fbpx

perché l’acquisizione della licenza da parte di Microsoft spaventa Sony

A seguito dell’acquisizione di Activision-Blizzard da parte di Microsoft all’inizio del 2022, Sony teme di perdere gran parte dei fan di Call of Duty.

L’acquisizione del publisher Activision-Blizzard da parte del colosso Microsoft ha segnato le novità economiche e commerciali mondiali ben oltre la sfera dei videogiochi. E per una buona ragione, Xbox ha acquisito l’azienda dietro le licenze Diablo, Astronave, Warcraft e Call of Duty per la modica cifra di 68,7 miliardi di dollari. Un accordo storico le cui ripercussioni al momento non sono ancora del tutto percepite, ma che potrebbe incidere a lungo sugli equilibri commerciali del mondo videoludico.

Sony ne è perfettamente consapevole, e in un’intervista rilasciata a un ente di regolamentazione brasiliano, la cui missione è convalidare l’accordo commerciale tra Microsoft e Activision-Blizzard, i rappresentanti dell’azienda giapponese non hanno nascosto la loro preoccupazione per questa transazione. Viene chiamata la principale fonte di preoccupazione per PlayStation Call of Duty.

Luna macchina da guerra commerciale di Call of Duty

Nell’intervista tra l’autorità di regolamentazione del commercio brasiliana e Sony, pubblicata su ResetEra, i dirigenti di Sony affermano di temere che se Microsoft svilupperà esclusive Call of Duty per le macchine Xbox, farebbe sì che i giocatori abbandonino la piattaforma PlayStation. Sony si qualifica anche MERLUZZO di “gioco essenziale: un blockbuster, un gioco tipo AAA che non ha rivali“.

Lo hanno ricordato i dirigenti della Sony Call of Duty è una delle poche licenze per poter competere con i colossi del cinema in termini di aura culturale:

“Secondo uno studio del 2019, l’importanza di Call of Duty per l’intrattenimento, in generale, è indescrivibile. Il marchio è stata l’unica IP di videogiochi ad entrare nella top 10 di tutti i marchi di intrattenimento tra i fan, unendosi a potenze come Star Wars, Game di Troni, Harry Potter e Il Signore degli Anelli”.

Call of Duty: Vanguard: Modalità zombi 3VShall of Duty è anche la lotta contro gli zombi

Call of Duty è una delle serie di giochi più vendute nella storia dei videogiochi, con oltre 400 milioni di unità vendute in tutto il mondo, tutti i materiali combinati. Seguito da una community di giocatori fedeli, MERLUZZO è una macchina da guerra inarrestabile, che può contare sulle colossali risorse umane di Activision-Blizzard per poter continuare a crescere. Sony è anche tornata alle condizioni di progettazione per i giochi del franchise, spiegandolo pochi editori possono competere con Activision-Blizzard.

Leggi  un errore per Disney-Pixar?

“Ogni versione annuale di Call of Duty richiede circa 3-5 anni per essere sviluppata. Poiché Activision rilascia un gioco Call of Duty all’anno, ciò equivale a un investimento annuale di centinaia di milioni di dollari. Circa 1.200 persone lavorano su ciascuna versione e altre 1.500 sono coinvolti nella pubblicazione e nella distribuzione, quindi Call of Duty da solo ha più sviluppatori di quanti la maggior parte delle società di giochi impiegano nel loro intero portafoglio di sviluppo, inclusi gli studi. AAA.”

Call of Duty: Vanguard: Modalità zombi 4VSCome Sony vede Activision-Blizzard

Tra il potere finanziario di Microsoft, la macchina da produzione blockbuster che è Activision-Blizzard e l’aura della saga Call of DutySony teme che se un giorno il MERLUZZO è stato rilasciato solo esclusivamente su Xbox, questo arriva sconvolgere l’equilibrio di potere tra i produttori di hardware. E questo, anche se Microsoft ha insistito su questo MERLUZZO non diventerebbe un’esclusiva Xbox dall’oggi al domani.

Sony ha affermato che se ciò dovesse mai accadere, anche con il massimo sforzo, la gara FPS AAA andrà persa:

“Call of Duty è così popolare da influenzare la scelta della console da parte degli utenti e la sua comunità di utenti fedeli è abbastanza forte che anche se un concorrente avesse il budget per sviluppare un prodotto simile, non potrebbe competere con lui.

Call of Duty: Vanguard: immaginiSony prepara il contrattacco

Al momento, Sony non ha nulla da temere da alloraun contratto per lo sfruttamento commerciale del marchio Call of Duty ancora corto per tre anni tra PlayStation e Activision-Blizzard. Ma entro il 2025 Xbox potrebbe porre fine a questo accordo e recuperare gli esclusi MERLUZZO.

Per quanto riguarda la corsa agli armamenti, Sony non è da meno, dal momento che dopo aver annunciato l’acquisizione di Bungie (Alone, destino) per 3,6 miliardi di dollari, altri grandi studi potrebbero essere acquisiti da PlayStation. Alcune voci menzionano addirittura nomi come Capcom, Sega, Bandai Namco o Konami come potenziali candidati.

Lascia un commento