fbpx

Sylvester Stallone insulta il produttore Irwin Winkler per lo spin-off di Draco

Sylvester Stallone salda i suoi conti e spinge un grande sfogo dopo l’annuncio dello sviluppo di uno spin-off di roccioso su Ivan Drago e suo figlio.

Rocky Balboa non tornerà mai più sul ring, ma Sylvester Stallone ha ancora qualche colpo in più da dare. Pochi giorni fa ha arrestato il produttore Irwin Winkler, attuale titolare dei diritti di licenza roccioso (e per estensione di Credo), per rivendicare i diritti della saga cult. Se era già incazzato, l’annuncio dello sviluppo di uno spin-off su Ivan Drago ha messo a fuoco un barile di petrolio.

Turno 2

L’involucro recentemente segnalato La MGM ha voluto riportare in vita l’iconico nemico dello Stallone Italiano dopo la sua introduzione nelle kitschissime Roccioso IV e il suo ritorno a Credo II. La sceneggiatura è stata affidata a Robert Lawton (bramare) e dovrebbe seguire l’ex pugile russo e suo figlio Viktor Drago incarnato Florian Munteanu. L’interprete del pugile di Philadelphia, ma anche sceneggiatore della saga principale e regista di quattro opere, quindi, non ha perso l’occasione di far conoscere su Instagram la sua insoddisfazione. E questa volta senza un briciolo di diplomazia.

Ancora un altro rubacuori. L’ho appena imparato. Une fois de plus, Irwin Winkler, ce pathétique producteur de 94 ans et ses enfants stupides et charognards Charles et David sont une fois de plus en train de ronger les os d’un autre merveilleux personnage que j’ai créé sans même m’en parlare. Mi scuso con i fan, non ho mai voluto che i personaggi di Rocky venissero sfruttati da questi parassiti. Inoltre, non avevo altro che rispetto per Dolph, ma non mi ha mai detto cosa stava succedendo alle mie spalle con il personaggio che avevo creato per lui. I veri amici valgono più dell’oro.

In un altro post (che rappresenta Irwin Winkler come un vampiro)Stallone si è scatenato un po’ di più, riferendosi al produttore come “Il produttore più odiato, senza talento e decrepito di Hollywood. Li chiamava “sSucchiasangue che hanno distrutto molte famiglie riempiendo le tasche con il lavoro degli altriIl tutto accompagnato da hashtag altrettanto placati: #parasiteproducers e #exploitedartists. In questo preciso momento nessuno vorrebbe essere il sacco da boxe dell’attore, a prescindere dai suoi 76 anni.

Leggi  3 serie da guardare questo fine settimana su Amazon Prime Video: 'Paper Girls', 'The Infiltrator', 'Superstore'

Se la “spazzini codardi e stupidi“Non hanno ancora reagito, Dolph Lundgren ha cercato di ridurre la pressione giustificandosi e ricordando che il progetto è ancora in una fase embrionale.

Giusto per chiarire le cose riguardo a un possibile spin-off di Drago. Non c’è una sceneggiatura approvata, nessun accordo in atto, nessun regista, e personalmente mi sono sentito come se il mio amico Sly Stallone fosse coinvolto come produttore o anche come attore. C’è stata una fuga di notizie sulla stampa la scorsa settimana, il che è un peccato. Sono in contatto con il signor Balboa, così tutti i fan possono rilassarsi.”

La licenza quindi promette di continuare in allegria e buonumore, a maggior ragione con il progetto della serie prequel di Stallone che ha poche possibilità di concretizzarsi. Dopo l’uscita del taglio del regista Rocky IV: Rocky contro Dragoi due attori si ritroveranno presto in cartellone Espandibili 4. Dal canto suo, Sylvester Stallone sarà assente dal prossimo Credo III che permetterà al personaggio di Adonis Creed di prendere interamente il testimone della licenza con l’aggiunta del suo interprete Michael B. Jordan nella realizzazione.

Lascia un commento