fbpx

Questa sarà la versione economica di Netflix con pubblicità: quanta pubblicità ea quale prezzo? – notizie di serie

Sono mesi che sentiamo parlare del piano “low cost” della piattaforma “streaming”. Ora finalmente conosciamo i dettagli.

Ne sentiamo parlare da mesi. Piano “low cost” di Netflix, un nuovo piano di abbonamento più economico ma con pubblicità che andrebbe ad aggiungersi ai piani attualmente funzionanti. La prima volta che abbiamo sentito parlare di questo nuovo movimento da parte della piattaforma di streaming delle big N è stata la scorsa primavera quando, a seguito della famigerata perdita di abbonati nel primo trimestre del 2022 -e la prima dal 2011-, l’azienda ha annunciato alcuni importanti provvedimenti.

Fin dal primo momento si è parlato della consueta pratica della condivisione degli account e dei movimenti che la piattaforma stava valutando di effettuare per evitarla, ma anche di una nuova formula consistente nell’includere un piano più economico, ma in cambio di pubblicità. “Coloro che hanno seguito Netflix sanno che sono stato contrario alla complessità della pubblicità e sono un grande fan della semplicità dell’abbonamento”, ha affermato il CEO dell’azienda Reed Hastings durante la presentazione degli utili per quel primo trimestre. “Ma io sono più un fan della scelta dei consumatori. E Consentire ai consumatori che vorrebbero un prezzo più basso e tollerano la pubblicità di ottenere ciò che vogliono ha molto senso”.

Netflix soffre la sua più grande crisi dal 2011 e si attiva: l’arrivo delle pubblicità e l’addio alla condivisione degli account

In quel momento, il manager ha anche osato indicare delle scadenze: “È qualcosa che cercheremo di risolvere durante il prossimo anno o l’anno successivo”, ha annunciato. Tuttavia, solo pochi mesi dopo l’azienda ha annunciato il lancio di questo nuovo piano in vari paesi, data e prezzo inclusi, e ha confermato dettagli più specifici sul nuovo piano di abbonamento che stai per offrire ai tuoi abbonati e potenziali abbonati.

Quanta pubblicità ea che prezzo?

Come annunciato da Netflix questo giovedì, la sua nuova tariffa con pubblicità – che hanno chiamato “Piano di base con annunci” -, ha già una data in Spagna: il prossimo 10 novembre alle 17:00.

Il prezzo in Spagna di questo nuovo piano sarà 5,49 € al mese, una riduzione considerevole se teniamo conto che il piano con il prezzo più basso fino ad oggi era di 7,99 € al mese.

Leggi  La fine della serie turca "Ha rubato la mia vita" è più vicina che mai e le curve stanno arrivando

E in altri paesi? Secondo quanto annunciato, il piano base con pubblicità avrà un prezzo di 6,99 dollari al mese negli Stati Uniti e sarà disponibile sulla piattaforma un po’ prima, a partire dal 3 novembre alle ore 9. Allo stesso modo, sono stati annunciati anche i prezzi. Prezzi canadesi (5,99 dollari) e britannici (4,99 dollari) e che il piano sarà disponibile anche in Australia, Brasile, Francia, Germania, Italia, Giappone, Corea e Messico.

Con il nuovo piano di abbonamento Netflix è più economico, ma gli annunci diventano parte dell’equazione. Chi si abbona a questo piano continuerà ad avere accesso a quasi tutto il catalogo Netflix e dagli stessi dispositivi di prima. Secondo la piattaforma, “alcuni film e serie non saranno disponibili a causa di restrizioni di licenza”, ma sembra che lo sarà solo su base temporanea, dal momento che stanno lavorando per impedirne una rapida riduzione al minimo.

D’altra parte, il la qualità dell’immagine disponibile sarà 720p/HD, che è quello che ha già il piano base senza pubblicità, che fino ad ora è il più economico. Che cosa non sarà disponibile è il servizio di download per godersi i contenuti offline.

Per quanto riguarda gli annunci stessi, verrà riprodotto una media di quattro o cinque minuti di annunci per ogni ora di visualizzazione. Gli annunci avranno una durata di 15 o 30 secondi e saranno scelti attraverso i controlli dell’inserzionista che aiutano gli spettatori a ottenere quelli che più li interessano. Per quanto riguarda la sua riproduzione, è stato confermato che verrà riprodotto prima e durante la visione delle serie e dei film fatta eccezione per i lungometraggi in anteprima, che verranno realizzati solo alla fine per consentire la conservazione dell’esperienza cinematografica.

Lascia un commento