fbpx

Mike Gordon, regista di ‘Relentless Killer’ e ‘Flash Gordon’, è morto a 90 anni

il regista Mike Hodgesnoto per film come assassino implacabile (1971), rivenditore (1998), l’uomo terminale (1974) e FlashGordon (1980), è venuto a mancare all’età di 90 anni. Lo ha confermato Mike Kaplan, amico del regista e produttore dell’ultimo lungometraggio di Hodges, Fuori controlloha confermato la sua morte, indicando che è morto nella sua casa sabato scorso.

Nato a Bristol nel 1932, Hodges ha lavorato prima come contabile e poi ha trascorso due anni al servizio della Royal Navy nei porti di pesca dell’Inghilterra settentrionale. Lì “ha assistito a un’orrenda povertà e privazione di cui prima non era a conoscenza”, poiché ha riconosciuto di essere stata un’esperienza che in seguito lo ha ispirato per il suo film assassino implacabile. “Sono entrato in marina come contabile e da giovane tory accomodante”, ha scritto in una lettera a Il guardiano, “e sono uscito da lì un giovane molto arrabbiato e radicale”.

Hodges è entrato nel mondo dello spettacolo come operatore di teleprompter sulla televisione britannica, dove ha imparato come funzionava la televisione. Ha iniziato a scrivere sceneggiature e molto presto il suo talento lo ha portato a produrre e dirigere cinegiornali e documentari. Ha scritto, diretto e prodotto due romanzi di suspense tra il 1969 e il 1970, cosa che in seguito lo avrebbe aiutato ad adattare il romanzo. Prendi Carter di Ted Lewis.

[James Gunn rentabiliza las polémicas: ya ha conseguido que se le asocie a DC tal como Kevin Feige a Marvel]

Presentato per la prima volta nel 1971, assassino implacabile è stato un successo e fu presto considerata la risposta del cinema britannico Il Padrino. L’anno seguente, Hodges e Michael Caine si incontrarono polpa. Poi si è imbarcato l’uomo terminaleun libero adattamento di un romanzo di Michael Crichton, che ha ricevuto elogi da Stanley Kubrick e Terrence Malick.

Leggi  un primo teaser infuocato per la tragedia Netflix di Romain Gavras

Poi realizzò un altro dei suoi grandi progetti: FlashGordonun film che lo ha portato a “rifiutare il materialismo in ogni forma eccessiva”ha detto, dopo aver attraversato un divorzio che “è venuto in parte dalla lotta per mantenere uno stile di vita dedicato alla famiglia”.

Ha diretto il thriller di Mickey Rourke del 1987 Requiem per coloro che morirannoe due anni dopo Arcobaleno nero, con Rosanna Arquette. Il tuo film rivenditore (1998), avrebbe segnato la fine della sua carriera, ma il suo successo negli Stati Uniti gli è valso una seconda uscita nel Regno Unito.

Il suo ultimo film è stato Fuori controllo (2003), dopodiché ha continuato a sperimentare, pur senza dirigere un altro lungometraggio. Nel 2020, ha espresso di sentirsi bene a coltivare il suo. proprio giardino e scrivere romanzi polizieschi. Nel 2010 ha pubblicato un romanzo, Guardare le ruote che si staccanoe nel 2018 una raccolta di romanzi intitolata esca, macinato e Sicurezza.

Lascia un commento