fbpx

prima di Sandman, Neil Gaiman voleva adattare Doctor Strange con Guillermo Del Toro

No, questo titolo non è uno scherzo con tutte le parole chiave giuste. Gaiman si è davvero avvicinato alla Marvel all’inizio dell’MCU per fare un Dottor Strano con DelToro.

Ci sono alcune mattine in cui vorremmo che il multiverso esistesse davvero… Solo per vedere, cosa. In una realtà alternativa, Dottor Strano sarebbe entrato nel Marvel Cinematic Universe sin dalla sua infanzia, alla fine degli anni 2000, sarebbe stato scritto dall’acclamato autore di fumetti e graphic novel Neil Gaiman e sarebbe stato diretto da Guillermo del Toro. Questo non è certo il sogno di un fanatico di film e fumetti, ma aun progetto dello stesso Gaiman, che avrebbe provato a venderlo a Kevin Feige, il padre del MCU.

Immergiamoci nella realtà alternativa di Hollywood

L’aneddoto è stato raccontato dallo stesso autore nel podcast “Happy Sad Confused” di Josh Horowitz. “Kevin ed io abbiamo parlato molte volte negli ultimi anni, ha così spiegato, Penso che il modo in cui hanno realizzato Doctor Strange fosse commercialmente migliore… Ma già nel 2007, ricordo di aver avuto conversazioni minimaliste come: “che ne pensi di Doctor Strange?” . Ne stavamo parlando con Guillermo Del Toro e avevamo delle idee per il personaggio e per l’inizio del film. Ho presentato a Kevin il fatto che avrei potuto adattare Doctor Strange con Guillermo e in generale quello che mi ha detto è stato: “Vogliamo concentrarci solo sui personaggi principali per il momento. Doctor Strange è lontano nella lista, non vogliamo avventurarsi in esso”.

Ricordiamo che nel 2007 l’MCU era appena iniziato. Il primo film nell’universo, Uomo di ferro nelle sale cinematografiche nella primavera del 2008.

Doctor Strange nel multiverso della follia: foto, Benedict CumberbatchUn eroe non abbastanza importante per il MCU?

Alla fine, ci sono voluti solo una decina di anni prima Dottor Strano non integra il MCU, nelle vesti di Benedict Cumberbatch e davanti alla telecamera di Scott Derrickson (il regista di Sinistro e di L’esorcismo di Emily Rose). Oggi il mago è uno dei personaggi centrali della seconda saga del MCU ed è divertente vedere che all’epoca il personaggio non era nemmeno sui radar di Feige e del suo team. Neil Gaiman, autore di Sandmanil cui adattamento è disponibile da allora su Netflix 5 agosto 2022, ha anche fornito alcuni dettagli sullo scenario del “suo” Dottor Strano (ed è abbastanza diverso da ciò che la Marvel ha scelto di fare).

Leggi  Chi è Rose Blaine? Teorie sulla nuova moglie di Nick in "The Handmaid's Tale"

Sandman: foto, Tom SturridgeGaiman, Netflix più che Marvel

“La mia idea preferita era di farne un medico alcolizzato, radiato dall’albo [de son ordre] nei primi anni ’20ha dettagliato al microfono di Josh Horowitz, L’idea era di fargli superare queste prove, quindi addestrarlo a diventare il miglior mago del mondo tra la fine degli anni ’20 e l’inizio degli anni ’30. Ha vissuto nel Greenwich Village per 90 anni, senza cambiare fisicamente e nessuno se ne accorge davvero. Ci piaceva l’idea che fosse un po’ fuori tempo…” Uno scenario molto diverso dal percorso scelto dalla Marvel.

Doctor Strange nel multiverso della follia: fotoIl dottor Strange visto dall’autore di Sandman

Infine, dal 2007, Gaiman ha pubblicato una dozzina di romanzi e raccolte di racconti. Molti di questi lavori sono stati adattati in film o serie (Coraline, American Gods, Good Omens…). L’ultimo: Sandman, dunque, di cui si è parlato molto ultimamente. Un adattamento molto atteso, Gaiman non è troppo ottimista sulle possibilità di un sequel. In attesa del verdetto di Netflix, vi invitiamo a rileggere la nostra recensione della serie.

Lascia un commento