fbpx

Recensione: ‘La casa del drago’ 1×02

Nell’adattamento di fuoco e sangue di la casa del drago un paio di frasi possono trasformarsi in una lunga scena di diversi minuti e il tempo viene compresso e dilatato secondo necessità. Sono passati sei mesi dalla fine del primo episodio e del secondotuttavia, i fatti decisivi di il principe canaglia Si concentrano in un paio di giorni.

Dopo la morte di Aemma e la nomina di Rhaenyra a erede al trono, ci sono stati pochi cambiamenti nella Fortezza Rossa. La principessa continua a partecipare alle riunioni del consiglio riempiendo le tazze, non con un posto a tavola, perché quello è “l’ordine delle cose”, come gli ricorda Rhaenys. Le ferite infette di re Viserys non sono migliorate e, sebbene le sue condizioni, se rese pubbliche, lo renderebbero molto vulnerabile, questa è l’ultima delle tue preoccupazioni.

Ossessionato dal mantenere il regno in pace come fece il suo predecessore, il re si rifiuta di rispondere a qualsiasi delle varie minacce che mettono a repentaglio la sua autorità. Da una parte ci sono i pirati canaglia che attaccano le flotte di marinai a Stone Steps, sottoponendole a tortuose morti uccise da granchi che li mangiano vivi, mentre nutriamo i nostri incubi. Dall’altro, la provocazione di Daemon, insediato a Rocadragón con la sua legione di soldati e la sua amante Misarya, offese a cui aggiunge furto di uova di drago che la principessa aveva scelto per suo fratello morto.

“Gli darò molti figli di puro sangue Valyriano.”

Tutto questo nel mezzo del confronto personale tra Otto Hightower e Lord Corlys, che lottano costantemente per imporre il loro potere al consiglio e, soprattutto, al pressioni su Viserys per scegliere una nuova moglie per garantire l’estensione della sua stirpe, perché «il suo primo dovere è con il regno».

Dal primo episodio di Game of Thrones ci siamo abituati all’idea dell’incesto nell’universo di Westeros, ma quello che era un segreto di Pulcinella qui è la norma. per i targaryen è previsto il matrimonio tra parenti stretti e fratelli (come continueremo a vedere nel resto della stagione), e sebbene nella serie ci abbiano sempre semplificato le cose cambiando l’età di alcuni personaggi, in questo episodio possiamo vedere che nessuno si stupisce che il King pensa di sposarsi con una ragazza di 12 anni: “maturerà”dice Lord Lyonel, come se guardasse fuori dalla finestra e dicesse che il tempo è bello.

Leggi  Altre cancellazioni su HBO Max: non presenterà in anteprima la serie "Batman" o altri sei progetti animati - Notizie TV6

Tuttavia, il prescelto, con sorpresa di Lord Corlys, Rhaenyra e degli spettatori che non hanno letto i libri, è Lady Alicent Hightower. Una scelta che la rende un pezzo fondamentale sul tabellone di gioco dopo essere stata percepita solo come la figlia del Primo Cavaliere del Re e la migliore amica della principessa. Il legame tra i due è ora mutato in qualcosa di completamente diverso. Da alleati diventano rivali, poiché la possibile progenie del nuovo matrimonio è una minaccia costante per Rhaenyra, che sa di essere stata nominata erede non perché è stata scelta, ma perché ha “rifiutato Daemon”.

Da migliore amica a matrigna.

Da migliore amica a matrigna.

Lo scambio di sguardi nel momento in cui Viserys fa l’annuncio ufficiale, subito dopo aver ricevuto la benedizione della figlia, e pochi secondi prima che si renda conto di quali parole usciranno dalla bocca di suo padre, è una delle scene più potenti dell’episodio. L’altro, ovviamente, è il L’arrivo a sorpresa di Rhaenyra al Ponte di Roccia del Drago sul dorso di Syrax, per evitare un massacro, affronta lo zio, recupera l’uovo di drago e riduci Otto Hightower che la tratta sempre con offensiva condiscendenza.

Lo stesso con cui tratta Lord Corlys, Sea Serpent, il quale è consapevole che “per evitare una tempesta si può attraversarla o aggirarla, ma non aspettare mai che arrivi”, vai da Daemon Targaryen per unire le forze contro il “benefattore dei granchi” e battuta sul tavolo, perché “se non ci apprezzano, affermiamoci”. Daemon accetta la proposta, ma prima avverte il suo nuovo alleato di battaglia che può parlare di suo fratello come vuole: “Non tu”.

Un altro magnifico episodio in cui non sono mancati gli eccessi di violenza e nudità della scorsa settimana, e in cui le frasi da inquadrare e quelle succose scene di costruzione di conflitti tra due personaggi che hanno reso memorabili Game of Thrones.

“La casa del drago” è disponibile su HBO Max.

Lascia un commento