fbpx

Louis Garrel: Sua figlia Oumy, 14 anni, che ha avuto con Valeria Bruni Tedeschi, è cresciuta bene

Louis Garrel vive da qualche anno una grande storia con Laetitia Casta. Insieme, la coppia ha dato alla luce Azel, nel marzo 2021, e sono a capo di una grande famiglia mista di cinque figli, Sahteene, 20, Orlando, 16, Oumy, 14, Athena, 13 e Azel, 1 anno. Oumy Garrel è la figlia di Louis Garrel, che compirà 39 anni martedì 14 giugno 2022, adottato nel 2009 con Valeria Bruni-Tedeschi. Un adolescente che ha già tutto di un adulto.

A 13 anni, Oumy Garrel ha già sfilato sul tappeto rosso al San Sebastian International Film Festival l’anno scorso insieme al padre, regista di commedie. La crociata. La giovane ragazza, che ora ha 14 anni, ha anche interpretato un piccolo ruolo nel film, in cui la sua matrigna Laeticia Casta ha interpretato il ruolo principale. Quella che si chiama anche Céline è la ragazza che Louis Garrel decise di adottare con la sorella di Carla Bruni, quando avevano una relazione. E come i suoi illustri genitori, la giovane ha ereditato il gusto per la commedia. Aveva anche recitato nel film di sua madre, Visitatori estivinel 2019.

Una brutta prima esperienza

Valeria Bruni-Tedeschi aveva rievocato l’esperienza della figlia davanti alla telecamera e, ovviamente, Oumy non conserva solo bei ricordi. “Non le è piaciuto! Non ama, non ama se stessa. Non le piace il film, dice che non è un film per bambini, lei ha ragione“, ha detto l’attrice e regista in Tocca a voi. Ma questo non l’ha davvero disgustata con la 7a arte. E quando ha ripetuto l’esperienza nel film del padre, due anni dopo, si è affermata come una giovane attrice libera e determinata.

Leggi  CASIO risponde a Shakira per il confronto Rolex

Un personaggio già affermato

Louis Garrel ha lasciato a sua figlia la libertà di progettare il suo ruolo come meglio credeva La crociata. L’adolescente di origini senegalesi brillava nella pelle di questa ragazzina di colore”guardato male“in una stazione di polizia. Abbiamo realizzato il film in modo da viverlo L’ho lasciata improvvisare in questa scena. Infatti, lei l’ha scrittoaveva fatto tutte le dimostrazioni di Black Lives Matter“, ha dichiarato alla rivista la compagna di Laetitia Casta QG. “E dal momento che il film parlava di bambini molto militanti [le thème principal tourne autour de l’écologie, NDLR] a dodici anni ho pensato che fosse bene sollevare anche questo argomento“, ha aggiunto. La giovane Oumy non ha ancora finito di farsi un nome nel cinema francese.

Lascia un commento