fbpx

“The Mystery of the Glass Onion”, Rian Johnson supera se stesso con un altro giallo esilarante e divertente

Rian Johnson l’ha fatto di nuovo. Dopo aver conquistato milioni di fan con un intrigante lungometraggio di gialli, il regista di pugnali alla schiena riporta l’ingegno con l’esilarante e altrettanto enigmatico sequel “Glass Onion”. Dopo un fugace e apparentemente insufficiente passaggio in alcune sale cinematografiche, La seconda parte sta finalmente arrivando su Netflix e diventa un piano ideale da vivere con la famiglia durante le vacanze.

pugnali alla schiena riesce a conquistare il suo pubblico con un meticoloso omaggio ai migliori enigmi di Agatha Christie e li invita a godersi uno spettacolo di intrattenimento che non lascia da parte le critiche sociali. Con questa nuova puntata torna il detective Benoit Blanc, che si reca in un posto nuovo per circondarsi di un gruppo di sospetti completamente diversi che riusciranno a evocare l’atmosfera magica che tutti ricordano dalla prima avventura.


Dal New England, l’universo creato da Rian Johnson si trasferisce in Grecia, proprio nel momento in cui un gruppo di personaggi viene invitato a una fuga sull’isola privata dell’insopportabile miliardario Miles Bron (Edward Norton). I visitatori includono Claire (Kathryn Hahn), un governatore in corsa per il Senato; Lionel (Leslie Odom Jr.), uno scienziato che lavora per Miles; lo streamer Duke (Dave Bautista); la stilista Birdie (Kate Hudson); e Cassandra (Janelle Monáe), un’altra imprenditrice che non sembra piacere agli altri. Questo gruppo di quelli che sembrano essere amici si incontra spesso, ma questa volta ci sarà un ospite a sorpresa: il detective Benoit Blanc (Daniel Craig).

Tutti loro saranno le nuove pedine del giallo proposto da Miles, una persona abbastanza annoiata e disperata da escogitare un gioco in cui tutti devono indovinare chi è l’assassino. La tensione è palpabile fin dal primo minuto e nonostante il proprietario dell’isola pensi di avere tutto sotto controllo, quando avviene un vero omicidio, la volta di vetro si frantuma in mille pezzi e Blanc deve agire in merito.

Edward Norton in “Il mistero della cipolla di vetro”.

Netflix

Da qui è difficile parlare senza entrare in campo spoiler e l’opzione migliore è approfondire il mistero e lasciarsi trasportare dalla gioia e dalla gioia dell’universo creato da Rian Johnson, che è riuscito a mantenere la satira, il calore e la genialità del prodotto precedente creando qualcosa di innovativo e geniale.

E tutto questo sembra molto di più grazie all’interpretazione di Daniel Craig, che si sente molto a suo agio nella pelle di questo nuovo personaggio e che ha salutato James Bond per divertirsi dando vita a Benoit Blanc. Insieme a lui, anche il resto del cast ha più che compiuto la sua missione, anche se una menzione speciale va a Janelle Monáe, che ha appena delineato il sequel.

Leggi  Questo era Elrond nel piano iniziale: "The Lord of the Rings: The Rings of Power" ha perso il suo protagonista due mesi prima dell'inizio delle riprese

Tuttavia, i protagonisti di Il mistero della cipolla di vetro sono solo la ciliegina sulla torta e cosa spicca davvero nel sequel di pugnali alla schiena È il tuo modo di differenziarti dal suo predecessore, adottando per esso una tecnica narrativa diversa. Proprio come propone ai personaggi, Rian Johnson invita lo spettatore a sedersi per decifrare i misteri nascosti uno dentro l’altro e in una scatola di legno, lasciandogli scoprire e risolvere ciascuno degli enigmi.

[Janelle Monáe: “No creo en la cultura de la cancelación ni estoy casada con lo que digo”]

Il regista costruisce una narrazione a strati e dà alla sceneggiatura la stessa forma di una cipolla, che poco a poco si disarma per dare vita a un viaggio che è veramente soddisfacente per lo spettatoreche si dedicherà a raccogliere gli indizi che compaiono contemporaneamente a Benoit Blanc, cercando di risolvere il caso davanti a lui.

All’inizio, la superficie mostra segni odiosi che iniziano a muoversi su una tavola apparentemente paradisiaca, personaggi che sono semplicemente manichini in abiti fantasiosi e le cui vite sono in realtà una vetrina di opulenza. Tuttavia, prima o poi finiremo per raggiungere l’affiliato principale, che farà emergere il vero volto nascosto da quelli noti come “pezzi grossi” della società odierna – e quelli che si divertono così tanto a vedere soffrire in altre finzioni come Il Loto Bianco o successione-.

Jessica Henwick, Kate Hudson e Janelle Monáe in

Jessica Henwick, Kate Hudson e Janelle Monáe in “Il mistero della cipolla di vetro”.

Netflix

pugnali alla schiena Era già una feroce satira su classe e privilegio, Il mistero della cipolla di vetro è fedele alla sua essenza e continua a esplorare quei temi, però alzando il volume sul divertimento e vincere la partita sorprendendo costantemente il pubblico con i suoi impossibili colpi di scena.

Peccato che sia stato in cartellone solo per pochi giorni -e su insistenza dello stesso regista-, perché è il tipo di film che si divertono molto di più in compagnia di altre risate complici e su un grande schermo. Dovremo vedere cosa succede la prossima volta perché, fortunatamente, non sarà l’ultima volta che vedremo Benoit Blanc, il nuovissimo successore di Hercule Poirot.

‘Coltellate alle spalle: il mistero della cipolla di vetro’ è ora disponibile su Netflix.

Lascia un commento