fbpx

Ti diciamo perché “She-Hulk: Lawyer Hulka” ha il miglior finale della serie Marvel e che ha bisogno di una stagione 2

Il capitolo “Di chi è questa serie” (1×09) ha dato il tocco finale a una prima puntata divertente e spensierata.

Molti film del Marvel Cinematic Universe hanno avuto finali degni di essere inquadrati, ma nel mondo del piccolo schermo non era successo fino ad ora e in grande stile con la messa in onda del capitolo “Di chi è questa serie?” (1×09) di She-Hulk: avvocato She-Hulk. e perdonami Wanda Vision o signora Marvel.

La prima stagione della serie con protagonista Tatiana Maslany è stata caratterizzata in tutti gli episodi dar il suo tono disinvolto e divertente insieme a i problemi quotidiani di Jen Walters, alias She-Hulk. L’abbiamo vista lottare al lavoro, nella sua vita amorosa e nella sua accettazione come She-Hulk e Jen Walters tutto in una volta mentre sfondava il quarto muro. E cosa c’è di meglio di come i cattivi principali della serie sono alcuni odiatori che ha anche nella vita reale sotto il nome di Intelligenza. Gli stessi che si dedicano a creare meme di cattivo gusto e a criticarla semplicemente per esistere.

L’ultimo episodio di She-Hulk: avvocato She-Hulk ha riabbracciato la sua essenza e ha rivelato l’identità di re Hulk. E anche se tutto sembrava andare così,La serie è andata oltre rompendo il quarto muro in un modo che nessuna delle serie Marvel ha fatto, vedendo così Hulka uscire dalla sua narrativa Disney+ ed entrando nella serie di documentari di Marvel: riuniti poter parlare con il gruppo di scrittori di Avvocato Hulka.

Jen Walters ha visto che la sua serie stava sfuggendo di mano quando si sono incontrati Hulk, Titania, Abominio e il re Hulk trasformandosi in un Hulk grazie al campione di sangue che Josh stesso ha ricevuto quando è andato a letto con lei.

meraviglia

E il gruppo di scrittura lo invia a Kevin. Qui tutti gli spettatori si aspettavano di vedere Kevin Feige, la mente pensante dell’intero Marvel Cinematic Universe. Tuttavia, incontra un’intelligenza artificiale che è responsabile della realizzazione di tutte le trame di questo universo. Una volta lì, Jen Walters cambia il suo finale e mostra la sua opinione sul perché dovrebbe essere diverso. Sempre con un tono umoristico che è molto apprezzato.

Possiamo dirlo She-Hulk: avvocato She-Hulk ha rotto il multiverso entrando nella creazione della sua serie, qualcosa di inaudito nell’intero Marvel Cinematic Universe. Dopo diverse battute sui finali della Marvel e l’occasionale “problema con il papà” di vari supereroi, Jen Walters ottiene il finale che desidera con un’altra apparizione di Daredevil (Charlie Cox).

La mitica rivelazione che questa volta si collegherebbe al Marvel Cinematic Universe non è stata nella scena post-crediti, se non nella scena finale in cui Jen sta cenando in famiglia con Matt Murdock e dove finalmente appare Hulk (Mark Ruffalo) presenta suo figlio Skaar. Qualcosa che verrà rivelato nel film, proprio come avevano parlato Jen e KEVIN.

La scena post-crediti è stata dedicata ad Abomination (Tim Roth) e Wong (Benedict Wong), dove lo salva dalla sua prigione in modo che possa prenderlo e fare una battuta rispettando l’età d’oro della televisione. Non sappiamo ancora se verrà rinnovato per a stagione 2 o no, ma speriamo che ci riesca e vedremo di più She-Hulk nella sua vita quotidiana nel Marvel Cinematic Universe. Dopotutto, è lui quello con cui le persone sono state in grado di connettersi di più.

Leggi  Quale data di uscita di Netflix? Un seguito pianificato?

Lascia un commento