fbpx

Una storia di peste: Requiem

Una storia di peste: Requiem ha consegnato un trailer di gioco all’Xbox Showcase. È già uno dei giochi più emozionanti del 2022.

Era una delle sensazioni dell’anno 2019. Una storia di peste: l’innocenza ha conquistato il pubblico e la critica allo stesso modo con la sua narrazione avvincente battendo, e grazie al suo successo ad alta quota per un titolo indipendente. Ambientato nel 1348, la commovente storia di Una storia di peste interpretato da Amicia de Rune, appena 15 anni, e suo fratello minore, Hugo, 5 anni. Questo è raggiunto da uno strano male che per lui vale la pena di essere continuato dai membri dell’Inquisizione.

Dopo la morte dei genitori, Hugo e Amicia si ritrovano in fuga attraverso il sud-ovest del Regno di Francia, mentre il Paese è in preda a una terrificante epidemia di peste nera, simboleggiata in gioco da ondate di topi che decimare tutto sul loro cammino. Una storia di peste si è fatto un nome sulla scena videoludica internazionaleottenendo i prestigiosi premi per il miglior racconto ai The Game Awards 2019, il miglior risultato tecnico ai BAFTA Games Awards 2019 e il miglior gioco al Pegasus 2020.

Latmosfera ad Asobo dopo il successo di A Plague Tale: Innocence

Il pubblico non si è sbagliato poiché nel marzo 2021 lo studio Asobo ha annunciato di aver venduto più di un milione di copie del suo piccolo gioiello di videogiochi. È quindi del tutto naturale che un sequel sia stato avviato dai Bordolesi e dal loro editore Focus Entertainment. Se la prima parte fosse avvolta da un’atmosfera cupa e pesanteUna storia di peste: Requiem promette di essere ancora più funebre. Sottotitolo La fine dell’innocenzaquesta seconda puntata riporterà i giocatori al controllo di Amicia, per un viaggio sempre più pericoloso.

Più maturo, più maturo, più brutale, Requiem vuole essere ancora più radicale del suo maggiore. Il primo filmato di gioco trapelato durante l’Xbox Game Showcase mostra un’Amicia dalla faccia dura con uno sguardo freddo e determinato e un Hugo sempre più afflitto. L’innocenza ora è totalmente perduta: Amicia è parzialmente vestita di armatura e non esita più a usare la violenza. Anche adesso si ritrova armata di balestra, per eliminare ogni minaccia prima ancora di avvicinarsi.

Leggi 

Le poche sequenze di gameplay rivelate non lasciano dubbi sulla qualità grafica del titolo, che sembra splendida. Le onde dei topi sono terribilmente realistiche, e le serie sono molto più credibili che nel primo opus. Queste decorazioni saranno inoltre molto più varie che in Innocenza. Le fasi di infiltrazione faranno sempre parte del gioco, con un pannello più ampio di risoluzioni dei problemi. Combattimento frontale o stealth, le decisioni dovrebbero avere un impatto anche sugli eroi.

sviluppatori Asobo (Simulatore di volo Microsoft) ha dichiarato di aver prestato particolare attenzione ad articolare le fasi narrative ed esplorazione/combattimento in modo che si rispondano tra loro, al fine di produrre un titolo perfettamente bilanciato tra queste due controparti. In questo senso, il titolo sembra assumere la posizione opposta rispetto a a Anello dell’Elden Dove Orizzonte Ovest Proibitosottolineando una narrativa molto serrata, ma senza ridurre le possibilità di gioco.

A Plague Tale: Requiem: Pictureunessuna direzione artistica che batte

Con la sua proposta controcorrente della corsa open world, un miglioramento delle sue meccaniche di gioco, una direzione artistica molto ambiziosa e una narrazione solida, Una storia di peste: Requiem sembra avere tutte le carte in regola per conquistare un pubblico molto vastooltre a quella già conquistata dall’esperienza Innocenza. Inoltre, con un budget molto più grande di quello di‘Innocenzache lo fa flirtare con quello di un AAA, il titolo beneficia di un vero e proprio balzo in avanti in termini di grafica, che non mancherà di catturare l’attenzione degli appassionati di tecnica.

Per sapere se Una storia di peste: Requiem ha le carte in regola per rubare il titolo di GOTY al colosso Anello dell’Elden, dovrai aspettare qualche mese. Il titolo è inteso entro la fine del 2022 su PC, Xbox Series e PS5. È prevista anche una versione Switch, probabilmente via cloud. Requiem sarà disponibile dal primo giorno su Xbox Game Pass.

Lascia un commento