fbpx

questo collegamento che collega Spider-Man a Miss Marvel

La grande rete che è l’MCU ha intessuto un legame tra Spider-Man: ritorno a casa e l’episodio 3 di Signorina Marvel riportando Marvel’s Men in Black.

L’ultimo duello in stile fan-service Obi-Wan Kenobi è uscito, soffocando come Darth Vader l’attenzione sull’episodio 3 di Signorina Marvel. Dopo due episodi convincenti e luminosi, la serie sulla giovane Kamala Khan (Iman Vellani) era principalmente interessata alla sua eroina e alla scoperta dei suoi poteri. Questo nuovo capitolo di una delle migliori serie Marvel stabilisce connessioni più chiare con il resto dell’universo dei supereroi tramite un ente governativo già presente in Spider-Man: ritorno a casaControllo dei danni.

Nel primo film di Spidey con Tom Holland, Damage Control è atterrato per recuperare tutti i cantieri di New York che coinvolgono manufatti alieni, con grande dispiacere di Adrian Toomes (Michael Keaton) che si rivolgerà al crimine organizzato dotato di ali robotiche. Signorina Marvel riporta il controllo dei danni per farne una specie di Men in Black di superumani. Un’evoluzione di ciò che l’organizzazione è rispetto ai fumetti, e una visione che continua a cambiare tra ciò che i Marvel Studios volevano fare e ciò che ha già fatto con questa compagnia immaginaria.

“Ciao, sono Bob il Costruttore.”

controllo dei grandi felini

Tutti gli scontri tra supereroi, tutta la fine del mondo evitata, tutte le minacce di distruzione delle città… inevitabilmente causano danni collaterali, riducendo in briciole gli edifici e lasciando sulle strade ingombranti relitti alieni. Quindi per questo necessario lavoro di ricostruzione/sgombero, chi chiamiamo? Damage Control, un’azienda specializzata nella riparazione dei danni causati dai meta-umani. È anche questa azienda responsabile dell’archiviazione delle tecnologie relative a supereroi e supercriminali morti o scomparsi (i fumetti pensano a tutto).

meraviglia: immagineDamage Control e la sua serie di fumetti

La società di ricostruzione ha fatto la sua prima apparizione nei fumetti nel 1988 a Marvel Age annuale n. 4. Avrà anche diritto alla sua serie comica di otto numeri nel 1989 con diversi supereroi come il Punitore, Wolverine, She-Hulk o anche il dottor Destino. Damage Control sarà coinvolto in diversi importanti eventi Marvel. Come Guerra civile nel 2007 dove il direttore della compagnia si rivelerà responsabile del superpotere del villain dietro il dramma che ha scatenato la guerra tra i supereroi. La compagnia andrà dalle sue terne per ripulire la carneficina causata da Hulk hulk della guerra mondiale.

Ad agosto di quest’anno, una nuova serie comica Controllo dei danni di cinque numeri inizieranno anche, scritti dall’attore Adam Goldberg (la serie Fargo) e disegnato da Will Robson e Jay Fosgitt. Tempismo ben congegnato.

meraviglia: immagineGli affari riprenderanno

chi vuole un ufficio della mcu?

Se nei fumetti, l’azienda rende più plausibile l’universo dei supereroi mettendo in evidenza le formiche dietro i titani che si scontrano. L’MCU non riesce a sfruttare correttamente il controllo dei danni. Introdotto nell’MCU con Ritorno a casa attraverso una breve scena che rivela che Tony Stark è al comando, la compagnia non è mai tornata fino a quando Signorina Marvel dove ora diventa una nuova iterazione di SHIELD, perseguendo i detentori di superpoteri. Tuttavia, nel 2015, La Marvel aveva l’ambizione di fare una serie Controllo dei danni inserendosi nell’MCU con un tono molto diverso da quello che abbiamo finalmente.

Leggi  Ewan McGregor ricorda uno degli attori più leggendari di 'Star Wars': "Era uno dei migliori"

Prodotto dal canale televisivo ABC, già dietro Agenti dello SHIELD e Agente Carter, la serie doveva essere una sitcom scritto da Ben Karlin (Famiglia moderna). Come produttori al suo fianco, avremmo dovuto trovare David Miner (Brooklyn nove-nove, Il buon posto) e lo scrittore di fumetti Jeph Loeb. Come dire questo la serie era circondata da pesi massimi della sitcom e ha promesso un vento di commedia al L’ufficio in un mondo in cui Capitan America e Iron Man indossano i mandala. Purtroppo, Controllo dei danni morirà sul nascere, in questione: DC lancia nel 2017 la sua serie dello stesso tipo su una compagnia di assicurazioni, impotenteche durerà solo una stagione prima di essere cancellato perché pessimo.

stagione 1: fotoPerché sembrano stupidi? La serie non dice

L’incredibile piscina di acido della DC nello stesso lotto forse ci dà un’idea di cosa sarebbe stato Controllo dei dannie ha probabilmente raffredda i colletti bianchi Marvel/Disney a continuare su questa idea. Eppure il progetto ha qualcosa da incuriosire e avrebbe potuto portare momenti di antologie. Soprattutto perché diversi attori del MCU provengono da sitcom come Chris Pratt (Parchi e Divertimento), Martin Freeman (L’ufficio Regno Unito) o John Krasinski (L’ufficio), per non parlare della figurazione di diversi attori di Comunità.

Tuttavia, Signorina Marvel mostra una riscrittura più seria e ben lontana dalla funzione iniziale della società Damage Control. Per vedere cosa sarà fatto dopo, gli agenti di questa organizzazione essendo dotati di tecnologie che consentono di fermare efficacemente i meta-umani, sono una polizia anti-supereroi? O un organismo di regolarizzazione alterato (come li chiamano) creato a seguito di Guerra civile e altri disastri del MCU? Essendo la Marvel piena di sorprese, non siamo immuni da una resurrezione del progetto Controllo dei danni per farne una nuova serie inondante Disney+.

Lascia un commento