fbpx

recensione a pezzi su Amazon

BAMBINI IN BICICLETTA

Ragazze di cartapubblicato tra il 2015 e il 2019 da Image Comics (e pubblicato in Francia da Urban Comics), si svolge in un piccolo sobborgo americano alla fine degli anni ’80 e racconta la storia di quattro giovani ragazze che consegnano giornali in un’avventura nel tempo.

Il fumetto di Brian K. Vaughan (Y: L’ultimo uomo, Saga) e Cliff Chiang (Bersaglio umano, donna meraviglia), con la sua estetica retrò, colori neon, richiami alla cultura pop, fantasia fantascientifica e personaggi immediatamente accattivanti che viaggiano in bicicletta, posseduti questo fascino specifico per le produzioni di Amblin di questo tempo. Questa atmosfera semplice, tenera e malinconica che Cose più strane recuperato e rianimatoe quasi allo stesso tempo diventare un fenomeno incredibile.

L’arredamento spielbergiano per eccellenza

Pertanto, come i fumetti da cui è tratto, la serie di Stephany Folsom, Christopher Cantwell e Christopher C. Rogers che approda su Amazon Prime Video sarà inevitabilmente essere associato a quello di Netflix ed essere percepito come una risposta opportunistica o imitazione, anche se lo sono molto diverso.

Al di là del fatto che i personaggi sono ragazze invece che ragazzi, come la maggior parte dei film degli anni ’80, Cose più strane concentrati sulla nostalgiail presunto omaggio e l’eccessivo riferimento in uno spettacolo dagli accenti horror sempre più spettacolari, mentre Ragazze di carta utilizza il viaggio nel tempo e gli elementi di fantasia per attirare lo spettatore esplorare cosa succede quando le speranze dell’infanzia e del passato si scontrano con la realtà dell’età adulta e del presente (o il futuro, a seconda dei punti di vista).

Ragazze di carta: fotoIl club dei quattro

QUESTO NON E’ UN REGALO

All’inizio, Ragazze di carta segue fedelmente la trama dei fumetti e mostra l’incontro tra Erin (Riley Lai Nelet) Tiffany (Camryn Jones), Mac (Sofia Rosinsky) e KJ (Fina Strazza) nel 1988 senza perdere tempo. In appena mezz’ora, le quattro ragazze delle consegne si riuniscono per proteggersi dai pericoli che affrontano durante il loro giro di donne, e dall’episodio di apertura, la band si ritrova proiettata nel futuronel 2019, coinvolto in una guerra temporale tra due fazioni: chi vorrebbe cambiare il passato e chi vuole che la realtà rimanga la stessa a tutti i costi.

Poi, durante gli otto episodi di questa prima stagione, la sceneggiatura si allontana gradualmente dal materiale di partenza e la sua narrativa fantascientifica senza fiato per concentrarsi sui suoi personaggi e sulle relazioni tra queste quattro ragazze che si credono invincibili, ma che sono profondamente vulnerabili. Così, dietro i gadget temporali, i robot giganti e i conflitti interdimensionali, la serie racchiude una storia molto più ricca ed eccitante sull’amicizia tra i preadolescenti e le domande che circondano questa era di cambiamento, scoperta e incertezza.

Ragazze di carta: foto Sofia Rosinsky, Riley Lai NeletIl futuro davanti o dietro?

Erin, Mac, KJ e Tiffany brillano ciascuno di quella scintilla giovanile trasgressiva, questo entusiasmo ingenuo che suggerisce che non ci sono limiti, che tutto è possibile. Tuttavia, quando vedono cosa ne è stato di loro o delle loro famiglie, l’innocenza di solito lascia il posto alla sorpresa, al dolore o alla disillusione. È anche qui che la serie tocca e sconvolge: incoraggiando anche chi la guarda ricordando i suoi sogni d’infanzia e cosa ha fatto con loro di redigere la propria valutazione introspettiva.

Con la stessa precisione della sensibilità, Ragazze di carta quindi offrire un’altra visione del raggiungimento della maggiore età, venata di sentimento agrodolcee interroga le nozioni di libero arbitrio e destino usando paradossi temporali e ritardi temporali tra gli anni ’80 e il nostro tempo per affrontare argomenti come femminismo, razzismo, sorellanza, amore, omosessualità o nostalgia per questo periodo fantastico.

Ragazze di carta: foto, Ali Wong, Riley Lai NeletErin ed Erin

Mentre le ragazze adolescenti si trovano ad affrontare eventi che sono al di là di loro e affrontano verità che non sono necessariamente pronte ad accettare, l’emozione della serie risiede innanzitutto in questi legami emotivi e in queste connessioni temporali che prendono forma e si intrecciano delicatamente, a piccoli tratti. Una tenerezza che accompagna la serie, nonostante il suo ritmo traballante, e che si traduce in scene intime, divertenti o toccanti, sia durante la lettura collettiva di un avviso di francobollo, sia durante una conversazione a doppio senso sui film di Stanley Kubrick Dove un semplice scatto statico durante un giro in moto.

Leggi  "Molti registi sono 'borghesi' con telecamere che vogliono spiegare la vita agli altri"

Ovviamente, questo affascinante gruppetto non sarebbe niente senza Riley Lai Nelet, Fina Strazza, Camryn Jones e Sofia Rosinsky o le loro future incarnazioni, Ali Wong per Erin e Sekai Abenì per Tiffany. Alcuni a volte cadono in overplay durante alcune scene, ma le giovani attrici mostrano tutte un talento sconcertantementre la maggior parte fa il suo debutto sullo schermo o si ritrova per la prima volta come headliner.

E oltre all’impressionante somiglianza tra le attrici e le loro controparti di carta o le espressioni facciali che le ragazze adolescenti possono condividere con le loro versioni adulte, l’unione di tutte queste donne nel tempo contro antagonisti chiamati Priora (Adina Porter) e Nonno (Jason Mantzoukas ) conferisce alla serie un potere emotivo e simbolico ancora più forte.

Ragazze di carta: foto Fina Strazza, Sofia Rosinsky, Camryn Jonesfinestra sul cuore

GIÀ VISTO

Sfortunatamente, non appena la narrativa del fumetto si riafferma e lo spettacolo abbandona il suo dramma adolescenziale e torna alla fantascienza hard-core, l’emozione lascia il posto alla noiaio. Le spiegazioni sono sciatte o incomprensibili, lo scenario si allunga con laboriose sottotrame o personaggi casuali (il che spiega perché la durata degli episodi varia tra 38 e 56 minuti) e, mancanza di budget, il risultato sembra un brutto film per la TV o una serie B.

Il più delle volte, la realizzazione è piuttosto ordinata e si limita alle scene interne per giocare il più possibile l’economia, contando su la meravigliosa partitura elettronica di Bobby Krlic (Mezzogiorno) per rafforzare l’atmosfera pacifica o ansiosa a seconda della situazione con suoni presi in prestito da Trent Reznor e Atticus Ross (con i quali ha collaborato a pirata e Triplo 9).

Ragazze di carta: foto Sofia Rosinsky, Riley Lai Nelet, Camryn JonesVicolo buio numero 64

D’altra parte, dal momento in cui cerca di dare vita alle scatole di Cliff Chiang, di filmare scene d’azione o di generare suspense, Ragazze di carta crudelmente privo di risorse e rappresenta una triste delusione per chiunque. Lo spettatore curioso si è imbattuto in esso per caso, il fan di Cose più stranee ancora di più per chi ha letto i fumetti e chissà cosa avrebbe potuto dare l’adattamento se Amazon gli avesse concesso un po’ più di budget (attingendo Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere o l’insapore L’elenco dei terminalia caso).

Così, il brulicante universo dei fumetti, fatto di colori accesi, tardigradi giganti, macchine del tempo organiche e paesaggi d’altri tempi è ora rappresentato solo da nuvole digitali, luci rosa, costumi ridicoli e effetti speciali accettabili nel migliore dei casi, tristi nel peggiore.

Ragazze di carta: fotoLa vita in rosa, molto rosa

Alcuni elementi dei fumetti appaiono ancora sullo schermo quando i personaggi si trovano all’esterno o in ampi spazi, ma la messa in scena e i mezzi tecnici e artistici chiaramente non sono all’altezza delle aspettative o delle ambizioni della serie.

L’episodio finale potrebbe concludersi con la promessa di una seconda stagione più emozionante, che dovrebbe sfruttare tutte le fantastiche potenzialità dell’opera originale, ma Ragazze di carta ha ancora bisogno di consolidare i suoi guadagni e risolti molti difetti di narrazione ed effetti visivi se vuole evitare di soffrire per il confronto con Cose più strane o per sembrare qualcosa di diverso da una produzione fallita del genere.

Paper Girls è disponibile per intero su Amazon Prime Video dal 29 luglio 2022

Stagione 1: Poster ufficiale

Lascia un commento