fbpx

Progetto Lima, vera missione di Roy

Scopri la spiegazione della fine di Ad Astra su Amazon Prime Video! Spoiler!

Ad Astra è disponibile su Amazon Prime Video! Se lo vuoi sapere la spiegazione della fine, continuare a leggere! La maggior parte della durata diAd Astra è dedicato al personaggio di Pitt, Roy McBride, che tenta di portare a termine il compito assegnato dal Comando spaziale degli Stati Uniti: inviare un messaggio ai confini della Via Lattea nel tentativo di invogliare suo padre, Clifford McBride, a tornare alla Casa.

Clifford ha lasciato Roy all’età di 29 anni, prima dell’inizio del film, per dirigere Project Lima, un progetto per dimostrare l’esistenza della vita extraterrestre. Tutte le comunicazioni tra la Terra e il Progetto Lima, il cui equipaggio si staccò vicino a Nettuno per svolgere le loro ricerche, si interrompono 16 anni dopo l’inizio della missione. Per tutte le versioni di Amazon Prime, è qui.

Quando la SpaceCom viene indotta con l’inganno a credere che Clifford possa essere vivo, reclutano Roy, che ha scelto di seguire le orme di suo padre e diventare un astronauta modello, per servire essenzialmente come esca per attirare Papa McBride sulla Terra. Ecco la spiegazione della fine di Ad Astra!

Spiegazione della fine di Ad Astra

Comprendere i complessi viaggi di Roy e Clifford è essenziale per capire la fine di Ad Astra. In poche parole, padre e figlio si uniscono, raggiungono il loro obiettivo comune di salvare l’umanità. L’anziano McBride si perde ei giovani tornano a casa cambiati. È un fine abbastanza standard, a fine che molti probabilmente volevano più fantascienza metafisica come Interstellar.

Solo che, come sappiamo, nessuno dei due è realmente se stesso. Roy inizia a perdersi nella solitudine di viaggiare per miliardi di miglia attraverso il sistema solare. Riflettendo costantemente su suo padre e uscendo dal suo guscio.

E sebbene Clifford, per sua stessa ammissione, non si sia mai preoccupato dei suoi cari. L’isolamento lo ha portato a prendere le distanze dal membro della società che sembrava essere una volta. Questa distinzione è fondamentale. Si trovano in una situazione simile a causa di esperienze simili.

Leggi  Suzhal the Vortex Stagione 1: Spiegazione del finale!

Ma il figlio è lì solo per seguire suo padre. Ha cercato di essere il meglio che poteva essere anche se non era lui. Quando vede suo padre, un uomo che ha sofferto e lottato e lontano dall’eroe, gli è stato fatto il lavaggio del cervello facendogli credere con il suo approccio dogmatico al paradosso alieno. Roy è in grado di quantificare le sue perdite e coglierle.

Al fine di Ad Astra, Clifford riconosce anche i suoi mali a modo suo, venendo consolato da suo figlio per il presunto fallimento del Progetto Lima, prima di lasciarsi letteralmente andare. Riconosce che non c’è niente per lui sulla Terra e sembra avere almeno una certa accettazione cosciente degli effetti dannosi delle sue azioni, quindi si libera da suo figlio.

È un distacco simbolico, un taglio della corda invisibile che ha tenuto Roy completamente dipendente da suo padre. Certo, a questo punto, il figlio è già uscito da quest’ombra, questo è puro immaginario.

In definitiva, Ad Astra prendere fine su un’ultima svolta di fiducia paterna, con Roy che usa un lucchetto dalla nave di suo padre per proteggerlo mentre scappa a Cefeo attraverso gli anelli di Nettuno. E usando la prossima esplosione come propulsione per tornare sulla Terra. Torna a casa con un ritrovato rispetto per il mondo che lo circonda, accettando il suo posto nell’universo e riconnettendosi con la sua ex moglie.

Lascia un commento