fbpx

recensione di un amore che resiste alla prova del tempo su OCS

MODALITÀ “CASUALE” PREDEFINITA

Grandi sensazioni e salti nel tempo, ecco un programma che si è già dimostrato valido. Nel cinema, in registri abbastanza lontani, possiamo citare Effetto farfallama anche Kate e Leopold. Dal lato della serie, lo è straniero che si impone spontaneamente, tra pochi altri. La moglie del viaggiatore nel tempo ora esiste nei suoi due formati, a parte il supporto letterario che l’ha originato.

La storia è quella di Henry (Theo James) e Clare (Rose Leslie), anime gemelle che il destino avrà il piacere di separare e riunire. Il motivo è semplice: Henry è affetto da un’anomalia genetica che lo spinge, senza preavviso, a diversi periodi della sua vita e talvolta anche oltre. Una situazione che li costringe a vivere la loro relazione in disordine, al punto che Henry incontra Clare quando lui ha appena trent’anni e lei ha appena festeggiato il suo ottavo compleanno.

Un giorno il suo principe verrà… e prima di quanto pensi

L’originalità della storia sta soprattutto nella sua dispersione. Sfocando la cronologia degli eventi, la serie si permette di giustapporre scene fondamentalmente contraddittorie in termini di tono ed energia. È ad esempio Henry che si innamora dell’eccentrica sorella di Clare per poi ritrovarsi espulso un attimo dopo da qualche parte in città, in balia di una banda di motociclisti. Nei suoi momenti migliori e spesso grazie al montaggio, La moglie del viaggiatore nel tempo collega una sequenza luminosa ad un’altra più seria per farle traboccare l’una sull’altra da un punto di vista puramente emotivo.

C’è solo un modo per sopravvivere a un fiume, essere una roccia“, dice Claire, cercando di descrivere il suo rapporto con Henry. La battuta può essere (un po’) divertente, ma coglie piuttosto bene la natura contraria dei due personaggi. Si riferisce ovviamente anche alla posizione dello spettatore che cerca di aggrapparsi ai rami di uno scenario sparso ai quattro venti Quindi sì, ci piace anticipare le cuciture tra le scene, ma il processo tende a esaurirsi, quando non si riversa semplicemente in inutili ripetizioni.

La moglie del viaggiatore del tempo: foto, Theo JamesMa dove sei? Non c’è, ma tu non ci sei! Ma dove sei?

AMORE GARANTITO SU MISURA

Dove avrebbe potuto essere la serie, non tradindo l’opera originale, ma scavando il suo solco più subdolo, è attraverso la manipolazione e la costrizione reciproche dei due personaggi. Incontrando Clare così giovane, Henry sa che deve prenderla sotto la sua ala protettrice e aiutarla a diventare quella che sposerà. Solo lui stesso è stato “plasmato” da Chiara che, in seguito, lo porterà a sua volta a maturare per diventare la persona che ama. Questo è il famoso paradosso del “pollo o dell’uovo”.. Chi è arrivato prima? O in questo caso, chi dei due ha cambiato per primo l’altro?

In una scena relativamente toccante, Clare torna nella radura dove ha incontrato Henry e scopre che il luogo un tempo idilliaco ora è solo uno squat all’aperto. Una disillusione svanì rapidamente quando apparve Henry con l’aspetto e l’atteggiamento dell’uomo su cui aveva sempre fantasticato: capelli corti e una voce morbida (sì, a volte dipende da poche cose). Mentre si baciano, la telecamera si alza e percorre la radura, tornando magicamente all’incontaminato Eden del passato.

La moglie del viaggiatore del tempo: foto, Rose Leslie, Theo JamesRadura della tentazione

In fondo, ciascuno si piega ai desideri dell’altro di comune accordo, con la certezza di agire in nome dell’amore. Quindi c’era materiale oscuro e affascinante da esplorare sulla questione del libero arbitrio. Purtroppo, la serie graffia solo la superficie, i personaggi sono limitati a valori o affetti esclusivamente positivi, con una o due eccezioni. Che alcuni utenti di Internet o critici professionisti siano offesi dalla natura pseudo-sovversiva di questa storia d’amore, tutto sommato molto saggio, è un malinteso.

Leggi  James Cameron potrebbe "passare il testimone" per i sequel

Certo, un adulto si avvicina a un bambino, ma la loro relazione si evolve senza alcun tipo di ambiguità fino a quando Clare non raggiunge la maggiore età. Certo, sarebbe stato difficile insinuare un’attrazione quando più di vent’anni li separano, ma a forza di cautela, la serie si sta mettendo in mezzo. Fortunatamente, le poche scene dedicate alla madre di Henry (Kate Siegel, che vorremmo vedere più spesso) sono cullate da un respiro piuttosto tragico.

La moglie del viaggiatore del tempo: foto, Kate SiegelSemplicemente il migliore

LE NOSTRE VITA DA Spettatori

Se c’è un parametro che la serie sfrutta con intelligenza e umorismo, è lo sguardo retroattivo che i personaggi hanno sulle loro esperienze passate. Il creatore, Steven Moffat, sceglie di muovere l’azione del romanzo, che si è svolto dagli anni ’60 fino all’inizio degli anni 2000, per prediligere un ancoraggio più contemporaneo. Questa modernizzazione gli permette di inquadrare la trama di un espediente che rinnova ad ogni episodio: Henry e Clare, più grandicelli, si registrano davanti alla telecamera e commentano la loro storia.

Un gradito distanziamento perché tiene conto della drammaticità che è sempre stata quella dei personaggi: voler mantenere una visione d’insieme degli eventi piuttosto che viverli. Ciò vale a maggior ragione per Henry che, paracadutato nel tempo, si confronta con altre versioni di sé, in epoche diverse, al punto da diventare, come i suoi “doppi”, lo spettatore impotente della propria esistenza. E per significare questa molteplicità sullo schermo, la serie utilizza segni, spesso estesi, del tipo: “Ha 8 anni e 24 anni e 32 anni e 40 anni“.

La moglie del viaggiatore del tempo: foto, Theo JamesQuale dei due pensi sia più immaturo? Attenzione, c’è una trappola

Ma anche in questo caso, anche se alcune scoperte sono divertenti, la serie ci prende costantemente per mano e alla fine lascia poche zone d’ombra. Solo una manciata di immagini furtive, comprese quelle molto enigmatiche, che materializzano due piedi mozzati alle caviglie, arrivano a solleticare l’immaginazione. Altrimenti, i dialoghi prendono il sopravvento per spiegare le regole del viaggio nel tempo ed evacuare l’aura di mistero.

Nota anche che questa stagione 1 copre solo una parte del romanzo. Una scelta a doppio taglio in quanto consente uno sviluppo più consistente della cornice originale, ed in particolare del segmento interessato, ma favorisce anche le ripetizioni non necessarie. Allo stato attuale, Theo James e Rose Leslie stanno andando molto bene e la loro chimica compensa almeno in parte le debolezze della scrittura. Quel che è certo è che ci aspettiamo di meglio per il sequel, se c’è la stagione 2.

La prima stagione di The Time Traveller’s Wife è disponibile per intero su OCS dal 20 giugno 2022

La moglie del viaggiatore del tempo: poster francese

Lascia un commento