fbpx

Recensione Mosche dell’Apocalisse

La nostra recensione dell’episodio 3 della stagione 4 di Westworld.

Dalla sua prima stagione nel 2016, la serie Mondo occidentale, ideato da Jonathan Nolan e Lisa Joy, ha continuato a cadere nel cuore di gran parte del pubblico – e della critica. La stagione 2 è stata accolta meno bene della stagione 1 e della stagione 3 di Mondo occidentale ha ulteriormente raffreddato il mondo. La stagione 4 appare quindi più importante che mai, per dare forma al futuro della serie (scritta in cinque stagioni, in teoria).

Dal momento che un primo episodio di un’esposizione un po ‘morbida, sembra che la stagione 4 lentamente ma inesorabilmente guadagnando slancio, sorprendentemente solido. Recensione episodio 3, Anni pazzi.

super bernardo

Bernard è tornato. Lasciato nella sua polverosa stanza di motel nella scena post-crediti dell’ultimo episodio della terza stagione, il personaggio interpretato da Jeffrey Wright non aveva diritto a un grande salto nel futuro (come William alla fine della seconda stagione?): lui semplicemente trascorse sette anni nel Sublimeper svegliarsi subito con la stagione 4. Molto pratico.

Tornato in realtà, Bernard è adesso una sorta di mezzo dottor Strange : ha visto tutte le possibilità della vita, e sa che c’è un solo modo per evitare l’apocalisse. Accompagnato da Stubbs e soprattutto dal suo nuovo dono di preveggenza (per non parlare del suo telecomando Terminator, che deve avere sempre in tasca), quindi va in missione per “salvare il mondo”. Garantito al 100% senza dettagli, per creare una nuova suspense, paradossalmente folle e fumosa.

Creatura sublime

Dopo Maeve e i suoi super poteri sfocati, Mondo occidentale quindi vinci un nuovo jolly con un personaggio-alter ego degli sceneggiatori, in grado di vedere tutto, prevedere e sapere. Difficile non vederla come una grande facilità (nuova promessa dell’apocalisse, dopo averla citata nella stagione 3) e/o una pallottola nel piede (come gestire un personaggio che sa tutto e come creare la minima paura o tensione intorno a lui?).

Questo è tanto più preoccupante poiché è stato uno dei grandi problemi della stagione 3: occultamento forzato di informazioni da parte degli sceneggiatori, con una Dolores che si rifiutava di spiegare le sue intenzioni e i suoi piani ai suoi alleati, nonostante il buon senso, e semplicemente per mantenere un mistero artificiale. Bernard ha più potere di chiunque altro Mondo occidentale fino ad allora, la paura è immensa sul proseguimento degli eventi.

Westworld: foto, io Jeffrey Jones, Liam HemsworthLiam Hemsworthsempre perfetto nell’apparire

uomo di famiglia

Alcune prove che Mondo occidentale ha (troppi) molti personaggi con cui confrontarsi : Bernard ha impiegato tre episodi per riapparire, Dolores è completamente assente e per controbilanciare il suo ritorno, la sua coinquilina interpretata da Ariana DeBose ha finora pronunciato tre frasi.

Nuova prova che agli sceneggiatori piace davvero complicarsi la vita e spararsi ai piedi: la famiglia di Caleb ha ora diritto a una sua sottotrama, con un uomo meschino che vuole far loro del male.

Stagione 4 di Mondo occidentale quindi confermare questa fastidiosa tendenza al sovraffollamento, che costringe la narrazione a destreggiarsi tra vari intrighi, a volte con scelte interrogative. Dolores aveva aperto la stagione, era al centro dei primi episodi, ma viene completamente messa da parte per fare spazio a nuovi, insoliti personaggi (la madre, la figlia). Idem per Charlotte, William e Clémentine, messi da parte anche loro.

Mondo occidentale ha sempre destreggiato tra trame e personaggi (anche temporali), ma prima attorno a un nucleo di personaggi ben identificati e uniti. La deriva era iniziata con la stagione 3 e la stagione 4 sembra andare sempre oltre da questa parte.

Westworld: foto, Evan Rachel WoodSi prega di attendere, caricamento

mise en abyme

Gli sceneggiatori non scherzano con Maeve e Caleb. Mentre tutti camminano nella nebbia, avanzano come un bulldozer, rispetto agli altri. È grazie a loro che c’è una buona razione di Mondo occidentale da il duo offre le migliori intuizioni dell’episodio.

Leggi  Il trailer di Ant-Man 3 svela Kang, il grande cattivo post-Thanos

La prima: riscoprire un sapore del parco di Westworld, per una deliziosa mise en abyme – meta opzione. Quando Maeve arriva in questa illusione dei ruggenti anni Venti, osserva un’altra versione della giostra che ha visto girare un po’ troppo sul lato occidentale. Nuovo arredamento ma stesso incubo, con versioni alternative di Dolores, del saloon, dei rapinatori e, naturalmente, di se stessa. La scoperta di questo circo ridipinto con i colori del proibizionismo offre un momento di vertigine molto intelligente, sia per il personaggio di Maeve, sia per il pubblico. Questa eco all’inizio di Mondo occidentalequando questa strada, questo barattolo di latta che rotola nella polvere e questa rapina violenta non erano ancora trappole prefabbricate, rifocalizza maliziosamente la serie.

Mondo occidentale: immagini“Il mio potere magico è rotto, aspetta 5 minuti per favore”

Seconda grande idea: estendere l’illusione al finto backstage nel parcoche incorporano la rivoluzione di Dolores nella stagione 2. Nonostante abbia archi totalmente ridicoli (il duo in agguato tra i cadaveri con epica furtività), è sicuramente una delle idee più interessanti di Mondo occidentale, a tutti i livelli. La violenza di ieri diventa l’intrattenimento di domani e l’anomalia caotica diventa una nuova linea di codice, come una macchina per trasformare la realtà all’infinito.

Dopo aver seguito Dolores nella sua guerra contro Delos durante la stagione 2, il pubblico (e Maeve) vede così una versione alternativa della terra dell’eroina guerriera, assimilata dal sistema fino a diventare una nuova attrazione senza rischi, senza conseguenze, senza valore. Cosa creare una nuova vertigine, ma questa volta mista a malinconia.

Tornando in un parco, Mondo occidentale non ha solo trovato la sua anima: vince una nuova dimensione sempre più tragica, perfino nichilistasoprattutto alla luce di una potenziale fine del mondo che fa precipitare la disperazione che perseguita quasi tutti i personaggi.

Mondo occidentale: immaginiDecipazzo, i bambini robot in questa serie

E finalmente c’è la terrificante conclusione dell’episodio, con l’immagine che tanto aveva segnato gli animi durante il promo. Caleb è la nuova vittima dell’esercito delle mosche magiche, dopo essere stato intrappolato da un ospite a somiglianza di sua figlia. L’idea è tanto più diabolica dal momento che la vede impugnare una vera arma, dopo avergli insegnato a usare una pistola di plastica, un piccolo terribile cenno all’immaginazione americana.

Facendo eco al ragazzino creato da Ford, che ha offerto la stessa autopsia del suo cranio metallico, questa immagine memorabile annuncia alcuni “lievi” problemi per il futuro. Perché al di là del controllo che ormai è sfuggito a Caleb, e potrebbe in teoria spingerlo al suicidio (il suo grande destino, secondo Roboamo), bisogna ricordare che era introdotto nella stagione 3 come colui che avrebbe distrutto l’umanità.

Potrebbe essere questo il piano di Charlotte per aprire le porte all’Apocalisse? Caleb sarà lo strumento del caos? Il magico Bernard sta già preparando un contrattacco nella sua banda a pazzo max ? E cosa c’entra con Christina e la sua torre? In ogni caso, la stagione 4 di Mondo occidentale inizia a piazzare le sue pedine in modo particolarmente intrigante.

Un nuovo episodio della stagione 4 di Westworld, ogni settimana, dal 27 giugno, negli Stati Uniti + 24 su OCS

Westworld: poster francese

Lascia un commento