fbpx

Meryl Streep si veste di Filmo per la collezione di settembre

Filmo sta colpendo duramente questo settembre con una varietà di programmi, incluso uno dedicato all’attrice Meryl Streep.

La piattaforma di streaming ideale per gli spettatori curiosi, offre Filmo 14 giorni di prova gratuitapoi un abbonamento a € 6,99 al mese. Oltre ai grandi classici della settima arte, nel suo catalogo si possono trovare pepite di culto o lungometraggi ingiustamente sconosciuti.

La prova in questo mese di settembre con una pletora di programmazione tematica. Che si tratti di una selezione di gustosi nanar (incluso l’essenziale fuoco bianco) o una panoramica dei grandi film rumeni (consigliamo i grandi Sieranevada e Maturità), Ce n’è per tutti i gusti. Ma per l’occasione abbiamo deciso di concentrarci su un altro momento clou del mese: una retrospettiva dedicata alla grande Meryl Streep. In programma una commedia nera con effetti visivi rivoluzionari, un thriller d’avventura Emissione e un dramma familiare con un cast di cinque stelle.

Sophie non ha scelta: deve abbonarsi a Filmo

E poiché la vita è bella, sappi che se la usi Codice promozionale ELFILMObeneficerai di due mesi gratis sulla piattaforma Filmo!

Uscita: 1992 – Durata: 1h44

La morte ti sta benissimo: foto Meryl StreepUn film da capogiro

Prima Il diavolo veste Prada, Meryl Streep ha avuto l’opportunità di interpretare le regine del dramma in una commedia nera scricchiolante come un vecchio pavimento di parquet. A partire da un postulato sulla vecchiaia delle attrici che ricorda Viale del Crepuscoloil geniale Robert Zemeckis si è divertito a ritrarre due personaggi femminili ossessionati da una giovinezza che gli sfugge dalle dita, al punto da barattare la chirurgia estetica per una pozione che ti rende eterno.

A volte, il regista ha trasformato una banale storia di inganno in un gioco di massacri virtuosi intorno a corpi malleabili e torturati nel corso delle avventure (pancia trafitta, testa girata…). Gli effetti visivi di ILM sono ancora impressionantie servire con gioia la dimensione burlesca del lungometraggio, che è simile ai precedenti esperimenti del regista (Chi ha incastrato Roger Rabbit?). Non solo Bruce Willis ha la possibilità di esplorare il suo talento comico, ma Meryl Streep e Goldie Hawn sfondano lo schermo in questa esplosione di Stupefacenteche ha fatto La morte ti sta così bene un’opera di culto nella comunità queer.

Uscita: 1995 – Durata: 1h48

The Wild River: foto, Meryl Streep, Kevin BaconLiberazione rinata

No, Meryl Streep non è solo risate, lacrime, canzoni e Oscar. L’attrice a volte ha anche esplorato altri orizzonti, e Il fiume selvaggio è uno dei più significativi. Fra La morte ti sta così bene e Sulla strada per Madisoneccola trasformata in una action woman hollywoodiana, in un film d’avventura che profuma di anni ’90 (pensate appendiabiti da scogliera, luce del giorno e Società).

L’ambientazione: un fiume grande, selvaggio e letale nell’Idaho. Gli eroi: un’ex guida locale Meryl Streep, accompagnata dal marito e dal figlio. I cattivi: i banditi, che intendono raggiungere il Canada e sfuggire alla polizia attraversando il fiume. Con una situazione in ostaggio e molta tensione, la formula è semplice e perfetta, e l’avventura a metà strada tra sopravvivenza e soft Emissione è un completo piacere.

Leggi  Le protagoniste di 'Paper Girls' fuggono i paragoni con 'Stranger Things': "Non avevo visto prima una cosa del genere" - TV6 News

Se Il fiume selvaggio è un piccolo modello nel suo genere, è perché non c’è una nota falsa. La sceneggiatura ben realizzata si basa su un cast di personaggi solidi, tanto squadrati quanto perfettamente interpretati (insieme a Meryl Streep: Kevin Bacon, David Strathairn, John C. Reilly e Joseph Mazzello alias Tim de Jurassic Park). E soprattutto il film è stato girato in set reali, lontano dagli studi e dagli altri green screen. Direttore Curtis Hanson (LA Riservato, 8 miglia) aveva quindi tutta l’ampiezza per creare una vera avventura vecchio stilee unico nel suo genere.

Uscita: 2014 – Durata: 2h

Un'estate nella contea di Osage: foto, Meryl StreepE il piccolo brindisi che lo accompagna

Su carta, Un’estate nella contea di Osage sembra un tipico inferno di Hollywood, un purgatorio tipo pre-Oscar dove tutti vogliono una statuetta. Adattato da un’opera teatrale di Tracy Letts, racconta il film la riunione infernale di una grande famiglia borghese dopo la morte del patriarca. Quindi inizia una sfilata di grida e ululati intorno Meryl Streep, capostipite di una famiglia leggermente disfunzionale dove regna sua figlia Julia Roberts, così come Ewan McGregor, Dermot Mulroney, Juliette Lewis, Benedict Cumberbatch, Chris Cooper, Julianne Nicholson e Abigail Breslin.

In realtà, Un’estate nella contea di Osage vale molto di più di questa auto-parodia hollywoodiana che avrebbe potuto essere in altre mani. Probabilmente perché lo stesso Tracy Letts ha scritto la sceneggiatura, il film è inaspettatamente oscuro, a volte estremamente violento e spaventosamente accurato.

Più vicino a Rachel si sposa, Sei piedi sotto di qualche banalità americana su una riunione di famiglia (Il mio patrigno e io, Spirito di famiglia, Tutto… tranne che con la famigliae altri 150), questa commedia nera e amara tragedia è ovviamente guidata da una fantastica Meryl Streep (immagina se Il diavolo veste Prada era in pensione forzata e alcolica), e una troupe di attori e attrici tutti eccellenti. Un grande successo che fa venire voglia di vedere ancora e ancora tutto il film di Queen Streep (e magari pensarci tre volte prima di avere figli).

Questo è un articolo pubblicato nell’ambito di una partnership. Ma cos’è una partnership per il grande schermo?

Lascia un commento