fbpx

Nuovi film e serie da vedere su Netflix dal 23 al 29 settembre

Netflix pubblica una serie di film e serie nel suo catalogo ogni settimana, senza che nessuno se ne accorga o la piattaforma lo annunci ufficialmente. Ecran Large ripercorre le nuove funzionalità aggiunte da Netflix dal 23 al 29 settembre 2022, film e serie combinati in un elenco non esaustivo.

Quali sono i film e le serie da non perdere questo weekend sulla piattaforma streaming?

Atena

Disponibile su Netflix – Durata: 1h37

Di cosa parla? Tre fratelli si ritrovano al centro del feroce conflitto che sta travolgendo la città di Atena, dopo la tragica morte del loro figlio più giovane.

Perché devi guardarlo? Perché se ti piaceva Infelice di Ladj Ly, è una scommessa sicura che ti lascerà trasportare Atena. Regia di Romain Gavras, al quale dobbiamo in particolare Il mondo è tuoil film Netflix è uno schiaffo in faccia, almeno nella sua direzione selvaggiamente ambiziosa.

Se hai bisogno di qualcosa di più dei punti di forza (lol) di David Fincher o Jay Z sul poster, tieni presente che il film si diverteuna potente forza di immersione. Tecnicamente e visivamente sbalorditivo, Atena è un’esperienza soffocante e sensazionale, alla rabbia comunicativa, in particolare grazie agli attori abitati. Insieme a un punto di vista multiplo che si sofferma tanto sulla polizia quanto sulle periferie, il film cerca di capire ciascuna delle parti per tuffarsi meglio nel cuore della guerra. Indubbiamente un film che (ri)lancerà dibattiti.

La nostra recensione diAtena su Netflix.

Lou

Disponibile su Netflix – Durata: 1h47

Di cosa parla? Quando una bambina viene rapita durante un temporale, sua madre si allea con il suo misterioso vicino per trovarla.

Perché devi guardarlo? Perché se hai bisogno di un po’ di thriller-polare per rallegrare la tua serata, farà sicuramente il lavoro. Il semplice fatto di vedere il fantastico Allison Janney (Alla Casa Bianca, Io Tonia) contro Jurnee Smollett (Paese di Lovecraft, Uccelli rapaci) potrebbe essere un argomento necessario. A priori, difficile annoiarsi visto il talento delle due attrici.

È anche possibile che Lou essere più interessante e ricco di è un tono molto generico, attorno a una donna misteriosa dal passato misterioso, che verrà ovviamente svelato nel corso del film. Non resta che sperare che la formula sia più contorta della media e che le indagini e il perseguimento dell’assassino si svolgano senza intoppi. Nota anche quello Lou è diretto da Anna Foerster, che ha mosso i suoi primi passi nel cinema con… Underworld: Blood Wars. Ahia.

ombre cinesi

Disponibile dal 24 settembre – Durata: 16 episodi da 52 minuti

Di cosa parla? A Berlino, nel 1946, un poliziotto americano cerca il fratello scomparso e aiuta una giovane poliziotta tedesca nella sua lotta contro i crimini violenti che stanno affliggendo la città.

Perché devi guardarlo? Creato da Måns Mårlind, a cui dobbiamo in particolare Underworld: Nuova Era (sicuramente questa è la settimana per rivedere la saga con Kate Beckinsale), ombre cinesi intriga grazie al suo contesto storico e geopolitico. Ancorando la miniserie nel cuore di Berlino, durante il dopoguerra travagliato con l’intensificarsi della rivalità tra gli Stati Uniti e l’Unione Sovietica, il creatore ha dato al suo lavoro un solido potenziale per la sceneggiatura.

Se la sinossi suggerisce comunque un manicheismo sgradito e indubbiamente certe facilitazioni, I sconfitti potrebbe anche sorprendere con la moltiplicazione della sua posta in gioco una città occupata dalle nazioni vittoriose. Altri motivi più basilari, ma accettabili: ombre cinesi è guidato da Taylor Kitsch, Logan Marshall-Green (sosia non ufficiale di Tom Hardy) e Michael C. Hall.

capelli biondi

Disponibile dal 28 settembre – Durata: 2h47

Leggi  5 chiavi per il futuro di streaming e TV

Di cosa parla? Un ritratto di fantasia che ripercorre la traiettoria, i successi e le sofferenze di Marilyn Monroe.

Perché devi guardarlo? Se ti piace Marilyn Monroe o se hai letto il libro da cui è tratto il film, è probabile che troverai il tuo account. Come avrete capito, il titolo del film non ha alcun legame con la canzone di Alizée, quanto piuttosto con il romanzo di Joyce Carol Oates. Quindi seguiremo una storia di fantasia sull’attrice di A qualcuno piace caldo, I disadattati e fiume senza ritorno, tragicamente entrata nella leggenda. Un’opera che intende abbracciare a pieno la psicologia tormentata e tormentata della star, da estrarre una suggestiva osservazione sull’ecosistema dove è stato modellato, adorato, poi distrutto.

Capelli biondiè anche un’opportunità per ricordare che Andrew Dominik è un regista entusiasmante, dopo elicottero, L’assassinio di Jesse James da parte del codardo Robert Ford e Cogan. Ed ovviamente, Capelli biondiè anche una stravagante Ana de Armasche conferma tutto il suo talento visto in lama runner 2049 o Ai ferri corti. Sicuramente l’imperdibile evento Netflix.

UOMINI IN NERO: INTERNAZIONALE

Disponibile dal 28 settembre – Durata: 1h55

Di cosa parla? Un nuovo duo di (Wo)Men in Black si forma per affrontare una talpa all’interno dell’agenzia.

Perché devi guardarlo? Certo, la saga adattata dai fumetti di Lowell Cunningham e resa popolare grazie a Will Smith, Tommy Lee Jones e il regista Barry Sonnenfeld, sta seriamente iniziando ad uscire con qualcuno. Certo, il passaggio del testimone al direttore di Fast and Furious 8, vale a dire F. Gary Gray, è stato moderatamente rassicurante. Di certo la scelta di Tessa Thompson e soprattutto di Chris Hemsworth ha sollevato dei timori un prodotto di puro marketing per rivitalizzare una saga polverosa. Certamente, Liam Neeson a questo punto deve accettare qualsiasi scenario lasciato sul suo zerbino.

Tuttavia, se vuoi vedere un film scolastico, senza cervello, ma un po’ efficace per arredare la serata, Uomini in Nero: Internazionale è fatto per te. Sarai guidato da due divinità (ride) realizzate in Marvel in un’altra trama cosmica, e forse alla fine non vorrai nemmeno bruciare la tua TV.

La recensione della bella rapa Uomini in Nero: Internazionale.

l’imperatrice

Disponibile dal 29 settembre – Durata: 6 episodi da 45 minuti

Di cosa parla? Quando la ribelle Elisabetta (“Sissi”) incontra Franz, l’imperatore d’Austria, la giovane coppia si innamora presto di un amore appassionato che scuoterà la struttura stessa del potere all’interno della corte viennese.

Perché devi guardarlo? I più anziani non hanno dimenticato Imperatrice Sissi (la versione del 1956), non per la sua messa in scena, ma per la folgorante presenza di Romy Schneider. Il ruolo ha spinto l’attrice sotto i riflettori e la sua carriera è stata lanciata. Per questo tutti i nostri occhi saranno puntati su Devrim Lingnau, che a sua volta incarna L’Imperatrice.

Certamente, non ci si deve aspettare un lavoro in linea con L’imperatrice rossa di Joseph Sternberg. Ma la serie promette la sua quota di trame, colpi di scena improvvisati e scorciatoie storiche che possono funzionare. E possiamo alimentare la folle speranza di un’interpretazione dell’intero cast, un po’ convincente. In caso contrario, ci accontenteremo di una soap opera abbastanza efficace da farci andare avanti per sei episodi.

Lascia un commento