fbpx

Spiegazione della fine! Sono tutti vivi?

Scopri la spiegazione della fine di Tredici Vite su Amazon Prime Video! Spoiler!

Tredici vite è disponibile su Amazon Prime Video! Se lo vuoi sapere la spiegazione della fine di Tredici vite, continuare a leggere! Nel 2018, esperti e volontari provenienti da tutto il mondo sono sbarcati nella non grotta Tham Luang Nang in Thailandia e hanno fatto di tutto per salvare dodici ragazzi e il loro allenatore di calcio.

A causa delle continue piogge e dell’innalzamento delle acque all’interno della grotta, le suddette persone sono rimaste intrappolate all’interno della grotta e hanno aspettato che le persone venissero a salvarle. Le autorità e l’esercito thailandesi hanno fatto di tutto per farli uscire, ma non sono stati in grado di farlo a causa dell’innalzamento del livello dell’acqua.

Tuttavia, due speleologi britannici, John Volanthen e Richard Stanton, sono entrati nella grotta e, dopo due giorni di sforzi, hanno finalmente individuato il gruppo. Ma non è stato facile tirarli fuori perché erano solo in due e hanno dovuto far fuori tredici persone. Così sono usciti con i loro video e hanno detto a tutti che erano ancora vivi.

Il giorno successivo, i membri della squadra thailandese sono entrati e si sono uniti al gruppo. Tuttavia, usavano troppo ossigeno ed era impossibile per loro raggiungere l’ingresso della grotta. Quindi tre di loro rimangono con il gruppo mentre una persona raggiunge l’ingresso. In caso di domande relative al fine di Tredici viteti diciamo tutto noi!

Spiegazione della fine di Tredici vite

In precedenza, Rick aveva cercato di portare fuori dalla caverna un uomo che sapeva nuotare. Il processo ha ferito l’uomo e ha quasi ucciso Rick. Sapeva che i ragazzi non sarebbero mai stati in grado di mantenere la calma necessaria per ore e ore. Considerando tutto ciò, sembrava logico far addormentare i ragazzi e trasportarli come qualsiasi altro carico.

Al fine di Tredici vite, Harry viene in Thailandia come subacqueo, ma quando scopre di essere stato chiamato per la sua esperienza in anestesia, non è molto sicuro di sé. Tuttavia, si rende presto conto che non c’è altro modo e che se non agiranno in fretta, andrà persa anche ogni speranza di salvare i ragazzi. Con riluttanza, accetta di somministrare la dose ai bambini.

Leggi  Lo spin-off di Game of Thrones svela un enorme drago nel suo nuovo poster

Grazie alla loro esperienza, Rick, John, Harry e i loro amici subacquei Chris Jewell e Jason Mallinson sono considerati la scelta migliore per portare i ragazzi fuori dalla grotta. Si sono posti l’obiettivo di salvarne quattro al giorno. Sebbene non tutti siano sicuri del piano, sono sorpresi di scoprire che funziona davvero. Jason tira fuori il primo bambino e, sebbene abbia qualche problema a farlo, lo tira fuori dalla caverna in sicurezza. Questo aumenta il loro morale e per i successivi sette ragazzi, il tuffo si svolge senza intoppi.

Le cose si complicano il terzo giorno, quando inizia a piovere molto. Si rendono conto che questa è la loro ultima possibilità di far uscire non solo i ragazzi ma tutti gli altri. Con altri due ragazzi usciti sani e salvi, Chris trova motivo di farsi prendere dal panico quando perde il contatto con la corda che gli guida la strada.

Con la vita di un ragazzo nelle sue mani, inizia a innervosirsi. Tuttavia, riesce a rimanere abbastanza calmo da andare con il ragazzo in camera da letto dove incontra presto altre persone.

Al fine di Tredici vite, quando Harry trova Chris, decide che sarebbe meglio per lui prendersi cura del ragazzo per il resto dell’immersione. Al fine di Tredici vite, tutti i ragazzi e l’allenatore ne escono vivi, insieme al dottore e ai due Navy Seals. Così, mentre inizialmente i subacquei speravano di far uscire vivo almeno una persona dalla grotta, sono riusciti a salvarne tutti e tredici.

Lascia un commento