fbpx

Perché Netflix è riluttante a rinnovarlo per una seconda stagione?

Tra tutte le serie con buoni risultati che Netflix ha rilasciato negli ultimi mesi, una delle più riuscite è stata Mercoledìche in una sola settimana è riuscito a superare cose più strane e ottenere il record di fino a 400 milioni di ore guardate.

Tuttavia, quando si parla di Netflix, gli ascolti e le buone opinioni di una serie non devono garantire il rinnovo e sono in molti a chiedersi quale sarà il prossimo futuro dello spin-off della Famiglia Addams.

E considerando che si tratta anche di un prodotto di Metro-Goldwyn-Mayer, non è da escludere la possibilità che la serie finisca nel catalogo di una diversa piattaforma di streaming.

[¿Habrá temporada 2 de ‘Miércoles’? Lo que se sabe del regreso del fenómeno gótico a Netflix]

Un futuro incerto

Cornice di “mercoledì”.

Netflix

Recentemente, i media internazionali L’indipendente ha pubblicato un articolo in cui ha speculato sulla possibile seconda stagione di Mercoledìlasciando nell’aria che la serie potrebbe lasciare Netflix e pubblicare la sua seconda puntata su Amazon Prime Video.

Questo perché lo scorso anno Amazon e Metro-Goldwyn-Mayer (MGM) hanno raggiunto un accordo di fusione per 8,5 miliardi di dollari e, tenendo conto che Mercoledì è un prodotto di MGM, c’è la possibilità che finisca per lasciare Netflix come parte di questa fusione.

Molti altri media internazionali come Scadenza Hanno anche aderito a questo dibattito, generando conversazione sui social network. Questo ha fatto sì che molte persone lo accettassero come un dato di fatto. Tutto questo però è speculazione e fino a quando una delle piattaforme coinvolte non si pronuncerà in merito, il futuro della serie continuerà a dipendere da Netflix.

Potrebbe trattarsi di un falso allarme

Tim Burton e Jenna Ortega dietro le telecamere di 'Wednesday'.

Tim Burton e Jenna Ortega dietro le telecamere di ‘Wednesday’.

Netflix

Una delle cose che il rapporto pubblicato da L’indipendente era che i contenuti MGM non sono esclusivi di Amazon Prime Video e che ci sono altri motivi per cui la serie potrebbe continuare su Netflix, almeno per ora.

Leggi  Dopo Bullet Train, un casting pazzesco per il prossimo film d'azione di David Leitch

Secondo un rappresentante di Netflix “MGM realizza progetti per qualsiasi tipo di piattaforma e canale E il fatto che Amazon l’abbia acquisita non cambia questo, perché l’accordo di entrambe le società non pregiudica gli accordi sui diritti che erano già stati stabiliti in precedenza”.

In effetti, data la procedura di Netflix, è probabile che sia così Mercoledì rimanere in catalogo per almeno dieci anni, perché anche se non è un titolo originale dell’intera piattaforma, non può scomparirne così all’improvviso.

[Todos los guiños y referencias que hace ‘Miércoles’ al universo de la Familia Addams]

Lo stesso vale per altri esempi come Vichinghi: Valhalla, che fa ancora parte di Netflix; o Sandmanche sebbene sia prodotto dalla Warner Bros, fa ancora parte del catalogo.

L’unico caso simile che si è verificato prima e che fa da precedente è stato quello avvenuto con la Disney, che ha deciso di acquisire i diritti della serie Marvel che erano di proprietà di Netflix come Temerario o Jessica Jones, tra l’altro. Alla fine, queste produzioni sono finite su Disney+, ma è stato dopo un processo molto complesso che è costato all’azienda più di un miliardo di dollari.

Sebbene Amazon Prime Video avesse intenzione di subentrare Mercoledìquesta è una cosa che ancora non è chiara e che non è stata confermata né sarà fatta in maniera frettolosa, quindi la decisione di rinnovare o meno la serie dipende solo da Netflix e bisognerà aspettare che lo comunichino, perché è quello che ha l’ultima parola su di esso.

Lascia un commento