fbpx

o come riassumere Michael Mann in un capolavoro

Il primo film di Michael Mann, Il solitario è un capolavoro del cinema che già sintetizzava lo stile, la maestria e le ossessioni del suo autore.

Michael Mann è, senza dubbio, uno dei più importanti artisti americani degli ultimi decenni. Come sceneggiatore, regista e produttore per la televisione o il cinema, il regista si è distinto per il suo stile immediatamente riconoscibilela sua messa in scena di formidabile efficienza e la sua capacità di innovare e rivoluzionare il suo mezzo.

Dalla Serie Due poliziotti a Miami a pirata Passando per Calore, Rivelazioni, Il sesto senso, Garanzia, Alì, Miami vice Dove L’ultimo dei moicaniMichael Mann ha scavato un solco unico di eccezionale coerenza durante la sua carriera, creando un universo denso, complesso e affascinante.

Ed è sorprendente vederlo tutto il suo lavoro era già presente nel suo primo filmpubblicato nel 1981: Il solitariocon il brillante e compianto James Caan.

Michael Mann in un colpo solo

DI NOTTE TUTTI I FILM DI MICHAEL MANN SONO BELLI

Più che un film che segna il suo debutto sul grande schermo, Il solitario può essere visto come la matrice di tutto il cinema di Michael Mann in quanto racchiude i motivi narrativi, visivi e tematici che il regista declina nel corso della sua filmografia. La sequenza iniziale, di notevole bellezza, stabilisce già alcune chiavi di ciò che andrà a comporre l’estetica distintiva del regista : crediti blu neon, una Cadillac Eldorado che si ferma in un vicolo a prendere un uomo sotto la pioggia battente prima di allontanarsi sulla musica di Tangerine Dream.

Nella seconda inquadratura, una luce dal cielo scende lentamente lungo le facciate e le scale antincendio, seguendo il deflusso dell’acquazzone per rivelare un vicolo buio, dove un altro uomo sta ascoltando la radio della polizia. In meno di un minuto, Michael Mann ha già installato questa ipnotica atmosfera notturna che diventerà l’ambientazione preferita di tutti i suoi film e utilizza ombre, luci artificiali e riverberi come tavolozza per comporre la sua immagine e, infine, un universo a sé stante, come in Garanzia.

Il solitario: fotoSulla strada per l’oscurità

Leggi  Addio a 'Inocentes': Antena 3 prepara il tocco finale per la fine della serie turca

Le grandi auto americane con i fari squadrati e il paesaggio urbano di Chicago, città natale di Mann che conosce a memoria, sono direttamente in linea con il cinema classico degli anni ’70 e film come connessione francese di William Friedkin Serpico di Sydney Lumet o Mean Streets di Martin Scorsese. Ma l’atmosfera slanciata, i suoni metallici della rock band tedesca e le luci spettrali che si riflettono sul terreno nero e umido a formare una X perfetta verso la quale la Cadillac Eldorado si rifugia testimoniare modernità e audacia stilistica che appartengono quasi a un altro genere.

Lascia un commento