fbpx

“Now & Then”, Apple TV + è conservatrice con un thriller senza la scintilla delle sue serie internazionali

Non sorprende che Apple TV + si sia rivolta a Bambú per la sua prima produzione spagnola: Ora quindi. Con l’eccezione di HBO Max, questa è stata la tabella di marcia che le piattaforme hanno seguito dall’inizio della rivoluzione dello streaming. Netflix ha inaugurato la sua produzione di serie in Spagna con le ragazze del filo. Movistar Plus+ riattivato con Collezione Velluto il suo impegno per la narrativa anni dopo il suo esperimento isolato con Crematorio. Amazon Prime Video presenterà in anteprima il suo terzo contenuto originale in Spagna nel 2022, una questione privatamentre Starzplay sta già collaborando con Bamboo in Nacho, un’industria XXL.

I dirigenti non possono essere accusati di voler giocare sul sicuro quando fanno i primi passi nella produzione interna di contenuti. A Bambú, prodotti come Grand Hotel, Grand Reserve, Under Sospetto, Velvet Y farina. Lo straordinario adattamento del libro di Nacho Carretero è, tuttavia, a Avvisatore raro che ha rotto con la formula comoda, efficace e prevedibile delle soap opera di lusso che hanno reso l’azienda galiziana uno dei produttori di maggior successo del settore.

Ora quindi A priori, non rientra nel modus operandi di una piattaforma che sembra più interessata a creare buoni contenuti che a raggiungere il grande pubblico.. l’israeliano perdere Alice era un gioioso thriller hitchcockiano che esplorava la relazione malsana tra un regista in crisi e una giovane sceneggiatrice ossessionata da lei. Teheran ha osato esplorare la tesa relazione tra Iran e Israele da un thriller vibrante che molti hanno paragonato a Homeland. l’epopea Pachinko ha abbracciato una scala gigantesca osando raccontare la storia di una famiglia di immigrati coreani attraverso generazioni e paesi.


Per la sua prima in Spagna, Apple si è accontentata di un punto d’incontro divertente e pigro tra Piccoli bugiardi, So cosa hai fatto l’estate scorsa Y Incontro (un delizioso piacere colpevole che la Fox ha cancellato nel 2005 prima di risolverne il mistero). Ora quindi è la storia di un gruppo di migliori amici del college che vedono le loro vite cambiate per sempre durante un fine settimana di festeggiamenti che si conclude con uno di loro ucciso in un incidente d’auto. Vent’anni dopo, i restanti cinque si riuniscono con riluttanza a causa di una minaccia che mette a rischio i loro mondi apparentemente perfetti.

La cosa più interessante dell’inaspettata collaborazione di Bamboo con Gideon Raff (il creatore di prigionieri di guerrail formato che ha ispirato Patriae le innumerevoli serie che lo hanno reso uno dei grandi riferimenti della potente narrativa israeliana) è la decisione di impegnarsi nella sua narrazione in due fasi (la trama del passato non si limita ad alimentare il presente attraverso flashback) e ambientano i loro intrighi a Miami, quel crogiolo di culture dove si incontrano Stati Uniti, Spagna e America Latina.

Al di là delle sue derive vicino alla telenovela, la creazione di Ramón Campos e Gema R. Neira nasconde nei suoi intrighi alcune note sul determinismo di alcuni personaggi che credono di essere condannati da un incidente accaduto vent’anni fa (scegliendo di ignorare il peso delle loro decisioni vitali nel corso della loro vita attuale) e differenza di classe in un luogo che è la culla dell’immigrazione, della disuguaglianza economica e del razzismo contro i latini negli Stati Uniti.

Leggi  Becoming Elizabeth Episodio 3: quale data e ora di uscita?

“Ora e poi” si svolge in due linee temporali.

C’è qualcosa di eccitante nella decisione Ora quindi per sfruttare il potenziale dei latini in un paese in cui risiedono più di 60 milioni di ispanici e che, però, Hollywood continua a relegarla in secondo piano. È anche poetico che la serie includa nel suo cast la sempre brillante Rosie Perez (una ladra di scene nel suo ruolo di polizia a capo di due indagini, una nel passato e una nel presente, che condividono i sospetti), un’attrice che guida tre decenni rivendicando una maggiore attenzione per la comunità latina.

Nella prima produzione della Apple in spagnolo (l’inglese è fondamentalmente riservato agli agenti che interpretano Perez e uno sfinito Zeljko Ivanek) compare un cast di attori di diversi paesi (dalla nostra Maribel Verdú a Marina de Tavira, la madre di Romapassando per Soledad Villamil e Manolo Cardona) che fanno Ora quindi in una celebrazione degli ispanici e in una telenovela di lusso.

Nonostante la sfilata di stelle, Tra il gruppo di amici protagonisti, solo José María Yazpik (nella versione per adulti) e Darío Yazbek (nella sequenza temporale passata) hanno un personaggio interessante alla loro portata. con cui esplorare le insicurezze, i dubbi esistenziali e gli echi del passato che il thriller aspira a ritrarre con la sua storia intergenerazionale. Le ambizioni politiche, il suo matrimonio con una sorta di Lady Macbeth su piccola scala, e il misto di paura e colpa che perseguita l’aspirante sindaco di Miami fin dalla sua giovinezza, elevano a volte una serie che è anche conservatrice nella costruzione della sua mappa personaggi.

Željko Ivanek e Rosie Perez guidano le indagini su

Željko Ivanek e Rosie Perez guidano le indagini su “Ora e allora”.

Non c’è molto altro da grattare in un cocktail tanto divertente quanto poco originale. Ora quindi è, allo stesso tempo, esattamente quello che ci si può aspettare da una fabbrica di thriller tanto efficaci quanto spesso impersonali e un passo indietro per una piattaforma che è diventata la casa di alcune delle migliori serie televisive in tempi record. Speriamo che Bambú e Starzplay si siano sciolti i capelli con il loro film biografico su Nacho Vidal.

I primi tre episodi di “Now and Then” in anteprima su Apple TV+. I restanti cinque capitoli verranno rilasciati al ritmo di uno a settimana ogni venerdì.

Potrebbero interessarti anche queste recensioni…

Lascia un commento