fbpx

Quali sono le specifiche quando si acquista un’auto classica decappottabile?

Cosa intendiamo esattamente per auto d’epoca?

Quando si parla di auto d’epoca, quello che viene subito in mente è “è costoso”! In effetti, è un’auto con caratteristiche che la fanno risaltare. Questo tipo di veicolo può avere a vantaggio tecnico, storico, estetico, sportivo o popolare. Naturalmente, ci sono regole che definiscono i veicoli da collezione.

Secondo l’articolo R311-1 del codice della strada, per essere designata come auto da collezione, deve essere costruita o immatricolata da almeno 30 anni. Inoltre non dovrebbe più essere prodotto. Infine, per un veicolo da considerare oggetto da collezionedeve essere conservato storicamente e non deve subire alcuna modifica.

La decappottabile, un modello che piace ancora a tanti collezionisti

Quando si parla di auto d’epoca, la decappottabile piace ancora a tanti appassionati di vecchi veicoli. Infatti, questi piccole auto incarnare la libertà. Si distinguono in particolare per il loro tettuccio apribile, prima con capote prima di diventare rigido.

È vero che la decappottabile esiste raramente in versione sportiva, ma è particolarmente apprezzata per la ballata. Inoltre, da collezionista, è soprattutto la bellezza dell’auto ad attrarre ed è la passione che anima.

I diversi criteri da considerare nella scelta di un’auto d’epoca

L’acquisto di un veicolo da collezione non dovrebbe essere fatto a caso. In effetti, ci sono diversi punti da tenere in considerazione. Per iniziare, è necessario verificarne l’anzianità. In genere i veicoli classici da collezione sono stati prodotti tra il 1885 e il 1874. Dal 1975 ci sono i Giovani. Oltre all’età dell’auto, anche la rarità è un punto essenziale per fare la scelta giusta. Ciò può essere dovuto alla scarsa produzione o al prestigio del veicolo.

Leggi  Attenzione, rilevato nuovo rischio di listeria, si richiama urgentemente!

Conviene scommettere anche su auto che sono state prodotte da marchi già scomparsi e che hanno conosciuto le loro ore di gloria. Sono da preferire modelli con carrozzerie progettate in modo tradizionale. Puoi anche scegliere auto che hanno inaugurato nuove tecnologie o veicoli da collezione con estrema popolarità. Questi criteri devono essere presi in considerazione, soprattutto se si prevede di farlo fare un investimento. Se invece è solo una passione, non ti resta che scegliere l’auto che hai nella testa e nel cuore.

Alcuni esempi di auto da collezione convertibili tra cui puoi scegliere

Se vuoi investire in questo tipo di auto d’epoca, ecco alcuni esempi di modelli che potrebbero interessarti.

– La Mercedes-Benz 300 SL, immessa sul mercato dal 1954. Questa decappottabile a due posti entra nella leggenda delle auto da sogno. È originale, tecnica ed estetica allo stesso tempo.

– La Peugeot 404 cabriolet presentata al Salone di Parigi del 1961. Questa vettura si distingue per eleganza e potenza grazie al suo innovativo motore con sistema di iniezione benzina Kugelfischer.

– Il Renault Florida dal 1959 al 1968. Rappresenta lo spirito anni Cinquanta. E questi sono solo alcuni scorci visto che ci sono ancora tanti altri modelli e marchi.

Lascia un commento