fbpx

Taron Egerton rivela perché ha rifiutato due ruoli in Marvel e Star Wars

Dopo aver rifiutato di interpretare Han Solo nello spin-off di Star Wars, Taron Egerton è tornato a ciò che gli aveva fatto rifiutare il ruolo di culto.

Spinto nel mirino molto selettivo di Hollywood in seguito al successo esplosivo del franchise Kingsman nel 2015 l’attore britannico Taron Egerton poi ha forgiato una bella reputazione interpretando brillantemente il truculento Elton John nel film biografico Uomo razzo. Quindi, ovviamente, è stato nel frattempo osservato sul cartellone di due film meno che brillanti, vale a dire, il Robin Hood di Otto Bathurst, dove interpreta goffamente il ruolo di un Jamie Foxx disincarnato, e Club dei ragazzi miliardariil cui successo è stato in gran parte ostacolato dai vari scandali sessuali di Kevin Spacey.

Oggi l’attore smentisce queste due esperienze alle quali ammette di aver partecipato piuttosto per soldi (Robin Hood era molto ben pagato) solo per vera convinzione artistica, e ammette senza alcuna vergogna agendo contro il suo istinto. Una piccola lezione che avrà ovviamente imparato per il resto della sua carriera, dato che Taron Egerton ha successivamente rifiutato due ruoli all’interno di franchise sostanziali.

Un attore appariscente

Se ora dovrebbe succedere a Hugh Jackman nel ruolo di Wolverine, all’attore è stato, qualche anno fa, offerto il ruolo di un altro mutante quasi altrettanto famoso. Taron Egerton era quindi uno dei nomi citati per interpretare Ciclope nel piccolo fallimento X-Men: Apocalisse. Un’opportunità che quest’ultimo alla fine ha preferito ringraziare, palesemente restio a prestare i suoi lineamenti a un personaggio i cui occhi sono rimasti nascosti.

In un’intervista allo spettacolo Ondeggia al mattinotenuto dalla radio Sirius MX, l’attore ha rivelato di sentirsi “istintivamente e creativamente che gli occhi sono le finestre dell’anima“e che in effetti, francamente, non ha trovato la prospettiva di interpretare un personaggio perennemente trincerato dietro i suoi occhiali molto protettivi”intrigante“.

X-Men: Apocalypse: Cyclops fotoGli occhiali del sciolto

E in vista del simpatico disastro cinematografico che è stato Apocalisse, sembra che Taron Egerton abbia schivato, non un proiettile, ma l’intero carro armato. Un colpo di fortuna che forse lo avrà rafforzato nel rifiuto di un altro ruolo, per quanto molto più mitico: anzi, l’attore era anche tra i favoriti per prestare i suoi lineamenti all’iconico Han Solo nello spin-off Solo: una storia di Star Wars.

Attualmente in tour promozionale completo per l’ottima serie uccello neroha rivelato Taron Egerton al microfono di Josh Horowitz e il suo podcast Felice Triste Confuso le ragioni che lo hanno spinto a rifiutare il ruolo di tutte le fantasie:

Leggi  Qual è la data e l'ora di uscita di Salto?

Solo: Una storia di Star Wars: foto di Alden EhrenreichUn ruolo che finalmente tornerà ad Alden Ehrenreich (che da allora non si vede più)

“Sarò onesto: ero seduto al Millennium Falcon con Chewie, ero completamente in costume ed ero tipo, ‘Ecco fatto, sono qui, l’ho fatto, l’ho fatto. aver vissuto”. C’è stato un secondo round di audizioni, ma ho deciso di non andare. […] Non ho sentito il ruolo. […] Quando ho letto per la prima volta la sceneggiatura di Kingsman, mi sono detto: “Devo assolutamente farlo, questo ruolo è fatto per me”.

Ma il [pour Han Solo, ndlr], non l’ho sentito. Per non parlare del fatto che si trattava di calpestare Harrison Ford e… nessuno vuole farlo da solo. Quindi, non è successo. »

E poi ancora, visto il riscontro critico del filmato, sembrerebbe che Egerton abbia fatto bene a fidarsi del suo istinto e favorire altri progetti. Di recente, l’attore ha quindi avuto l’opportunità di interpretare il ruolo principale della serie poliziesca uccello nerosviluppato dall’autore Dennis Lehane (Shutter Island), e attualmente in onda sulla piattaforma Apple TV+.

Lascia un commento