fbpx

Michael Peterson, furioso per le “egregie bugie” di “The Staircase” della HBO e il tradimento del creatore del documentario

Il soggetto la cui vera storia è raccontata nella serie con protagonista Colin Firth è stato davvero indignato dall’immagine che gli viene data di lui e della sua famiglia. La fiction è ora disponibile per intero su HBO Max.

la serie immaginaria La scala su di lui caso di alto profilo contro Michael Peterson per l’omicidio di sua moglie Kathleen si è conclusa su HBO con l’onore di aver ricevuto elogi dalla critica e dal pubblico, ma anche con lo stigma di aver sollevato notevoli vesciche tra alcuni dei protagonisti della storia nella vita reale. La miniserie diretta da Antonio Campos è una nuova produzione uscita questo 2022, ma un paio di decenni prima la storia di Michael Peterson era già stata raccontata sotto forma di una serie di documentari chiamata anche La scalagirato in tre riprese (2004, 2013 e 2018) man mano che si evolveva il caso, che divenne un vero capolavoro nel suo genere.

Tuttavia, sebbene la serie di fantasia con Colin Firth nei panni dello scrittore accusato e perseguito per aver ucciso la moglie sia stata ben accolta dal pubblico e dalla critica, né il team incaricato del documentario originale né lo stesso Michael Peterson sono stati soddisfatti. Infatti, quest’ultimo è assolutamente furioso. E non solo per l’immagine che la narrativa dà di lui e della sua famiglia, ma anche per il fatto che il regista del documentario originale, Jean Xavier de Lestrade, ha venduto i diritti della sua storia senza il suo consenso.

Per dare un piccolo contesto alla situazione, il creatore dell’acclamata serie di documentari Jean Xavier de Lestrade e il suo team hanno accompagnato Peterson e il suo team di avvocati guidato da David Rudolf da poco dopo essere stato accusato dell’omicidio di sua moglie. In un primo momento, l’idea era di seguire il caso mostrando la versione dell’accusa e della difesa, ma quando la Procura si è rifiutata di partecipare, i documentaristi si sono concentrati sull’imputato. Per anni hanno accompagnato Peterson e la sua famiglia, filmando l’intera preparazione della difesa e assistendo al processo. Come tale, il regista e parte della sua squadra si riflettono nella serie di fiction della HBO, poiché la cosa normale era che le telecamere li accompagnavano nella maggior parte dei momenti chiave del processo.

In La scala Da HBO assistiamo anche al momento del montaggio del documentario e a una serie di decisioni che sarebbero state prese durante il processo, una serie di scene che hanno indignato De Lestrade e che di recente hanno mostrato il suo rifiuto dell’immagine che gli era stata data del suo lavoro.

Qualche settimana dopo, La persona indignata si è rivelata essere Michael Peterson, che ha dedicato parole davvero dure sia al lavoro di Campos, che secondo lui è pieno di “menzogne ​​atroci”, sia a De Lestrade, dal quale si sente assolutamente tradito.

[De Lestrade] ha consegnato il suo fascicolo a Campos, che ha poi creato un resoconto romanzato degli eventi, la maggior parte dei quali ha lasciato me (di cui non mi interessa davvero) e i miei figli, a cui tengo davvero, nella polvere”, ha detto Peterson. in una serie di e-mail inviate alla pubblicazione ‘Variety’. “Ci sono enormi bugie e distorsioni della verità nella serie HBO, ben oltre quella che può essere considerata una licenza ‘artistica’

Per la realizzazione del documentario durante tutto il processo giudiziario da quando è stato accusato di aver ucciso sua moglie, Peterson ha dato a De Lestrade e alla sua troupe l’accesso sia a lui che alla sua famiglia, ma ora si sente tradito dal regista, che Accusa di aver guadagnato una buona cifra per aver venduto i diritti dei suoi materiali a Campos.

“Non abbiamo venduto la nostra storia a Campos, non ci hanno nemmeno consultato o informato che era stato Jean”Peterson continua. “Noi siamo quelli che sono stati traditi, falsamente rappresentati come in lotta tra loro (cosa che non è mai accaduta) e con trame inventate che ci denigrano tutti agli occhi di milioni di persone”.

Il [De Lestrade] è la persona responsabile di quello che ci è successo e, sebbene io sia molto arrabbiato con Campos per tutte le libertà che si è preso con la verità (e per aver rubato dal mio libro “Dietro le scale”, l’unica fonte per le sue scene di prigione , e per la quale, ovviamente, non sono stato risarcito), sono più arrabbiato con Jean, che avrebbe dovuto tenere a mente i nostri interessi quando ha venduto la nostra storia. Non provo più simpatia per lui di quanta ne proverei per una prostituta che ha contratto una malattia sessualmente trasmissibile dopo aver venduto il suo culo. Sembra duro, ma guarda cosa ha fatto per la nostra famiglia.

De Lestrade, dal canto suo, sostiene di aver informato la famiglia Peterson nel 2008 che Campos voleva fare un lungometraggio sulle docuserie, ma non ricorda se li ha informati della serie HBO Max. “Se non l’avessi fatto, avrei dovuto farlo”, ha assicurato il regista Varietà.

Leggi  La sorpresa di Netflix pubblica un nuovo episodio di "Sandman" basato su due delle sue storie più famose

La storia di Michael Peterson che ricrea la serie HBO e che in precedenza aveva raccontato l’omonima serie di documentari risale al 2001, quando pochi giorni prima di Natale Kathleen Peterson fu trovata morente dal marito Michael dopo essere caduta dalle scale. Lo scrittore ha chiamato i servizi di emergenza allertando lo stato in cui l’aveva trovata e poco dopo una seconda volta assicurandoli che non respirava più. Quando l’ambulanza è arrivata Katheleen era morta e la polizia ha ritenuto che la scena del presunto incidente corrispondesse a quella di un crimine.

I creatori del documentario ‘The Staircase’, infastiditi dalla cattiva immagine che la serie HBO dà di loro

Accusato di omicidio ma con il sostegno di tutti i suoi figli – ad eccezione della figlia del precedente matrimonio di Kathleen – Peterson ha affrontato un processo giudiziario mediatico in cui è stato esposto il suo orientamento sessuale come bisessuale e in cui un evento che si era verificato nel 1985 in Germania, quando un vicino e amico è stato trovato morto in un modo simile al ritrovamento di Kathleen ma poi considerato una morte naturale.

Peterson è stato ritenuto colpevole di aver ucciso Kathleen nel 2003.ma è stato scarcerato nel 2017 quando le accuse sono state ridotte a omicidio colposo durante un nuovo processo che si è dovuto svolgere perché nel primo era stata resa una falsa dichiarazione.

quando Antonio Campi ha iniziato a lavorare su un adattamento drammatico della storia, ha contattato rapidamente De Lestrade, che ha lavorato a stretto contatto con Campos per condividere risorse e consigli dalla sua esperienza cinematografica. Tuttavia, alcune scene che implicherebbero che de Lestrade e l’editore Sophie Brunet sostenessero che Peterson fosse interpretato con simpatia nella serie hanno offeso la squadra: “Mi sento davvero a disagio. Ma devo proteggere il mio lavoro. Una serie HBO come questa attirerà un molta attenzione. E se le persone pensano che quello che stanno vedendo sia vero, per noi è davvero dannoso. Mi dispiace molto, perché non voglio danneggiare la carriera di un regista di talento come Antonio. Perché è un regista molto regista di talento, ma in questo caso ha fatto qualcosa di sbagliato”, ha detto DeLestrade.

La scala È completo su HBO Max e l’omonima serie di documentari sulla piattaforma streaming Netflix.

Lascia un commento