fbpx

“Una guerra si sta preparando in tutto il Westeros”

la casa del drago ha appena pubblicato il suo scioccante finale di stagione su HBO Max e sebbene il conflitto si stia preparando a poco a poco e internamente, i protagonisti sono già preparati per la sanguinosa guerra civile che sta arrivando, nota anche come la danza dei draghi.

La serie prequel di George RR Martin è stata nuovamente confermata come il grande successore di Game of Thrones e sebbene Rhaenrya abbia cercato di evitarlo a tutti i costi, il suo destino è già scritto e non avrà altra scelta che alzare la testa e guardare la guerra negli occhi.

Ryan Condal, co-creatore e produttore esecutivo di la casa di dragon insieme a Miguel Sapochnik, ha parlato dell’esito della prima puntata, indicando come hanno adottato le modifiche che differenziano la serie dal libro e il futuro ritorno della narrativa nella sua seconda stagione.

[Qué importancia tiene Vermithor, el nuevo dragón que aparece al final de la primera temporada]

Una sanguinosa svolta finale

Lucerys “Luke” Velaryon in “La casa del drago”.

In un intenso capitolo intitolato la regina nerala serie gioca la sua ultima mano prima della Danza dei Draghi e proprio come è successo in Game of Thrones, non consente agli spettatori di affezionarsi a nessun personaggioperché nell’universo di George RR Martin nessuno è al sicuro, nemmeno la sua stessa famiglia.

Infatti, uno degli eventi più scioccanti dell’episodio vede protagonisti Aemond Targaryen e Lucerys “Luke” Velaryon, che nel bel mezzo di un temporale viene inseguito dal proprio zio. Questo incontro finirà nel modo più tragico possibile e sebbene siano stati proposti altri finali per Luke, Ryan Condal è stato chiaro che il suo addio sarebbe stato così dal primo momento.

Aemond Targaryen nell'episodio finale di

Aemond Targaryen nell’episodio finale di “La casa del drago”.

Sebbene il romanzo originale non arrivi ad entrare nella tempesta oa vedere bene la persecuzione sul dorso dei draghi -perché è raccontato dalla prospettiva di chi lo vede dal basso a terra-, la casa del drago ha scelto di raccontare i fatti in un altro modo, cadendo la possibilità che la morte di Luke sia stata un incidente.

Tuttavia, Ryan Condal ha deciso di pensare attentamente alla parola “incidente”, poiché “Aemond è salito sul suo drago gigante e ha inseguito suo nipote sul suo drago molto più piccolo attraverso le nuvole urlando contro di lui, facendo infuriare il suo drago e iniziando una lotta. “

“Non sapevo come avrebbero risposto Arrax o Luke, e questo si è concluso in tragedia. Non credo che fosse intenzione di Aemond quando ha iniziato la provocazione, ma ha fatto qualcosa di orribile e pericoloso”, ha continuato Condal.

“Questo è il punto: questa è una guerra di molti tagli diversi che porta a una ferita molto sanguinante. C’è molta strada da fare con Aemond come personaggio, questo è il suo primo atto come cavaliere e guerriero di draghi ed è andato molto male per lui. Cosa accadrà ora? Come risponderai a questo?” ha suggerito lo showrunner.

[‘La casa del dragón’: Quién fue Aegon el Conquistador, la Maldición de Valyria y los sueños proféticos]

rovinare la storia

L'incontro tra Rhaenyra e Otto Hightower ne

L’incontro tra Rhaenyra e Otto Hightower ne “La casa del drago”.

Secondo Ryan Condal, la sua intenzione creativa in la casa del drago è “prova ad essere il più vicino possibile a una storia vera, e devi tenere a mente che la storia stessa è disordinata. I pezzi per la Danza dei Draghi sono stati posati molto tempo fa”.

“Indipendentemente dal fatto che Viserys abbia avuto quella conversazione con Alicent prima di morire, è molto probabile che lo stesso incontro abbia avuto luogo la mattina successiva.. Non so se Alicent ha davvero il potere a quel punto di fermare il Consiglio, quindi si tratta più di come reagisce Alicent, perché il Consiglio aveva già escogitato questo piano senza prima consultarla. Quindi la storia cambierebbe se quella conversazione non accadesse? Forse”, ha continuato Condal.

Anche il co-creatore della serie ha colto l’occasione per spiegarlo la casa del drago è solo una versione di quanto narrato nel romanzo di George RR Martin e che anche l’autore stesso la pensa fuoco e sangue Non è l’unica versione ufficiale e vera.

Infatti Ryan Condal ha espresso che nel libro “ci sono cose che accadono che sono molto ben documentate e che sono reali e in altre ci sono grandi lacune e non si sa molto bene perché sia ​​successo qualcosa o chi fosse un personaggio” e che ecco perché lo stesso la casa del drago “cerca di applicare i perché e le sfumature”.

Leggi  Spiegazione della fine! Morale della storia ?

La versione più cauta di Rhaenyra

Daemon e Rhaenyra nel finale di stagione di

Daemon e Rhaenyra nel finale di stagione di “La casa del drago”.

Un’altra delle grandi differenze tra il libro e la serie è la prudenza che Rhaenyra decide di mantenere sullo schermo, una versione molto diversa da quella che vediamo della Regina Nera nelle pagine dell’autore e questo potrebbe ricordarti cosa è successo con Daenerys alla fine di Game of Thrones.

“C’è una narrativa meta-letteraria, con riferimenti incrociati dappertutto. Vogliamo che tutti i nostri personaggi siano il più complessi possibile, e anche se ci saranno momenti in cui le persone si troveranno ad affrontare una situazione e prenderanno una decisione chiara, non sembrava il momento giusto per farlo”, ha giustificato Condal parlando di La cautela di Rhaenyra.

“Rhaenrya è molto sconvolta. Ha appreso in pochi minuti che suo padre è morto, che la sua ex migliore amica l’ha tradita e che il suo malvagio fratellastro le ha usurpato il diritto al trono. È abbastanza sconvolta da abortire spontaneamente”, ha proseguito.

[Quiénes son los gemelos Erryk y Arryk Cargyll de ‘La casa del dragón’ y cuál es su importancia]

“Sta attraversando molte cose in questo episodio, ma non credo che la Rhaenyra che abbiamo visto fino a questo punto stia improvvisamente dicendo, ‘Lancia tutte le armi nucleari, andremo in guerra’. Con i prossimi passi ho prendere” e pensare assumere la promessa fatta a suo padre: che avrebbe mantenuto il regno unito e in pace come ha cercato di fare”.

“Ma allo stesso tempo, il suo diritto e diritto di primogenitura le è stato tolto. Sono due cose diametralmente opposte l’una all’altra. Alla fine stai vedendo ciò che probabilmente Viserys ha visto in lei, che è capace di pensare in modo sfumato e capacità di riflettere Tutti gli uomini intorno al tavolo, compreso Daemon, vogliono solo cavalcare i draghi e dare fuoco ad Approdo del Re, ma non è ancora pronta per farlo. Anche se Ciò non significa che non finirò per farlo più tardi”.ha concluso.

esplorare la mappa

“La casa del drago” mostra una mappa di Westeros nell’episodio finale della stagione.

Mentre si preparano per una guerra imminente che è indistinguibile da legami familiari o stirpi, la parte di Rhaenyra spiega la mappa di Westeros e inizia a individuare alleati chiave, suggerendo la possibilità che la casa del drago viaggio oltre Approdo del Re nella seconda stagione.

Su questo argomento Ryan Condal è stato chiaro, dicendo che “as Game of Thrones è cresciuto in portata ed espansione man mano che progrediva, così sarà La casa del drago. Abbiamo vissuto un bel po’ in tre luoghi diversi durante la serie: Approdo del Re, Dragonstone e Driftmark. Penso che quelle continueranno ad essere le basi delle operazioni, ma Si sta preparando una guerra che richiede alleanze di diversi regni ed eserciti sulla mappa di Westeros”..

“Non credo che sia stato fatto allo stesso modo di in Game of Thronesma ci sono molti altri nuovi mondi in arrivo e pochi altri che non sono stati visti nella serie originale”, ha anticipato.

[Cuál es la enfermedad del rey Viserys que le ha hecho perder un ojo y parte de su cara en ‘La casa del dragón’]

il tocco finale

Fotogramma dell'ultima sequenza dell'episodio.

Fotogramma dell’ultima sequenza dell’episodio.

la regina nera ha diverse sequenze emozionanti e senza dubbio l’ultima inquadratura è tra queste. Riguardo alle riprese di questa scena, il co-creatore ha affermato di aver sempre avuto in mente come sarebbe stata girata, riconoscendo il lavoro di Greg Yaitanes, che era incaricato di dirigerla, e anche l’interpretazione di Emma D’Arcy .

“L’ultima riga della sceneggiatura recitava così: “Rhaenrya alza lo sguardo e la guerra è nei suoi occhi” e questo è sempre stato il piano per concludere la stagioneperché dopo tutto questo dibattito interno che Rhaenyra attraversa per tutto l’episodio, tutto cambia nel preciso momento in cui viene a sapere del tradimento a Capo Tempesta e della morte di suo figlio”, ha descritto.

“La casa del drago” è ora disponibile su HBO Max.

Lascia un commento