fbpx

perché è ancora uno dei peggiori film degli anni 2000

Un musical cult per alcuni, un adattamento aberrante per altri, Affitto scatena le passioni. Return on a horror, di Chris Columbus, il regista di La signora Doubtfire e i primi due Harry Potter.

Giovane prodigio musicale, Jonathan Larson è entrato tristemente nella leggenda a causa della sua morte prematura, che ci ha privato della scoperta delle altre opere che avrebbe potuto comporre. L’ironia è che il suo aneurisma rotto lo ha ucciso il giorno prima della prima esibizione del suo mega-hit: Affitto. Questa è la storia del superbo film Netflix Tic, tic… Boom!dove Andrew Garfield interpreta l’artista.

Opera rock liberamente adattata da boemo di Puccini, Affitto non è stato solo un impulso per la rappresentanza delle comunità LGBTQ+. È stato anche un lavoro importante sulle devastazioni dell’AIDS negli anni ’80, di fronte all’inazione del governo americano per arginare la pandemia.

Tuttavia, Affitto non è esente da pecche, a volte difficili da portare avanti senza ottenere una raffica di legno verde dai tifosi di Larson. Ma bisogna ammetterlo i suoi personaggi a volte sono odiosi, fino al punto di contraddire l’intenzione iniziale del musical sull’orrore della povertà e la necessità di una protesta sociale. Detto ciò, Affitto è stata nel tempo messa in discussione, in gran parte a causa (o grazie a) del assoluta mediocrità del suo adattamento cinematografico: il film Affittouscito nel 2006, con in particolare Rosario Dawson, Taye Diggs e Anthony Rapp.

La vita bohémien non è bella? (spoiler: no)

Tick, Tick… Badaboom

Come semplice promemoria del contesto, Affitto segue un gruppo di bohémien di New York che si nascondono in un edificio mentre cercano di sopravvivere in una feroce vita quotidiana in cui devono confrontarsi con fallimenti, droghe o malattie. Come molte grandi commedie di Broadway, Affitto deve parte del suo fenomeno alla sua esaltante dimensione rivoluzionaria, che presenta personaggi antisistema che cercano di rimodellare il mondo a loro immagine (proprio come Infelice o più recentemente hamilton).

Leggi  Apple punta agli Oscar con il nuovo Ridley Scott

Scegliendo il contesto degli anni ’80 e della crisi dell’AIDS negli Stati Uniti, il musical evoca tuttavia questioni più ampie, o almeno le preoccupazioni di giovani in cerca di futuro. Problema: per parlare delle ansie di una generazione che si sente abbandonata, potrebbe non essere l’idea migliore un regista pigro come Chris Columbus (Mamma ho perso l’aereo, La signora Doubtfirei primi due Harry Potter), autore di film di protesta come nobili in piena discesa di camomilla. (NdR: per certo ha scritto anche la sceneggiatura Gremlinper informazioni).

Affitto: fotoCombatti il ​​potere (ma non troppo)

E qui sta il problema principale di Affitto come un progetto cinematografico: tutto è estremamente pulito e liscio. La messa in scena si nasconde dietro la scusa della troupe musicale di accontentarsi di una cacofonia visiva e sonora, in cui la telecamera cerca solo di catturare in modo piatto il gruppo senza mai essere coinvolto nelle questioni sceniche e coreografiche. come una cattura teatrale in breve.

Lascia un commento