fbpx

Sauron è la vera “sorpresa” buona della serie Amazon

La finale di Anelli di potere alla fine ha rivelato l’identità di Sauron e la scelta di questo personaggio è stata la più vicina ai libri. ATTENZIONE SPOILER GIGA

È stato il più grande filo rosso della prima stagione di Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere : L’identità segreta di Sauron è stata finalmente rivelata, e quindi si nascondeva bene dietro il troppo innocente Halbrand, interpretato da Charlie Vickers. Una rivelazione che avevamo sentito arrivare come tante, in particolare grazie alle somiglianze con i libri, ma che era impossibile provare con certezza fino all’ultimo momento in particolare per… delle differenze con i libri. Cioè ? Itinerario di una truffa ben congegnata e riassunto di un ben trovato adattamento dell’opera originale di JRR Tolkien.

Allora come sei un cattivo? Non avremmo pensato, questo piano è così carino.

LO SAPREMO

Partiamo proprio dall’inizio: inizialmente le serie come i libri partono da un punto simile, almeno nelle grandi larghezze. Alla fine della Prima Era, quando Morgoth viene sconfitto, Sauron si arrende e chiede pietà ai Valar. Tuttavia, si rifiuta di tornare a Valinor dove attende il suo giudizio e decide di fuggire. La sua traccia è poi completamente persa, anche se tutto fa pensare che si sia rifugiato ad est di Arda. Una piccola differenza con la serie, ma del tutto irrilevante: l’importante è che nessuno sappia dove si trovi e che Sauron sia paziente, preparando il suo ritorno.

Sia nella serie che nei libri, Sauron attende mille anni prima che la sua memoria venga dimenticata, lavorando per gettare la sua ombra su Arda orientale prima di entrare in azione. E se il suo piano è lo stesso nella serie e nei libri, è la sua esecuzione che differisce. Nei libri, nello stesso momento in cui opera la sua conquista finale della terra di Mordor e la costruzione della sua fortezza Barad-dûr, Sauron cerca di corrompere il campo del Bene dall’interno. Approfittando del fatto che tutti gli occhi sono puntati su Mordor, usa la sua capacità di cambiare il suo aspetto e si presenta agli Elfi sotto falso nome per fingere di aiutarli. È qui che la serie ei libri divergono: queste due identità sono radicalmente diverse.

Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell'Anello: fotoÈ sicuro che lì, beh, ti dico che sono gentile, non mi credi eh

Amazon ha fatto la scelta logica di ricostruire un’altra identità per ingannare tutti, ma da questa nuova identità derivano anche altre scelte narrative. Nei libri, Sauron si nasconde sotto le spoglie di un inviato dei Valar, un essere angelico che venne a guidare gli Elfi. Esattamente come un mago, tranne che Sauron preferisce i tratti di un essere giovane e bello, un essere magico in grado di creare potenti manufatti attraverso il patrocinio che ha ricevuto dal fabbro Vala Aulë (che è vero per una volta). Il suo nome: Annatar, il signore dei doni. Niente a che vedere con Halbrand, un uomo molto comune allora? Non sono sicuro.

“Consideralo un regalo” Halbrand dice a Celebrimbor nell’episodio 8 di The Rings of Power. È stato a questa linea che i nerd di tutto il mondo sono balzati in piedi con un inspirazione, hanno indicato i loro schermi e hanno gridato in coro: “È LUI”. Perché la sua risposta, chiaro riferimento al titolo inglese di Annatar (Signore dei doni), è la conclusione di un fascio di altri indizi che hanno destato sospetti. Come Sauron/Annatar, Halbrand è presentato come un abile artigiano, soprattutto alla fucina (vedi episodio 3). Anche il suo intimo legame con le Terre del Sud – che divenne Mordor in seguito all’eruzione di Orodruin – ma anche con Adar era sospetto, così come il suo arrivo “inaspettato” nella dimora di Celebrimbor.

Leggi  Novembre, L'origine del male... nuove uscite cinematografiche dal 5 ottobre

Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere: foto, Charlie Vickers Il primo che dice che assomiglio a Dandelion, lo costringo a guardare The Witcher a Khuzdûl

occhio senza volto

Perché ciò che ha impedito ai fan di avere una certezza è che il colpevole fosse proprio da parte del fabbro Elfo, finora poco mostrato. Era infatti possibile che Amazon guidasse il lettore su una doppia falsa pista, Indicando Halbrand mentre Annatar era al lavoro a Celebrimbor. Nei libri, dopo essere stato rifiutato da Gil-Galad, Elrond e Galadriel, che lo trovano sospettoso, è proprio con lui che Annatar trova un orecchio attento. Anche Halbrand si avvicina a Celebrimbor nella serie, ma dal basso piuttosto che dall’alto: invece di farne un suo allievo, si presenta umilmente come il dilettante con lampi di genio, instaura una complicità.

Annatar lo fa in modo completamente diverso, e fa cadere Celebrimbor e il suo popolo non per simpatia, ma per arroganza. Celebrimbor è il capo dei Gwaith-i-Mírdain, una gilda di fabbri e orafi elfi. È anche il più talentuoso di loro, nipote di Fëanor, l’artigiano elfo che creò tre gemme leggendarie: le famose Silmaril. Ma è anche l’erede della sua ambizione, che lascia lui e la sua gilda vulnerabili alle parole di seta e alle promesse di potere di Annatar.

Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere: fotoParole vellutate a cui Galadriel resiste eh, diciamo che non diciamo niente

Tutto ciò potrebbe portare a credere fino all’ultimo episodio della prima stagione che Halbrand forse non fosse Sauron. Amazon potrebbe ancora rilasciare un nuovo personaggio per noi nel finale, che sarebbe stato il momento perfetto per svelare un Annatar che pilotava di nascosto Celebrimbor in segreto con la sua guida e i suoi miracoli dall’ombra fuori dallo schermo. Perché, come nella serie, è Annatar a spingere Celebrimbor e i suoi orafi con l’idea di realizzare gli anelli del potere, anelli in sostanza legati alla magia di Sauron e quindi in realtà artefatti di corruzione (almeno per gli anelli di Nani e Uomini, ma questa è un’altra storia).

D’altra parte, nei libri, non ha nulla a che fare con l’appassimento della luce degli Elfi che il mithril potrebbe respingere o cosa o cosa, è tutta una pura (cattiva) invenzione di Amazon. Sauron attira Celebrimbor e il suo Gwaith-i-Mírdain con nientemeno che la prospettiva di un potere maggiore e la falsa promessa di diffondere la luce di Valinor sulla Terra di Mezzo. Ma ehi, abbiamo dovuto passare attraverso questa modifica inverosimile per creare Gil-Galad, Galadriel ed Elrond stupido credulone.

Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere: foto, Charlie VickersHaaaan, crocchetta con gli occhi che piangono

Nonostante le bizzarre reazioni degli altri personaggi, tutti gli elementi riguardanti Annatar restano sulla carta molto coerenti con il corso di Halbrand, personaggio inventato da Amazon e una rilettura tutt’altro che stupida (anche se l’idea è maldestramente eseguita) del Signore dei Doni . Piuttosto che puntare sul divino, Amazon ha preferito scommettere su una maschera umana, più vicino allo spettatore, per placarlo meglio. Piuttosto che tentare l’impossibile e vendere allo spettatore un Sauron letterario civettuolo e cospiratore visibile da miglia di distanza, Amazon ha preferito un altro tipo di manipolatore, più moderno e meno facile da definire: una finta vittima disillusa, uno pseudo-Aragorn abbattuto.

È la predazione più invisibile e feroce di tutte: la manipolazione della pietà. Ecco un’idea di adattamento riuscito: nonostante le differenze di fatto, se trasformare il sentimento più puro, più nobile e più umano in un’arma di dominio non è puro Sauron…

Lascia un commento