fbpx

Shakira rifiuta un accordo con la Procura spagnola su un caso di presunta frode fiscale

MADRID, 27 lug (Reuters) – La superstar latinoamericana Shakira ha respinto l’accordo offerto dalla Procura su un caso in cui è accusata di frode fiscale in Spagna per 14,5 milioni di euro, dopo di che è un passo più vicino al processo, ha detto mercoledì il suo team di comunicazione.

La cantante colombiana – che ha venduto più di 80 milioni di dischi in tutto il mondo con successi come “Hips Don’t Lie” – ha sempre rispettato tutti i suoi obblighi fiscali, secondo una dichiarazione del team di Shakira, che considera il caso “una totale violazione loro diritti”.

“La cantante si fida pienamente della sua innocenza e quindi non accetta un consenso”, si legge nella nota.

I termini dell’accordo proposto non sono stati divulgati.

La procura di Barcellona non ha risposto a una richiesta di commento.

Shakira è accusata di non aver pagato 14,5 milioni di euro (14,7 milioni di dollari) di imposte sul reddito tra il 2012 e il 2014, periodo in cui i rappresentanti di Shakira affermano che non ha vissuto in Spagna.

La cantante 45enne, soprannominata “la regina della musica latina”, afferma di essersi trasferita a Barcellona nel 2015, dove ha vissuto con il difensore del club di calcio dell’FC Barcelona Gerard Piqué. Hanno due figli e si sono separati da poco.

Shakira afferma che, sebbene il suo team legale non fosse d’accordo con il presunto debito, ha pagato i 17,2 milioni che l’Agenzia delle Entrate spagnola ha dichiarato di dover, quindi non ha debiti in sospeso con il tesoro da molti anni.

Il tribunale deve ancora mandarla formalmente a processo e fissare una data.

Leggi  Kim Kardashian: imprenditrice implacabile, piega i boss di Instagram!

Lascia un commento