fbpx

un teaser muscoloso per la serie in cui Sylvester Stallone è il boss della mafia

Liberato dal franchising Materiali di consumoSylvester Stallone si unisce alla mafia italiana in Tulsa reil cui primo teaser è stato svelato da Paramount+.

Lo conoscevamo come un grande braccio incallito attraverso il franchise Materiali di consumocome veterano di guerra sotto il leggendario stendardo di Rambocome pugile emerito nelle vesti del famoso rocciosoo anche come assassino, spia, sceriffo gangster e tanti altri cappelli, che avranno reso Sylvester Stallone iluno dei volti più emblematici del panorama cinematografico contemporaneo.

All’alba del suo 76esimo anno, e con una sessantina di ruoli, l’attore americano si è però finora tenuto lontano dalle produzioni televisive, fatta eccezione per una manciata di cameo. Un’assenza dal piccolo schermo ormai davvero finita, avendo Sly ha recentemente ottenuto il ruolo di protagonista di Tulsa reserie drammatica per la piattaforma Paramount+.

Guidato da Taylor Sheridan (a cui si deve la serie Yellowstoneo il film Comancheria), e Terence Winter (creatore di Impero del lungomare e sceneggiatore di lupo di Wall Street), la serie era stata finora illustrata solo attraverso un primo sguardo tanto sobrio quanto coinvolgente. Una promozione sibillina in quanto interrotta dall’affissione di a primo teaser intrigante.

Tulsa re racconterà quindi la storia di Dwight Manfredi, noto come “Il Generale”, né più né meno che l’ex padrino della mafia newyorkese. Ora liberato dal carcere dopo aver scontato una breve condanna a 25 anni, e per di più costretto all’esilio a Tulsa, in Oklahoma (che può essere considerato un destino ancora più crudele della reclusione), il personaggio interpretato da Stallone ovviamente non sembra aver appreso il lezione e decide di farlo costruire un nuovo impero criminale lì.

Leggi  Tutte le anteprime di film e serie su Prime Video, Movistar+, HBO Max e Filmin nella settimana dal 6 al 12 giugno - Serie di notizie

Un’ambizione che, date queste prime immagini, richiederà a Dwight a minima aggressivitàevento infine non molto sorprendente per l’interprete di Demolition Man.

“Ti farò un’offerta che non puoi rifiutare”

Tuttavia, potrebbe essere che al di là delle incessanti manifestazioni di violenza tipiche del genere, Tulsa re permette a uno degli attori più muscolosi di Hollywood di esplorare un personaggio, se non più equilibrato, almeno più stratega rispetto alle tempestose teste calde di solito associate a lui. Almeno questo è ciò a cui l’introduzione altamente reminiscente Il liberti di Martin Scorsese.

Tutto sommato inizi promettenti che consentiranno quindi al grande pubblico di scoprire Stallone sul piccolo schermo da 13 novembre sulla piattaforma Paramount+, e quindi probabilmente su Canal+ in Francia.

Lascia un commento