fbpx

Tutto ovunque tutto in una volta: la fine spiegata!

Scopri la spiegazione della fine di Everything Everywhere All At Once! Spoiler!

Everything Everywhere All At Once uscirà nelle sale il 31 agosto 2022! Se lo vuoi sapere la spiegazione della finecontinuare a leggere! Tutto ovunque tutto in una volta è una commedia d’azione fantascientifica bizzarra e avvincente che offre così tanto di cui parlare. Michelle Yeoh interpreta Evelyn Wang, una donna apparentemente normale che diventa la chiave per porre fine a un conflitto che imperversa nell’infinito multiverso. Per scoprire quando uscirà il film su Netflix, leggi questo.

Il viaggio di Evelyn è ricco di battute, azione e pathos emotivo, il tutto eseguito con uno stile unico e una notevole precisione tecnica dai registi Dan Kwan e Daniel Scheinert. Tutto ovunque tutto in una volta è un successo di critica certificato e uno dei primi film imperdibili del 2022. Per scoprire se c’è una scena post-crediti in agguato alla fine, leggi questo.

La fine di Tutto ovunque tutto in una volta si svolge in più universi contemporaneamente e dovremo fare noi stessi un certo numero di salti in versi per coprire tutto ciò che ci aspetta. Ecco la spiegazione della fine di Everything Everywhere All at Once!

Tutto Ovunque Tutto In Una Volta Fine Spiegato

Tutto ovunque tutto in una volta si svolge nel multiverso, che è vasto, con mondi vari che sono tutti basati su ogni decisione umana mai presa. Per ogni scelta viene creato un nuovo universo, che si dirama in un universo a sé stante. L’Alphaverse, come suggerisce il nome, è in cima alla catena multiversale perché è stato il primo a scoprire l’esistenza del multiverso.

L’Alphaverse è anche unico nella creazione di tecnologia per comunicare con altre parti del multiverso, incluso il worm-jumping, che si connette a un’altra versione di te stesso per prendere in prestito le tue abilità o abitare la tua mente per un po’. Per scoprire se un sequel vedrà la luce, leggi questo.

Mentre tutte le altre Evelyn si sono stabilite nelle loro vite, la prima Evelyn del film è piena di rimpianti per le decisioni che non ha preso. Alpha-Waymond sceglie Evelyn per salvare il multiverso perché è “così cattiva in tutto” da essere “capace di tutto”. Nessun’altra Evelyn poteva capire cosa stesse passando Jobu Tapaki poiché i loro sentimenti di desolazione non erano così forti.

È bastato che qualcuno credesse che Evelyn potesse fare qualcosa di straordinario, cosa che Alpha-Waymond ha fatto, vedendo oltre ciò che vedeva in se stessa, perché lei fosse la scelta perfetta per aiutare il multiverso e riportare l’equilibrio perso.

Leggi  La fine della 1×09 de "La casa del drago", spiega: perché Rhaenys non dice "Dracarys"

Dopo che Jobu Tapaki non aveva nulla da perdere, sentendo il peso del multiverso sopra di lei, decise di vedere cosa sarebbe successo se avesse gettato esperienze, pensieri e qualsiasi cosa le venisse in mente su un bagel. Jobu Tapaki voleva scoprire cosa sarebbe successo se tutto il caos fosse stato riunito in un unico posto, soprattutto perché poteva viverlo tutto allo stesso tempo.

Una parte importante del viaggio di Jobu Tapaki è stata l’apprendimento che c’è ancora speranza e che mentre nulla conta, ci sono alcune cose, come una relazione madre-figlia, che vale ancora la pena difendere.

Al fine di tutto ovunque tutto in una volta, una volta che Evelyn raggiunge Jobu Tupaki, lei, Waymond e persino il padre di Evelyn, Gong Gong, tentano di tirare fuori Tupaki dal vuoto. Mentre Evelyn sembra pronta a lasciare andare sua figlia, raddoppia il suo amore per lei e spiega perché è abbastanza per loro di resistere.

Ma anche quando i progressi della scienza e della tecnologia fanno sembrare le persone insignificanti come alcuni sassi, anche quando nulla sembra avere importanza. I due si abbracciano e Jobu Tupaki, attraverso l’amore riacceso di Joy per sua madre, rinuncia al vuoto di qualsiasi bagel per qualcosa che valga la pena vivere.

Nell’universo di Evelyn al fine di tutto ovunque tutto in una volta, tutto funziona, nonostante le difficoltà della vita. Lei e Waymond riaccendono il loro matrimonio, Joy è felice di stare con la sua famiglia e tutti insieme sono pronti ad affrontare qualsiasi sfida, anche il fisco. Forse Jobu Tupaki aveva ragione: niente importa. Ma Waymond aveva anche ragione: se niente conta, allora dobbiamo scegliere cosa fa. Abbiamo la possibilità di guardare le cose da un’angolazione diversa.

Abbiamo la possibilità di guardare il lato positivo e possiamo scegliere chi conta di più per noi. Anche qualcosa di banale come fare il bucato e pagare le tasse può significare di più se significa farlo con l’amore della tua vita.

Lascia un commento