fbpx

Nuovi film e serie da guardare su Netflix dal 26 agosto al 1 settembre

Netflix pubblica una serie di film e serie nel suo catalogo ogni settimana, senza che nessuno se ne accorga o la piattaforma lo annunci ufficialmente. Ecran Large ripercorre le nuove funzionalità aggiunte da Netflix dal 26 agosto al 1 settembre 2022, film e serie combinati in un elenco non esaustivo.

Quali sono i film e le serie da non perdere questo weekend sulla piattaforma streaming?

Rick e Morty stagione 5

Disponibile su Netflix – Durata: 10 episodi da 20 minuti

Di cosa parla? Dalle avventure dello scienziato alcolizzato Rick e del suo più limitato nipote Morty. Questa volta, affrontano un sosia di Namor, uno sperma gigante… e se stessi.

Perché devi guardarlo? Stagione 4 di rick e morty aveva alquanto deluso, soprattutto dopo una stagione 3 che forse rimarrà il climax della serie. Questa quinta serie di episodi riporta tutti d’accordo con alcune delle avventure più creative del duo. Piovono le parodie (infernaleMarvel, Super Sentai e così via), le gag si susseguono e vengono esplorati concetti di fantascienza completamente folli, con energia contagiosa.

Ancora meglio, i personaggi si evolvono in modo sottile. Un tempo tiranno, Rick non è altro che l’ombra di se stesso, sopraffatto dai suoi errori, ora del tutto incapace di uscire da ogni situazione. Morty, al contrario, si emancipa sempre di più dal nonno, fino a un finale in due episodi danteschi, che mette in discussione anche le fondamenta del loro tandem. L’occasione perfetta per rivedere lo sgretolamento della loro relazione prima del loro ritorno il 5 settembre su Adult Swim in Francia.

io tempo: finalmente solo?

Disponibile su Netflix – Durata: 1h41

Di cosa parla? Un papà casalingo si ritrova per la prima volta dopo anni con il tempo tutto per sé. Mentre sua moglie e i suoi figli sono via, cerca di riconnettersi con il suo ex migliore amico per un fine settimana che sconvolgerà la sua vita.

Perché devi guardarlo? Perché se ti piacciono le commedie americane con un umorismo basso e Kevin Hart, non ci sarà altra via d’uscita per te che vedere questo film. Amante dei bromanci e delle avventure casuali al bruttissimo viaggiodovresti trovare il tuo resoconto lì se l’idea di avere a guida dei festeggiamenti un Mark Wahlberg in assoluto sconforto della sua carriera, ma che continua a sorridere, non ti scoraggia.

Me Time: Finalmente da solo? è senza dubbio un Progetto X per gli adulti, giocando sull’attrazione della fuga e del relax totale per chi quotidianamente non ha il morale. Una formula che, speriamo, sia efficace e che riesca a regalare qualche risata. Ci sono poche possibilità, tuttavia, che qui troverai qualcosa di più di un intrattenimento con aspirazioni piuttosto scarse.

vibrazioni di seoul

Disponibile su Netflix – Durata: 2h18

Flirtare al semaforo rosso

Di cosa parla? Nei giorni che precedono i Giochi Olimpici del 1988 a Seoul, piloti e meccanici giocano sotto copertura per smantellare un’enorme rete di riciclaggio di denaro.

Perché devi guardarlo? Non hai bisogno di un motivo particolare per voler guardare un film con pieno di grandi macchine che sfrecciano, si ribaltano e stridono le gomme far piangere un meccanico. Evocando una sorta di ibrido tra Fast & Furious e Autista bambino, atmosfera di Seul sembra quindi garantire una bella condensata di adrenalina, trasportata peraltro da un bel pubblico di attori (notiamo in particolare la presenza nel casting di Go Kyung-pyo, visto di recente nella graziosissima Decisione di andarsene di Park Chan-wook).

L’azione su strada sembra essere in cima al catalogo coreano di Netflix. Che si tratti delle spedizioni punitive intraprese dal taxi vendicatore di Tassistao (troppo) inseguimenti azimutali multipli di Carter, è decisamente il momento della meccanica sfrenata. Al timone di questo nuovo bambino sovralimentato, Moon Hyun-sung, a cui si deve la commedia d’avventura Il caso del re Notae dramma sportivo Come una. Abbastanza per promettere un’esperienza ambiziosa e tumultuosa.

Ufficio servizi agli studenti

Disponibile dal 28 agosto – Durata: 1h51

Vita scolastica: foto, Zita HanrotQuando si cercano 4000 insegnanti per l’inizio dell’anno scolastico perché il governo ha ucciso la professione di insegnante

Di cosa parla? Un anno nel cuore della scuola della repubblica della vita… e merda! Samia, una giovane novizia CPE, arriva dalla nativa Ardèche in un college ritenuto difficile nella città di Saint-Denis. Vi scopre i problemi ricorrenti della disciplina, la realtà sociale

Perché devi guardarlo? Perché dopo il molto bello pazientiGrand Corps Malade e Mehdi Idir lo fanno di nuovo con Ufficio servizi agli studenti. Scegliendo il punto di vista di un CPE in un quartiere difficile, il film potrebbe concatenare i cliché sull’istruzione in periferia. Al contrario, i registi sono teneri come il loro cast di personaggi, spesso divertenti e accattivanti.

Ufficio servizi agli studenti non è una commedia rosea, e sceglie anche a volte di confrontarsi con questioni che riflettono tutte le disfunzioni dell’istruzione nazionale e il mancato seguito degli studenti in difficoltà da parte di un sistema che si arrende. Ma ci sono ancora persone che ci credono e danno un tocco di speranza.

una ragazza facile

Disponibile dal 28 agosto – Durata: 1h32

Una ragazza facile: foto, Mina Farid, Zahia DeharZahia Dehar attrice, il colpo di scena del 2019

Di cosa parla? Naïma ha 16 anni e vive a Cannes. Mentre si concede l’estate per scegliere cosa fare nella vita, sua cugina Sofia, dallo stile di vita attraente, viene a trascorrere le vacanze con lei. Insieme vivranno un’estate indimenticabile.

Leggi  Quale data di uscita di Netflix?

Perché devi guardarlo? Non giriamo intorno al cespuglio. Un film portato dall’ex escort-girl Zahia Dehar, questo desta necessariamente curiosità. Scelto da Rebecca Zlotowski per interpretare un ruolo a metà strada tra una bambola gonfiabile e un’incarnazione di Brigitte Bardotla giovane donna è riuscita a offrire una performance se non giusta, quantomeno affascinante e sicuramente immodesta.

Con un apparente vuoto che quasi giustificherebbe il paragone con Sofia Coppola, questo racconto solare pseudo-femminista evoca un pensiero più profondo di quanto sembri. Tuttavia, Una ragazza facile ha forse cercato proprio troppo per giocare nel cerebrale, per calmare troppo un carattere sulfureo più ricercato che figurativo. Contemporaneamente cronaca estiva, romanzo di apprendimento, decostruzione dell’oggetto donna e finestra sulla violenza dei rapporti di classeil film avrebbe senza dubbio avuto più merito nel sapere con quale piede ballare.

sono passato

Disponibile dal 31 agosto – Durata: 1h50

Sono venuto da : foto George McKayRibelle realizzato a Londra

Di cosa parla? Londra. Un giovane artista di graffiti ribelle che fa irruzione nelle case della ricca élite, ma scopre un segreto scioccante che lo porta in un viaggio che mette lui e i suoi cari in pericolo.

Perché devi guardarlo? Dopo Sotto l’ombra e Feritedue film horror molto ben messi insieme, con cui Babak Anvari ritorna Sono passato, un film che promette di essere da incubo come i due precedenti. Se il regista avesse invitato Armie Hammer e Dakota Johnson a farlo Feriteil cast diSono passato è anche cool poiché affida il primo ruolo al giovane George MacKay.

Se è 1917 di Sam Mendes che lo ha rivelato al grande pubblico nel 2019, l’attore inglese ha già dimostrato in diverse occasioni la portata del suo talentospecialmente in Capitan Fantasticoal fianco di Viggo Mortensen, ma anche in Il segreto delle ossa del midollo o La banda di Kelly di Justin Kurzel (Macbeth, Nitram). Insomma, il giovane inglese ha un talento pazzesco e proprio per questo non vediamo l’ora di scoprirlo Sono passato (e altro ancora, c’è Kelly Macdonald).

regno stagione 3

Disponibile dal 1 settembre – Durata: 26 episodi di circa 24 minuti

Regno: immagineDue fratelli nel vortice della guerra

Di cosa parla? Terza stagione dell’adattamento anime del manga Regno. Nel periodo dell’antica Cina, Shin e Hyou sono orfani di guerra nel regno di Qin. Sognano un giorno di poter andare su un campo di battaglia. Quando saranno separati, il loro destino per ciascuno li porterà davvero nella storia della guerra.

Perché devi guardarlo? Perché il manga da cui è tratta la serie anime è uno dei migliori del genere storico ed epico. Vera saga sulle guerre dell’antica Cina, l’autore ha saputo rendere la sua storia tanto didattica quanto affascinante e commovente. Se l’anime non è riuscito a convincere all’inizio con un design ripugnante e un uso della CGI 3D molto sgradevole alla vista, francamente migliora in seguito.

Questa stagione 3 si sta liberando sempre di più dal 3D per fare più onore ai disegni dell’opera originale. Anche se non eguaglia mai le sublimi tavole del manga, la serie resta frenetica da seguire e segue molto bene il corso degli intrighi e l’evoluzione dei protagonisti. Tra lotta per il potere, fraternità e umanità in via di estinzione, Regno non ha nulla da invidiare alla serie western più amata, per quanto riguarda la sua storia. È una scommessa sicura, per provare e non pentirsi.

identità

Disponibile dal 1 settembre – Durata: 1h27

Identità: foto, John Cusack, Amanda PeetNon vediamo abbastanza questi due

Di cosa parla? Sorpresi da un temporale, dieci persone si ritrovano bloccate in un motel sperduto in mezzo al deserto. Durante la notte, vengono assassinati uno dopo l’altro e cercheranno di scoprire chi è il grande cattivo tra loro.

Perché devi guardarlo? Perché è un puro piccolo piacere regressivoda classificare a fianco Motel con Kate Beckinsale. Progettato come parte di Indizio sotto la pioggia, con personaggi al sacco da sacrificare in una cornice cinematografica ideale, Identità è il perfetto piccolo classico dei video club (per i più piccoli: come Netflix, ma in un negozio, con una sezione porno), visto dieci volte ma sempre divertente da rivedere.

È tanto più vero cheIdentità è guidato da una squadra d’oro. Dietro la macchina da presa, c’è James Mangold, regista con una ricca filmografia da quando va Copland a 3h10 per YumaPassando per Una vita rubata e Logan. Davanti alla telecamera, c’è un cast di alto livello: John Cusack e Amanda Peet prima 2012, Ray Liotta, Clea DuVall, Alfred Molina, John Hawkes o persino Jake Busey. Ciò che solleva lo scenario in definitiva molto stupido e non così male.

Avviso per chi non l’avesse ancora visto: è uno dei colpi di scena più stupidi e facili del mondo. Ma questo fa parte del suo fascino.

MA ANCHE…

Amore tra adulti, Piano di carriera, A fond les Maloof, Ludik stagione 1, Sono un killer stagione 3, Saaho, Famiglia in gioco, Flash stagione 7, Bravi ragazzi, La fotografia, Il mio altro cane vive, Connasse: princesse des hearts. ..

Lascia un commento