fbpx

Questa è ‘Without Limits’, l’epica miniserie di Amazon sullo storico viaggio intorno al mondo di Magellan ed Elcano

Video Amazon Prime debutta venerdì 10 giugno la miniserie Illimitatouna produzione in collaborazione con RTVE che racconta l’epico viaggio intorno al mondo di Juan Sebastián Elcano e Ferdinand Magellane che oggi fa parte di tutti i libri di storia.

Creato e diretto da simone ovest (con Aria) e protagonista Rodrigo Santoro (300) Y Alvaro Morte (La rapina di denaro), la serie ci invita a viaggiare nel XVI secolo, quando un gruppo di marinai decise di partire per le Indie. I pochi che sarebbero tornati sarebbero stati i primi a fare il giro del mondo, in una missione quasi impossibile che cambierebbe il corso dell’umanità a tutti i livelli e dimostrerebbe che la Terra è rotonda.

In occasione della premiere della serie, il giornale specializzato in serie televisive e film ha potuto parlare con il suo creatore e regista Simon West e con Rodrigo Santoro, che ci ha raccontato alcuni dettagli delle riprese e la vera storia dietro la fiction.

La più grande impresa nella storia dello schermo

‘Nessun limite’ | Rimorchio | Video Amazon Prime

Nell’agosto del 1519, guidati dal portoghese Ferdinando Magellano (Rodrigo Santoro), 239 marinai partirono da Siviglia dirigersi verso le Indie. Tre anni dopo, solo pochi tornarono a casa, affamati, malati e guidati dallo spagnolo Juan Sebastián Elcano (Álvaro Morte). Dopo un lungo viaggio, sono riusciti a circumnavigare il mondo, una missione quasi impossibile che ha finito per cambiare per sempre il corso della storia, dimostrando che la Terra è rotonda.

Parlando della serie, il creatore e regista Simon West ha indicato affascinato ciò che vedremo nei suoi sei capitoli. “Oggi diamo per scontate certe cose, come viaggiare per il mondo in un modo molto semplice, ma 500 anni fa molte persone non sapevano nemmeno che la Terra fosse rotonda Y pensavano che se avessero continuato a navigare sarebbero caduti dal bordo del mare in un abisso“, Lui ha spiegato.

Ha anche sottolineato il fatto che la serie affronta i diversi punti di vista all’interno della stessa nave, dove devono accettare di raggiungere un luogo specifico e rischiare anche la propria vita.

Anche il processo di indagine è stata una grande impresa

Nel ricordare il processo prima delle riprese della serie, Simon West ha pensato all’indagine come a una delle fasi più complesse del progetto. Il regista ci ha detto che la prima cosa che ha fatto è stata venire al Museo Navale di Madrid, ma dove ha davvero imparato è stato quando ha potuto parlare con alcuni membri della Marina spagnola.

“Grazie a quegli ufficiali, che mi hanno dato la loro versione della storia e mi hanno insegnato cosa comportava questa impresa, sono stato in grado di trovare il punto di partenza da cui raccontare la storia”, ha ricordato West. “È stato anche molto interessante poter vedere la fonte ufficiale che raccontava tutto ciò che è accaduto su quelle navi, gli animali che avevano visto, i luoghi che avevano scoperto… Una realtà che non sapevano esistesse prima di partire. “

Leggi  La migliore serie di agosto (2022): da 'Sandman' a 'Ellas de la coup'

Quello che però lo colpì di più fu riuscire a gestire la documentazione ufficiale dell’epoca, e tutte le carte e mappe storiche. “È stato molto scioccante vedere che le lettere e i documenti ufficiali di quell’avventura erano davanti a me e che erano reali e potevo toccarli”, ha detto entusiasta, “tutto è diventato molto più reale e Mi sono reso conto che, davvero, tutto questo era successo e ne avevo la prova davanti agli occhi”.

Ferdinando Magellano, l’uomo dietro il mito

Ferdinando Magellano nella serie ‘Senza limiti’.

Video Amazon Prime

“Ho ricordato la storia del famoso Stretto di Magellano e l’ho studiata a scuola, ma ammetto di non conoscere bene i fatti”, ha riconosciuto nell’intervista Rodrigo Santoro. “Sono rimasto affascinato dalla complessità del personaggio, perché anche se all’inizio poteva sembrare un coraggioso navigatore, poi ti rendi conto che era un uomo pieno di conflitti e contraddizioni molto profondi”ha descritto l’attore.

Inoltre, Santoro ha confessato che per lui la cosa migliore dell’interpretare Magellan è stata umanizzare il personaggio e costruire da lui una persona reale piena di strati. “Ho avuto la fortuna di accedere al testamento reale di Magellano”, ha spiegato Santoro, “e attraverso di esso ho scoperto come scriveva e si esprimeva, che era un uomo molto religioso e un po’ ossessionato ed estremista”.

Tuttavia, l’attore era chiaro che voleva andare oltre, e “dagli una certa dimensione e non lasciare che sia un eroe o un cattivo”aggiunse, lasciandolo cadere “Magellan ha un’immagine molto controversa” e che doveva “evitare di cadere nello stereotipo o nella caricatura e cercare di non romanticizzare la sua figura”.

Un omaggio agli uomini che hanno rischiato la vita e hanno fatto la storia

Álvaro Morte interpreta Juan Sebastián Elcano in

Álvaro Morte interpreta Juan Sebastián Elcano in “Senza limiti”.

Video Amazon Prime

Infine, uno degli argomenti discussi durante l’intervista è stato il legame tra Magellan ed Elcano, due marinai e persone molto opposte che hanno dovuto mettersi d’accordo per portare a termine la missione. Rodrigo ha precisato di aver potuto godere del processo di costruzione di questa storia grazie ad Álvaro Morte, insieme al quale è riuscito a rendere omaggio a una delle più grandi imprese della storia e allo stesso tempo intrattenere il pubblico.

“Il viaggio intorno al mondo che Magellano ed Elcano non solo hanno mostrato che la Terra è rotonda, ma ha anche cambiato la storia dell’umanità in diversi modi, nell’economia, nel commercio, nell’astronomia, nella circumnavigazione…”, ha affermato Santoro, facendo anche è chiaro che, “Sebbene Elcano fosse un grande pilota e Magellan avesse una grande visione e conoscenza, questa impresa non sarebbe stata possibile senza i capitani delle altre navi e il resto dell’equipaggio”.

Limitless debutterà il 10 giugno su Amazon Prime Video.

Lascia un commento