fbpx

Quali sono i dispositivi per l’esenzione fiscale nel settore immobiliare? Le regole per l’appartamento

In Francia, l’investimento immobiliare rimane tra gli investimenti preferiti dai privati. E questo può essere compreso. Un immobile azzeccato perché permette di realizzare guadagni a breve, medio e anche lungo termine. È quindi abbastanza logico che molte persone si rivolgano all’acquisto di un appartamento per poi affittarlo. Ma queste proprietà rappresenteranno spesso delle tasse aggiuntive da pagare, e se vuoi fare un investimento rapidamente redditizio, sappi che ci sono molti dispositivi che ti permettono di esentare il tuo appartamento dalle tasse. Vale a dire, pagare meno tasse e realizzare profitti più rapidamente. Possono essere utilizzate la legge Pinel, il Fiscale SCPI, la legge Malraux o altri meccanismi.

Segui i consigli di un’agenzia per un’esenzione dalle tasse sugli appartamenti

La cosa migliore da fare per ottenere la migliore esenzione fiscale possibile per il proprio appartamento è consultare un’agenzia immobiliare esperta. È anche possibile fare investimenti locativi chiavi in ​​mano, dove l’agenzia si prenderà cura del tuo immobile e della sua gestione, garantendo nel contempo che sia il più redditizio possibile. ecco una gamma di dispositivi che le agenzie possono utilizzare.

La legge Pinel

Questa è sicuramente la legge più conosciuta in termini di esenzione dall’imposta sugli immobili. Ti consentirà di ridurre le tasse di una percentuale sul prezzo di acquisto di una nuova casa. Queste riduzioni sono distribuite su 6, 9 o 12 anni. Sei tu a scegliere la durata del tuo impegno e potrai ottenere una riduzione d’imposta di 63.000 euro in totale. In cambio, dovrai impegnarti a mantenere questa proprietà e ad affittarla a un canone ridotto per la durata dell’impegno. Questi canoni sono limitati in base all’area geografica della proprietà.

Leggi  Possiamo proteggerci da un attacco di tipo ransomware con un software?

Il deficit fondiario

Se hai investito in un vecchio immobile, questa sarà probabilmente l’unica soluzione per tassarlo. Dovrai svolgere lavori in un immobile in affitto per un importo superiore al reddito della tua proprietà. Questo può essere un lavoro di miglioramento, ristrutturazione o manutenzione, che verrà poi ridotto dal reddito imponibile. Non puoi superare i 10.700 euro in un anno. Questo rappresenterà la massima quantità di lavoro possibile. Ma sarà possibile utilizzare i disavanzi inutilizzati per diversi anni, per poter tassare regolarmente i lavori sul proprio immobile.

Investi in SCPI specifici

Molte persone scelgono di rivolgersi a SCPI per i loro investimenti immobiliari. Questo ti permette di investire somme minori, ma che ti forniranno comunque un reddito dignitoso. Quando investi in un SCPI, acquisti azioni in un portafoglio immobiliare, che puoi rivendere in seguito. Quando vuoi. E potrai investire in tanti SCPI diversi, che saranno orientati sugli immobili con vantaggi fiscali. Questo può essere negli SCPI secondo la legge Pinel, negli SCPI secondo la legge Malraux, negli SCPI orientati al deficit fondiario… E non avrai alcuna gestione immobiliare da garantire.

Lascia un commento