fbpx

Quanti spagnoli condividono i loro account sulla piattaforma? Netflix, Amazon o HBO sono più condivisi?

“Tutti gli utenti delle piattaforme di streamingin misura maggiore o minore, fare uso di account condivisi”. Secondo il rapporto preparato da Barlovento Comunicación sulla terza ondata del 2022, più della metà degli abbonati attua questa strategia e prenderebbe addirittura in considerazione la possibilità di annullare l’iscrizione se il loro utilizzo non fosse possibile.

Il cosidetto Barometro TV-OTT È uno studio che si fa durante durante tutto l’anno e che viene pubblicato con cadenza quadrimestrale, con l’obiettivo di analizzare il mercato della televisione a pagamento e delle piattaforme di streaming. streaming in Spagna. In questo caso, il report è stato realizzato dal 5 al 20 dicembre 2022, prendendo un campione di 2.304 persone e prendendo in considerazione un totale di 25 piattaforme, tra cui Netflix, HBO Max, Amazon Prime Video, Disney+, Movistar Plus+ e Filmin.

[La ‘policía’ del streaming llegará a primeros de 2023: Netflix pone fin a las cuentas compartidas]

Le piattaforme più condivise

Ripartizione delle piattaforme in base alla percentuale di utenti che condividono il proprio account.

In questa raccolta di dati, la piattaforma in cui ci sono più utenti con account condivisi è Netflix, con fino al 63,3% dei suoi abbonati. Nonostante questa strategia sia stata quella che ha contribuito all’espansione dell’azienda, molto presto inizierà ad essere monitorata e controllata, e gli utenti ne sono consapevoli.

Il 58,7% degli utenti, infatti, ammette che in tal caso terminerà il proprio abbonamento, contro il 14,8% che sarebbe disposto a pagare un extra per continuare a utilizzare il servizio alle stesse condizioni, il 14,6% che pagherebbe il proprio abbonamento con la stesse caratteristiche, e l’11,8% che avrebbe l’abbonamento con la pubblicità.

lo segue da vicino Disney+, anche se con percentuali più equilibrate. Il Il 55,7% degli abbonati ammette di utilizzare account condivisi e fino al 66,8% degli utenti ammette che abbandonerebbe l’abbonamento se questa pratica fosse vietata, rispetto al 10,1% che sarebbe disposto a pagare un extra alle stesse condizioni, al 12,4% che avrebbe un proprio abbonamento e il Il restante 10,7%, che verrebbe versato all’opzione con la pubblicità.

HBO Max è la terza piattaforma, con il 47,9% di utenti chi condivide l’account. Se decidessero di porre fine a questa pratica, il 63,7% degli utenti terminerebbe il proprio abbonamento, mentre il 12,8% pagherebbe un extra, il 15,4% avrebbe il proprio abbonamento con le stesse caratteristiche e l’8,1% verrebbe pagato per l’abbonamento supportato dalla pubblicità.

Avanti sulla lista

Di tutte le piattaforme di streaming disponibili in Spagna, Prime Video, Filmin e Movistar Plus+ hanno una percentuale più alta di utenti che non condividono i propri account. Nel Prime Video, lo fa il 31% degli utentie secondo il rapporto, se l’azienda chiudesse questo sistema, il 64,1% degli utenti annullerebbe il proprio abbonamento, rispetto al 13% che pagherebbe un extra per continuare a utilizzare il servizio alle stesse condizioni, il 13,3% che pagherebbe per un proprio abbonamento con le stesse caratteristiche, e un restante 9,6% che verrà corrisposto per l’abbonamento con la pubblicità.

Leggi  Dove trasmettere in streaming?

riprese mantiene anche una bassa percentuale di utenti con account condivisi, con solo a 28,9%. E raggiunge anche un numero moderato Movistar Plus+, dove il 24,9% degli utenti condivide il proprio account. In questo caso, se l’azienda vietasse di realizzare questa strategia, il 65,9% degli utenti disdicerebbe il proprio abbonamento, mentre il 7,5% sarebbe disposto a pagare un extra per poter continuare a utilizzare il servizio alle stesse condizioni, il 16,9% pagherebbe per il proprio abbonamento con le stesse funzionalità che già hanno e il 9,7% sottoscriverà l’abbonamento con pubblicità.

[Netflix empezará a cobrar por las cuentas compartidas dentro de un año]

Netflix sarà il primo a farla finita

La polizia dello streaming arriverà a inizio 2023: Netflix spiega i nuovi account condivisi

La “polizia” dello streaming arriverà a inizio 2023: Netflix spiega i nuovi account condivisi

Negli ultimi mesi Netflix ha subito alcuni cambiamenti e, dopo aver implementato il suo piano di base con gli annunci e essersi adattato all’uscita di Reed Hastings dall’azienda, è tempo di fissare una data per una delle misure più temute dagli utenti: la fine degli account condivisi.

L’azienda, che è riuscita ad espandersi in modo esponenziale grazie a pratiche come questa, incolpa questa strategia per il suo crollo e la sua prossima mossa sarà quella di porvi fine, credendo che questo risolverà il problema.

Sembra infatti che questa misura abbia già una data di arrivo approssimativa e quella la fine degli account condivisi avverrà alla fine del primo trimestre del 2023segnando il mese di marzo come termine ultimo.

Ciò significa che, da quel momento, Netflix sarà più severo rilevando se qualcuno sta tentando di accedere con il nostro account al di fuori della nostra casa, cercando di convincere queste persone ad avere il proprio abbonamento indipendente o che l’utente paga un importo maggiore nella sua quota mensile per poter condividere il suo account.

Non è ancora noto come aumenteranno i prezzi per gli abbonati con account condivisi e sebbene molto probabilmente sarà più economico rispetto all’acquisto di un abbonamento separato, dovremo aspettare fino a marzo per vedere come gli utenti agiranno di conseguenza.

Lascia un commento