fbpx

sono cadute le prime opinioni sul film d’azione Netflix

Il primo feedback per L’uomo grigio, i film d’azione Netflix dell’estate, sono arrivati. I fratelli Russo hanno convinto?

Mentre Netflix ha annunciato un drastico cambio di strategia per i suoi film, ora sappiamo che possiamo aspettarci molto meno sulla piattaforma L’irlandese e più di Avviso rosso. Nel bene e nel male (soprattutto il peggio, non abbiamo intenzione di mentire a vicenda), la piattaforma di streaming ha scelto la strada di un certo tipo di produzione per aumentare il proprio numero di abbonati. In programma: film d’azione con star popolari e puro intrattenimento. Il prossimo sulla lista arriverà quest’estate e lo è L’uomo grigio, regia dei fratelli Russo.

Dopo gli ultimi due Avengers e un periodo su Apple TV+ con gli strani Ciliegia, i fratelli Russo hanno già accennato a un nuovo universo esteso per Netflix. Ma nel frattempo è l’ex Capitan America, Chris Evans, ad arrivare in cima alla locandina del loro nuovo film, accompagnato dai carismatici Ryan Gosling e Ana de Armas. Questo cast quindi ha dato speranza di un film con un certo brio. I primi pareri su L’uomo grigio appena caduto per guidarci un po’. Giornale.

In ansia per le prime recensioni

The Grey Man è solo 2 ore di un sottomarino di Tom Clancy in cui urliamo cose stupide come “portami la testa” tra due scene d’azione insipide in bellissime ambientazioni, il tutto portando alla rivelazione più ridicola sul big bad che potrei vedere. Ho quasi nostalgia di Red Notice. David Ehrlich – IndieWire

The Grey Man dei fratelli Russo ha sequenze d’azione implacabili, tutte ben costruite. Siamo tra giostre verbali, sparatorie e forza bruta. Ryan Gosling e Chris Evans condividono un’ottima risposta (e gli stessi baffi trasandati!). Ana de Armas è bella e tosta. Le scene di Dhanush sono spietate e violente. Courtney Howard- varietà

foto Chris EvansNon sono i baffi che fanno l’uomo, ma comunque

L’uomo grigio è un film di assassini d’azione intelligentemente cattivo dei fratelli Russo. Ryan Gosling riporta la sua solita calma forza di fronte al fascino imperfetto di Chris Evans. Non è ancora così impressionante come Mission: Impossible o John Wick, ma è comunque un buon intrattenimento per i popcorn. Matt Neglia – Prossimo miglior film

The Grey Man è il piccolo film d’azione estivo perfetto per il 2022. Il film è adrenalinico e puro intrattenimento. Ryan Gosling è super tosto lì. Ho amato ogni minuto di Chris Evans e della sua spietatezza particolarmente gustosa. Lo schermo di Rama

L'uomo grigio: foto Ryan GoslingSe non altro, Ryan Gosling è tosto

The Grey Man di Netflix è un thriller d’azione solido (il migliore sulla piattaforma), con un’ottima performance di Gosling, Evans e de Armas. La coreografia del combattimento e il lavoro acrobatico sono eccellenti, per non dire altro. Tutto sommato un successo. Jeff Ewing- /Film

L’embargo di Grey Man è revocato. Ho avuto la possibilità di vederlo il mese scorso, amavo Dhanush. Ha le migliori scene di combattimento del film. […] In generale, ho trovato il film a posto. Mi sono divertito senza adorare. Ci sono molte grandi scene d’azione, ma avendo ascoltato in anticipo la versione audio del libro, alcune modifiche (all’inizio) mi hanno colto alla sprovvista. È anche un film piuttosto corto (2 ore). Rispetto ad altri film Netflix dello stesso genere, mi sono divertito di più a guardare Red Notice.” Kirsten Acuna- Insider

Leggi  Chi è Diana Mitford? È una persona reale?

The Grey Man : foto Julia Butters, Ryan GoslingCosa guardiamo stasera? L’uomo grigio o l’avviso rosso?

“The Grey Man è due ore di James Bond che incontra Fast and Furious. Azione esilarante su larga scala, performance recitative forti (autoconsapevoli), molte risate: solo un sacco di divertimento. Gosling ed Evans sono fantastici, gli attori secondari molto buono anche, è un po’ sciatto, ma mai noioso”. Germain Lussier – Gizmodo

“The Grey Man è un film nella media delle produzioni Netflix. Tutto è approssimativo, oscilla tra una trama troppo complicata per quello che è e sequenze ripetitive, mal montate, nonostante acrobazie impressionanti. Sullo schermo vediamo ancora il budget e il il film ha una fine (si spera).” Scott Mendelson- Forbes

L'uomo grigio: foto Ryan GoslingUn po’ rovinato dalle recensioni ma va bene così

Tutto sommato, più di feedback contrastanti. Laddove, come ci si potrebbe aspettare, la critica rimane indulgente verso gli attori (principali punti di forza del film, comunque) e la qualità delle acrobazie, oscilliamo tra una certa timidezza e una schietta severità sul resto. A volte lodiamo un intrattenimento efficace in cui non ci si annoia (che è in effetti la prima funzione dell’intrattenimento), ma la trama, come la scrittura dei personaggi, sembra essere ripresa da ciò che leggiamo. Mettendo l’umorismo in primo piano e la simpatia capitale dei suoi attori, L’uomo grigio si presenta come un film montato freneticamente, raramente intelligente, ma spesso divertente.

L’osservazione è chiara: abbiamo quindi qui il prototipo di una copia di Avviso rosso e l’inizio di una lunga serie di film sullo stesso modello. Anche i critici fanno spesso il paragone con questo, alcuni addirittura mettono il film con Dwayne Johnson al di sopra, in termini di qualità! Brutto segno in quanto Red Notice era già vano e senza alcuna ambizione se non quella di divertire il tempo di una piovosa notte infrasettimanale. Insomma, l’ascia non è ancora caduta: il film uscirà il 22 luglio su Netflix ed è solo lì che sapremo a cosa aggrapparci per sempre.

Lascia un commento