fbpx

Naomi Watts denuncia il sessismo di chi voleva buttarla a 40 anni

Durante un’intervista, Naomi Watts ha parlato del destino delle donne a Hollywood dopo la menopausa.

Il successo di Top Gun: Maverick ha recentemente dimostrato che l’età di un attore non contava, né agli occhi del pubblico né agli occhi dei produttori, affascinati da un sessantenne Tom Cruise. L’età è un dettaglio che colpisce le attrici, invece, molto spesso relegate in secondo piano, dopo i quarant’anni. Infatti, nonostante l’ondata di MeToo, a Hollywood persistono alcuni accenni discriminatori. Le cattive abitudini sono dure a morire.

Fuckolland Drive

Ricordiamo, ad esempio, lo sfogo di Geena Davis che rimpiangeva il sessismo ambient a Hollywood e il desiderio degli studios di escludere attrici secondo loro troppo vecchie. Tocca a Naomi Watts testimoniare una situazione simile e altrettanto elegante. L’indimenticabile interprete di Mulholland Drive confidato nella rivista Intrattenimento settimanale. Le sue osservazioni durante l’intervista evocano comportamenti inaccettabili passati e probabilmente ancora presenti all’interno del settore: per i produttori, dopo 40 anni, una donna non vende più a Hollywood.

“Mi è stato detto, bisogna passare in fretta il biliardo, prima di passare i quarant’anni ed essere definitivamente incasinabili. Ho pensato tra me e me cosa significa esattamente? … E lì capisci: eh si è vero, oltre la finestra riproduttiva, quando questi organi non funzionano più, certo, non sei più sexy. E quindi disoccupato. Mi ha fatto impazzire. »

Beetlejuice: foto, Geena DavisGeena Davis pronta a massacrare il piccolo mondo sessista di Hollywood

La narrazione può giustamente irritare un’attrice che ha ottenuto il suo primo ruolo importante in ritardo rispetto agli standard di Hollywood (per Mulholland Drive all’età di 33 anni). Naomi Watts sostiene il suo punto, sempre con la rivista, evocando la disparità di trattamento sull’argomento tra uomini e donne:

“Non dici mai di un uomo che è invecchiato un sacco… non gli parliamo dei suoi capelli brizzolati. Inoltre, se lo facciamo, significa che diventa più bello, più attraente, più forte. E perché è più forte, perché ha accumulato più esperienza. Bene, è lo stesso per le donne. Abbiamo anche immagazzinato esperienze forti e importanti a questa età, di cui possiamo essere orgogliosi. »

Pinguino Bloom: foto, Naomi WattsNaomi Watts, ancora così magnetica a 54 anni, senza offesa per i produttori

In effetti, molte attrici non hanno più ruoli da protagonista con l’età, soprattutto nei blockbuster abituati a ipersessualizzare le loro interpreti (quindi, se la produzione di Top Gun: Maverick ha scelto il ruolo di protagonista femminile nella 51enne Jennifer Connelly, ha rifiutato a titolo definitivo il ritorno di Kelly McGillis, forse per i suoi lineamenti più pronunciati). Tropismi denunciati frequentemente, sia al di fuori dell’industria che dall’interno e che notiamo hanno – significativamente – meno brevi all’interno delle produzioni indipendenti.

Leggi  "Il delirio è necessario prima di arrivare alla ragione pura"

Possiamo citare ad esempio Frances McDormand, che nel 2021 è stata premiata con l’Oscar come migliore attrice per terra nomade. Inoltre, la 45enne Jessica Chastain continua a girare in film più fisici come il futuro La divisione. Ma il più delle volte, è chiaro che spesso si tratta di progetti specifici per ruoli specifici che impiegano artisti maturi.

Per quanto riguarda Naomi Watts, continua la sua eccezionale carriera ed è in procinto di diventare Buonanotte mamma disponibile su Amazon Prime. C’è da sperare che un’attrice così talentuosa non venga mai messa da parte per motivi spuri.

Lascia un commento