fbpx

Prima di “La casa del drago”: 10 strizzatine d’occhio nascoste in “Il Trono di Spade”

Il prequel ambientato 200 anni prima degli eventi accaduti nel mondo creato da George RR Martin è già arrivato su HBO Max. Guardiamo indietro per ricordare la finzione che ha dato inizio a tutto.

Il mondo creato da George RR Martin sulla carta sopravvive dopo la fine di Game of Thrones. la prima di La casa del drago in hbo max è stato un successo e i fan che hanno apprezzato la storia di Jon Snow (Kit Harington), Daenerys (Emilia Clarke) e compagnia hanno potuto rientrare nell’universo del tradimento, della violenza e del desiderio di potere con il prequel sul clan Targaryen.

UN La casa del drago ha ancora molti capitoli avanti, ma Game of Thrones si è conclusa nel 2019. Per questo motivo, abbiamo voluto guardare indietro alla fiction di successo creata da DB Weiss e David Benioff e raccontarvi 10 strizzatine d’occhio nascoste in essa. Alcuni potresti conoscere, altri no. Comunque sia, vale la pena ricordare una delle serie che ha fatto la storia della televisione.

cammei di spade

Ti sei mai fermato a guardare in dettaglio le spade che compongono il Trono di Spade? nel mondo di George RR Martin, questo importante seggio è costruito dai nemici sconfitti in battaglia. Tuttavia, ce ne sono alcuni ben noti ai fan delle saghe fantasy. Un utente di Reddit ha scoperto una spada molto simile a quella in Gandalf (Ian McKellen) da Il Signore degli Anelli. Anche da altri titoli come Kingdom of Heaven e Robin Hood: Prince of Thieves.

capo di un presidente


Dopo l’esecuzione di ned stark (Sean Bean), Joffrey (Jack Gleeson) mostra il suo sadismo quando costringe sansa (Sophie Turner) per guardare la testa di suo padre su un palo. Ma non è l’unico. In una delle altre teste puoi vedere il profilo di George W. Bush, ex presidente degli Stati Uniti. I creatori della narrativa David Benoff Y DB Weiss hanno spiegato che non era intenzionale e che era tutto dovuto al budget. Fondamentalmente, hanno usato teste già pronte per risparmiare denaro. Tuttavia, HBO ha dovuto scusarsi e modificare digitalmente il viso.

Harry Potter


La settima stagione di Game of Thrones ha un sottile cenno a Harry Potter. Jim Broadbent ha dato vita al professore di Hogwarts Orazio Lumacorno nella saga del giovane mago e nella narrativa di HBO all’arcimaestro ebroso. In Harry Potter, attraverso un “flashback” in Il principe mezzosangue, viene mostrato come Tom Riddle (futuro Lord Voldemort) gli chiede della sezione proibita della biblioteca di Hogwarts. In Game of Thrones lo è Sam (John Bradley) che gli chiede dei libri segreti nella biblioteca del Cittadella. La differenza è che mentre Tom Riddle vuole informazioni per creare horcrux, Sam cerca un modo per sconfiggere i non morti.

I cameo dei creatori


David Benoff Y DB Weiss sono i creatori di Game of Thrones e hanno diversi cameo nella narrativa. Uno di questi si verifica quando arya (Maisie Williams) visita il Sala dei Volti. Tra tutti quelli che appaiono puoi vedere i volti di Benioff e Weiss in più di un’occasione. Hanno anche un cameo nell’episodio dell’ottava stagione ‘Gli ultimi Stark’ (8×04) come una coppia di selvaggi a una festa a Grande Inverno.

L’abito da sposa di Sansa


L’abbigliamento dei personaggi Game of Thrones raccontano anche storie. Un esempio di questo è l’abito da sposa di sansa (Sophie Turner) quando si sposa Tirione (Pietro Dinklage). Il costumista Michele Clapton ha affermato che i ricami raccontano la storia del membro del clan Stark. Sul vestito c’è un pesce che rende omaggio alla casa della madre: il tully. C’è anche un lupo -connessione con Stark– e a Leone -connessione con Lannister-.

Leggi  'SM. Marvel': chi appare e cosa significa per la serie la scena post-crediti del primo episodio

La prima parola di Davos


La settima stagione di Game of Thrones confermato qualcosa di molto importante: Jon Snow (Kit Harington) è in realtà il figlio di Lianna Stark Y Rhaegar Targaryen e quindi erede al Trono di Spade. Il suo vero nome è Aegon Targaryen e, prima di questa rivelazione, Davos (Liam Cunningham) l’ha detto. Il momento si verifica quando la principessa Shireen Baratheon (Kerry Ingram) gli insegna a leggere. La prima parola che Davos impara è “Aegon”.

Le cicatrici di Jon Snow


Uno dei momenti più scioccanti di Game of Thrones è la morte e la successiva resurrezione di Jon Snow (Kit Harington). La coltellata al cuore lascia una cicatrice sul petto che Daenerys (Emilia Clarke) andare. Potrebbe ricordare alla Madre dei Draghi quello che è rimasto khal droga (Jason Momoa) nello stesso luogo e ciò ha causato la sua morte. Un altro punto in comune tra i due personaggi è la cicatrice sul viso, nella zona degli occhi.

La morte di Walder Frey


arya (Maisie Williams) ha ottenuto una delle sue vendette nella sesta stagione di Game of Thronesquando uccide Walder Frey (David Bradley). Prima di tagliargli la gola, la ragazza Stark gli serve una torta fatta con i resti dei suoi figli. Non è la prima volta che i fan della serie sentono qualcosa del genere. Nella terza stagione, crusca (Isaac Hempstead Wright) racconta hodore (Kristian Nairn) la leggenda del Cuoco di topi. Secondo la storia, un cuoco dei Guardiani della notte uccise il figlio di un re in visita, fece a pezzi il corpo e fece una torta che poi servì al monarca. Gli dei punirono il cuoco, trasformandolo in un topo e costringendolo a sopravvivere mangiando i suoi piccoli. Cosa fece arrabbiare gli dei? Per un uomo uccidere un ospite sotto il suo tetto. Esattamente la stessa cosa che fece Walder Frey con alcuni degli Stark nel matrimonio rosso.

I genitori di Jon Snow


Molto prima della teoria che Jon Snow (Kit Harington) è figlio di Rhaegar Targaryen Y Lianna Stark sarà confermato, Game of Thrones avanzò la grande rivelazione. Nella prima stagione, quando Jon e Sam (John Bradley) stanno scherzando sulle loro esperienze con le donne, Jon rivela di non sapere chi sia la sua vera madre. Se guardi da vicino le lettere scolpite nella colonna di legno dietro Jon, immagina il capitolo ‘Storpi, bastardi e cose rotte’ (1×04)– puoi vedere la “R” e la “L”. È interessante notare che i fan hanno intitolato la loro teoria sui veri genitori di Jon come “R+L=J”.

Un caffè del futuro


Non è una strizzatina d’occhio, ma è uno degli aneddoti più commentati dell’ultima stagione di Game of Thrones. Ad un certo punto dell’episodio ‘Gli ultimi Stark’ (8×04) la squadra di fiction ha fatto scivolare un bicchiere di caffè dal “catering”. Inizialmente, Emilia Clarkeche ha dato la vita Daenerys Targaryen, si è preso la colpa. Più tardi, l’attrice ha detto che, in realtà, il proprietario del caffè era Conleth Hill, Varis per finta. L’attore, poco dopo, ha dichiarato che non era il suo…

Lascia un commento