fbpx

“ogni piccolo pezzo significa qualcosa”

fan di Scuro sono fortunati perché il prossimo 17 novembre debutterà su Netflix 1899la nuova serie dei suoi creatori, gli sceneggiatori tedeschi Baran bo Odar e Jantje Friese. Ha un cast internazionale, dove spicca lo spagnolo Miguel Bernardeau.

Si trova in ten battello a vapore pieno di immigrati europei in viaggio verso New York in cerca di un futuro migliore. Quando, lungo la strada, scoprono un’altra nave di immigrati alla deriva in alto mare, il loro viaggio prende una svolta inaspettata. Quello che scoprono a bordo trasformerà il loro viaggio verso la terra promessa in un enigma da incubo che collegherà il passato di ciascuno dei passeggeri attraverso un’intricata rete di segreti.

[Netflix prepara su primera transmisión global en directo, un especial de comedia de Chris Rock]

Un’idea che è stata concepita durante le riprese di Scuro


capitolo per capitolo, Scuro è stata un’ondata di freschezza per Netflix e anche un successo per la piattaforma. Tuttavia, molto prima che raggiungesse il catalogo e diventasse un fenomeno, i suoi creatori avevano già iniziato a tracciare quale sarebbe stata la prossima storia.

“Ce n’era molto pressione perché non ci aspettiamo mai quel tipo di successo e che è cresciuto stagione dopo stagione”, ha detto Friese in un’intervista. “Dopo la terza stagione di Scurola pressione sulle nostre spalle è aumentataperché tutti hanno aspettative e tutti volevano fare lo stesso viaggio”.

La sceneggiatrice ha affermato che questo l’ha infastidita durante i primi mesi di lavoro sulle sceneggiature per 1899ma a un certo punto hanno semplicemente detto “togliamoci questo peso dalle spalle e concentriamoci su ciò che volevano fare e raccontare”.

Da parte sua, Odar ha ringraziato quanto “è stato bello vedere la risposta dei fan di Scuro, soprattutto perché è una serie molto strana e complessa in generale. Ci ha aiutato a vedere che possiamo fidarci del nostro istinto e così via ci sono persone che sono davvero interessate alla nostra voce, a quello che abbiamo da dire e a come raccontiamo le storie”.

[Historias reales de ‘The Crown’: El día que el príncipe Carlos bailó ‘breakdance’]

In acque internazionali

Passeggeri della nave nel ‘1899’.

Netflix

Una delle parti più sorprendenti della serie ha a che fare con la lingua in cui parlano i suoi personaggi, lasciando da parte il tedesco in modo che ciascuno degli attori parli nella propria lingua. “Adoriamo le sfide e volevamo creare un programma multilingue in cui trattare tutte queste diverse culture con rispetto. Volevamo avere questa bellissima miscela di voci e lingue”, ha detto Odar.

Odar e Friese parlano inglese e tedesco, oltre a spagnolo e francese, ma le scritture richiedevano molte altre lingue. Per ottenere ciò, Friese inizialmente scrisse le sceneggiature in inglese e in seguito fu consigliato da scrittori e traduttori di tutto il mondo su quali parti dovevano essere in altre lingue.

Leggi  Lalo è morto? Perché ucciderlo?

Inoltre, sul set c’erano sceneggiature con spunti fonetici a cui fare riferimento Baran bo Odar ha diretto le scene e gli assistenti linguistici si sono assicurati che nulla andasse perso nella traduzione.

[La historia detrás del Britannia, el yate real en el que empieza y acaba la temporada 5 de ‘The Crown’]

tante aspettative

Mauro nel '1899'.

“Ci sono molte cose nel DNA dello show a cui si avvicinano Scuro in termini di enigmi e la necessità di un pubblico attivo e coinvolto. Ma ci sono anche cose che sono abbastanza diverse in termini di atmosfera, tonalità e ritmo”, ha spiegato. Jantje Friese.

“È una bestia a sé stante, ma condivide molti dei meccanismi che hanno creato il Scuro. Si spera che sembri qualcosa di veramente fresco e nuovo, pur essendo esattamente ciò di cui i fan Scuro vorrebbe vedere”, ha aggiunto Odar, chiarendo che “adorano giocare con i generi e le aspettative” e avvertendo che “Dovrai guardare con attenzione, perché ogni piccolo pezzo significa qualcosa”.

I creatori hanno anche spiegato che la serie sarà piena di simboli come il triangolo apparso nei materiali promozionali della serie. Secondo Friese, creare la mitologia della sua serie è un processo lungo e laborioso.

“Lavoriamo sempre con simboli e oggetti, e di solito abbiamo sempre un oggetto specifico che è legato a un carattere. E poi cerchiamo di trovare un mondo di simboli che si riferisca al tema principale. A poco a poco costruisci la tua mitologia e il tuo insieme di regole. È davvero un processo lungo ed è tutto radicato in un’idea centrale, quindi cercare di trovare nuovi modi per incorporarla nella storia”.

La possibilità di includere più stagioni

Dietro le quinte del '1899'.

Dietro le quinte del ‘1899’.

Netflix

Se tutto va secondo i piani e il pubblico dello show va sempre più forte, i fan possono aspettarsi altri episodi 1899cresciuto come una finzione di più di una stagione.

“È strutturato come un puzzle misterioso in tre stagioni, tipo Scurospiega Frise. “E ovviamente questo accadrà solo se un numero sufficiente di persone lo vedrà. Quindi si spera che alla fine accada. È così che lo mettiamo, vediamo se il mondo è d’accordo”.

“1899” debutterà il 17 novembre su Netflix.

Lascia un commento