fbpx

un’attrice assume il capo dello studio per salvare il film

Dopo l’annullamento del Cattiva ragazza, Warner Bros. ovviamente seppellirà il film per sempre. Una decisione che rivolta più di uno, tra cui l’attrice Ivory Aquino.

Da quando la Warner Bros. Discovery e il suo nuovo CEO, David Zaslav, annulleranno il rilascio di Cattiva ragazza, il destino del film continua a oscurarsi. È da seguire un piano di salvataggio economico che il lungometraggio previsto per HBO Max è stato abbandonato, creando una situazione incredibile e senza precedenti a Hollywood. Quindi è stato un progetto da 90 milioni di dollari che è stato gettato nella spazzatura, con l’obiettivo di ricevere una detrazione fiscale e ridurre le perdite dello studio.

Un prerequisito per questo progetto: garantire che il film non possa mai essere distribuito, in alcun modo. Questa sarebbe una prova necessaria per ottenere la tanto attesa detrazione fiscale (la legislazione fiscale americana è piuttosto vaga per chi non la conosce a fondo, ma scommettiamo che David Zaslav e i suoi team conoscono bene il caso).

Questo è uno dei motivi accedere alle immagini di Cattiva ragazza è stato immediatamente bloccato, prima dell’annuncio, in modo che nessuno potesse copiarli o recuperarli. I registi Adil El Arbi e Bilall Fallah hanno confermato di non poter fare nulla.

Batman

Warner contro Batgirl

Secondo un articolo di Il giornalista di Hollywood, La Warner potrebbe presto distruggere completamente tutti i filmati esistenti Cattiva ragazzadecisamente. Una scelta che mirerebbe a confermare la loro volontà di non farci nulla, ma che d’altronde massaggerebbe definitivamente il duro lavoro di tutta la troupe cinematografica. Se l’azienda non ha smentito l’articolo in questione, regna la preoccupazione tra coloro che allo Snyder Cut speravano in un miracolo (anche in un lontano futuro).

Se né i registi né l’attrice principale, Leslie Grace, si sono ancora espressi di fronte a questa nuova situazione, un’altra attrice di Cattiva ragazza, Ivory Aquino, invece, si è rivolto a David Zaslav direttamente su Twitter.

L’attrice che avrebbe interpretato la migliore amica Barbara Gordon, Alysia Yeoh, è stata anche il primo personaggio transgender ad apparire nei supereroi DCEU (o quello che ne resta). Inevitabilmente frustrata e indignata dalla decisione di Zaslav sul film, si è espressa in una lettera aperta:

Caro signor Zaslav, ho appena letto un articolo di The Hollywood Reporter su questo presunto “funerale cinematografico” per Batgirl e la possibilità che tutto questo filmato venga distrutto. Se questo è davvero vero, essendo una delle persone che hanno dato il loro cuore nella realizzazione di questo film, ti chiedo di riconsiderare la tua decisione.

[…]

Ho scoperto che non potevo parlare di questo calvario con nessuno. Mi sono reso conto che nessuno, tranne le persone coinvolte in questo film, poteva capire come ci si sente. E parlarne con il resto della squadra, credo, sarebbe come strofinare il sale nella ferita”.

Batgirl: foto, Ivory AquinoIvory Aquino in Quando ci alziamo

La meccanica del cuore

Ricordando il presidente della Warner Bros. Scoperta l’enorme responsabilità che ha sulle spalle, Ivory Aquino è il primo ad esprimergli così frontalmente le conseguenze di questa scelta. Per illustrare le sue parole usa in particolare una metafora non priva di rilevanza e che si oppone l’approccio meccanico e calcolatore dell’azienda a quello molto più umano degli artisti che hanno lavorato al film ; e che, a lungo termine, potrebbero avvantaggiare maggiormente l’azienda se ne fosse data l’opportunità.

Leggi  Ligue 1: dove vedere in streaming il Brest

“Il leader di un’azienda è come un grande ingranaggio in alto, che guida ingranaggi più piccoli in basso. Un piccolo movimento di questo grande ingranaggio può sembrare relativamente irrilevante, ma quelli più piccoli in basso possono girare da soli. dieci volte, e l’effetto potrebbe essere sismico”.

Tempi moderni: foto, Charlie ChaplinPunto bonus: inserire Chaplin nel soggetto Batgirl

Non riesco nemmeno a immaginare cosa significhi essere nei tuoi panni e tutte le responsabilità che ciò comporta. Tuttavia vi chiedo, in un caso come Batgirl, che è stato realizzato con i nostri cuori, che i piccoli ingranaggi non siano più visti come pedine il cui destino è determinato da un’equazione al servizio dei risultati finanziari. Siamo artisti e esseri umani che, data la possibilità, possono superare i calcoli e moltiplicare i profitti.

Un argomento che potrebbe sollevare parecchie sopracciglia ed essere interpretato come ingenuo. Tuttavia, l’attrice prende come esempio di peso la passione e l’entusiasmo sprigionati dai fan dopo la polemica sull’annullamento di Cattiva ragazza. Spiega che c’è il legame tra gli artisti e la loro comunità abbastanza per creare anche una campagna di comunicazione di successo (e senza spendere nulla). In conclusione: non sottovalutare il potere del pubblico.

Batgirl: fotoAlissa Yeoh, il personaggio di Ivory Aquino in Batgirl

RILASCIARE IL TAGLIO BATGIRL

Queste reazioni positive incoraggiano a mantenere la fiducia nel progetto. Motivo sufficiente per Ivory Aquino non solo per opporsi alla distruzione del film, ma anche osa chiedere che il lungometraggio venga finalmente distribuito al grande pubblico :

“Sempre più persone sanno quanto abbiamo lavorato duramente e quanto vorremmo vedere questo film uscito nelle sale. Spero che leggerai questa lettera e accetti di trasmettere Batgirl. È sempre stata un’estranea ed è ora che lei può finalmente essere riconosciuto.

Una richiesta sicuramente simbolica, visto che gli affari regnano sovrani, e lo studio ha spiegato ai registi che la qualità del film non è mai stata il problema. L’argomento dell’attrice, tuttavia, spingerà forse altri membri della squadra a parlare in modo più impegnato. Che si tratti di Leslie Grace, ovviamente, o anche di Michael Keaton e JK Simmons, anche loro nel cast.

Il caso è così eccezionale e assume dimensioni tali che possiamo aspettarci molti altri interventi sull’argomento.anche esteriori – almeno c’è da sperare.

Batgirl: foto BatgirlBatgirl ha bisogno di alleati

Se a parte Ivory Aquino, gli amministratori di Cattiva ragazza avevano precedentemente espresso il proprio sgomento, erano rimasti con moderazione nei confronti degli studi. Nessun grande sfogo da parte loro, ma un timido desiderio di speranza di ritrovare un giorno il film. Ora che questo è decisamente in pericolo, forse sarà diverso?

Sarebbe un bene, perché se nessuno oltre all’attrice si oppone chiaramente a una tale strategia, potrebbe significare che la morte di un’opera può ora avvenire nell’indifferenza generale. E se i film muoiono in silenzio, non è un buon segno.

Lascia un commento