fbpx

Pagamento con assegno, carta di credito, contanti: quali sono le regole nei negozi?

Con assegno in contanti o carta di credito, ci sono molti mezzi di pagamento. Ma sai che molti commercianti non accettano più assegni per evitare di cadere su assegni scoperti. Alcuni impongono anche un importo minimo della carta di credito per motivi di redditività.

Quali sono le regole commerciali?

Molte leggi sono obbligatorie nelle imprese in generale, alcune sono specifiche per le imprese

Per carte bancarie

L’esercente può rifiutare pagamenti con carta di credito o richiedere un minimo, ma deve averlo preventivamente comunicato al cliente in modo visibile e chiaro. Può essere fatto sotto forma di un pannello di indicazione Per esempio. Deve inoltre essere dichiarato in modo molto esplicito nelle condizioni generali di vendita.

Per controlli

Le leggi sono le stesse il commerciante può rifiutare e imporre un minimo o un massimo se è stato chiaramente stabilito in precedenza. Inoltre, per i controlli, può richiedere anche un documento di identità. È, invece, vietata ogni forma di discriminazione.

Alcune aziende devono accettare assegni e carte di credito

Questo è il caso degli esercenti affiliati a un centro di gestione autorizzato. Sono obbligati ad accettare almeno uno dei due.

Inoltre, i taxi devono accettare il pagamento con carta di credito e non può richiedere un pagamento minimo.

E gli assegni falsi?

È possibile verificare gli assegni al momento del pagamento tramite alcune società. Dopo la verifica, quando queste società esprimono se l’assegno è garantito, il commerciante può rifiutare l’assegno.

Queste società controllano innanzitutto che l’assegno non compaia nella cartella degli assegni rubati o smarriti. Prossimo, presteranno attenzione ai conti chiusi. Quindi, esaminano se la persona che emette questo assegno non è proibita. Infine, vedranno se non si tratta di un assegno falso o dell’uso fraudolento di un libretto degli assegni. Tutto questo passa attraverso il dossier nazionale dei controlli irregolari.

Leggi  I migliori kit di pannelli solari per i proprietari di case

Ma per eseguire questo test, il cliente deve essere informato. Deve anche conoscere il nome della società che esegue questa verifica. Questa società ovviamente non ha accesso al conto bancario della personatutelato dal segreto bancario.

Per pagamento in contanti

In alcuni casi, il pagamento in contanti può e talvolta deve essere rifiutato. Se il cliente, una persona fisica, non ha un nucleo familiare fiscale in Francia, può pagare in contanti fino a 15.000 euro.

Se invece il cliente ne ha uno, questo tetto scende a 1.000 euro.

Il commerciante può naturalmente rifiutare la transazione se le banconote o le monete gli sembrano errate, e se il pagamento è avvenuto ha un totale maggiore di 50 pezzi.

I pagamenti per te non hanno più segreti, ora sai quali sono i tuoi diritti e quali quelli degli esercenti. Anche se oggi la maggior parte dei pagamenti viene effettuata tramite carta di creditocapita di tanto in tanto, in caso di smarrimento o furto, che siamo costretti.

Esistono molti sistemi per evitare che i nostri commercianti vengano ingannati, come penne o macchine che consentono la veridicità dei biglietti. E, per facilitare gli account, il software Toporder può aiutarli.

Lascia un commento