nell’incontro tra i due lui è altezzoso e con l’intenzione di offenderla, ma questa è la sua risposta: “Abbiamo chiuso gli occhi e fatto orecchie da mercante a ciò che è stato detto su di voi. L’abbiamo bollato come pettegolezzo crudele a causa di la tua decisione di rinunciare al trono, ma la verità è venuta fuori. Non c’è alcuna possibilità che io possa perdonarti. La domanda è: come diavolo puoi perdonare te stesso?”

‘Aberfan’ (3×03)

Episodio della terza stagione di

Episodio della terza stagione di “The Crown” “Aberfan”

Qui viene esplorata la risposta della regina alla tragedia del 1966 in cui morirono 168 persone, di cui 144 bambini. È un ritratto per nulla compiacente della figura di Elisabetta II e della sua rimozione affettiva, in cui non si tenta di addolcire le ragioni che l’hanno motivata. Come indicato dal cartiglio alla fine dell’episodio, il ritardo della sua visita ad Aberfan è stato uno dei più grandi rimpianti della regina in tutto il suo mandato.

[‘The Crown’: imágenes de la familia real británica en la temporada 5 de la serie]

Lascia un commento