fbpx

Quali sono le particolarità dello zucchero d’acero: cosa c’è da sapere

Lo sciroppo d’acero può essere trasformato in zucchero simile allo zucchero bianco. Lo sapevate ? In effetti, esiste lo zucchero d’acero che può essere utilizzato allo stesso modo dello zucchero bianco. Oltre ad avere un gusto particolarmente saporito, questo zucchero è più qualitativo dal punto di vista nutrizionale. Come si fa lo zucchero d’acero? Quali sono il suo gusto e le sue qualità nutrizionali? Come cucinarlo?

Cos’è lo zucchero d’acero?

In passato, lo zucchero bianco come lo conosciamo era una merce rara. Per addolcire il cibo, i pionieri del Nord America raccoglievano la linfa degli aceri per estrarre lo sciroppo, farlo bollire e trasformarlo in zucchero. Lo zucchero d’acero è quindi sciroppo d’acero trasformato per evaporazione. Si presenta sotto forma di polvere finissima o piccoli cristalli simili a pepite.

Lo zucchero d’acero contiene saccarosio, fruttosio e glucosio. In termini di gusto, quindi, è diverso dallo zucchero raffinato che tutti conosciamo. Lo zucchero d’acero offre un’esperienza culinaria unica, poiché è una miscela di sapori simile al caramello e alle noci.

Le qualità nutrizionali dello zucchero d’acero

A differenza dello zucchero bianco, che contiene il 99,7% di saccarosio e non fornisce nutrienti all’organismo, lo zucchero d’acero è più interessante dal punto di vista nutrizionale. Lo zucchero d’acero contiene antiossidanti, che consentono al corpo di assorbire meglio il glucosio. Inoltre, il suo indice glicemico è 54, che è relativamente basso per uno zucchero puro. Per fare un confronto, lo zucchero bianco ha un indice glicemico stimato in 68. Lo zucchero d’acero contiene quindi tre tipi di zuccheri, ma anche una piccola quantità di proteine, sale e lipidi per un valore energetico di 350 calorie per 100 g.

Leggi  Vivi l'aurora boreale con una crociera in Norvegia

Il Canada si invita nei tuoi piatti con zucchero d’acero o sciroppo d’acero. Lo zucchero d’acero è molto versatile, poiché ci sono diverse granulometrie. Può quindi avere una consistenza polverosa come lo zucchero a velo, granulosa come lo zucchero bianco o addirittura assomigliare a pepite di zucchero. Pertanto, nelle tue ricette dolci, sostituisci semplicemente lo zucchero bianco con lo zucchero d’acero in quantità uguali. In alcuni negozi troverai dei pani di zucchero che devi solo grattugiare per usarli. Pertanto, lo zucchero d’acero può essere:

  • spruzzato sui tuoi biscotti
  • incorporato nelle tue ricette di cottura
  • aggiunto ad una macedonia di frutta
  • versato in un cocktail
  • adagiato come elemento decorativo su una brioche o una torta
  • usato come ingrediente per la marinata
  • aggiunto al tuo yogurt

Come abbiamo visto, lo zucchero d’acero viene utilizzato allo stesso modo dello zucchero bianco o dello zucchero di canna. L’unica differenza notevole è il suo gusto. Lo zucchero d’acero offre sapori un po’ più amari, ma più naturali e più sani. In termini di prezzo, lo zucchero d’acero è più costoso dello zucchero bianco. In alcune ricette, puoi ridurre i costi sostituendo lo zucchero d’acero con lo sciroppo d’acero.

Lascia un commento