fbpx

L’Iliade e l’Odissea trasformata in una serie di fantascienza dal regista di Le Chant du loup

La leggendaria epopea mitologica dell’Iliade e dell’Odissea sarà adattata da Antonin Baudry, regista del canto del luponella serie di fantascienza.

Ultimamente, l’azienda Pathé sembra pronta ad affrontare sfide tanto ambiziose quanto pericolose. Dopo aver intrapreso l’avventura di un dittico di film su Il Tre moschettieri di Alexandre Dumas (immaginato come risposta ai grandi franchise americani, secondo il produttore Dimitri Rassam), la casa di produzione e distribuzione ha trovato un progetto ancora più pericoloso. Se il genere mantello e pugnale non è facile da domare, è molto familiare al cinema francese; Ma che dire della fantascienza o, peggio ancora, della mitologia?

È l’idea pazza di Antonin Baudry, regista del bravissimo Il canto del lupoche avventurarsi in questi due stili contemporaneamente la creazione di una serie di fantascienza francese che adatta ilIliade e ilOdissea di Omero. Intitolato Ulisse, questo progetto (se si concretizza) sembra quasi troppo bello per essere possibile. Sebbene Pathé sembri determinato a competere con gli standard americani, non tutto dovrebbe essere deciso su una semplice questione di budget. Le storie mitologiche hanno spesso portato a insidie, anche per Hollywood, e un’opera colossale come laOdissea non è mai stato oggetto di alcun serio tentativo di adattamento dal film del 1954 con Kirk Douglas.

L’odissea di un sottomarino nucleare

L’Iliade è stato comunque portato sullo schermo una volta con un discreto successo grazie al peplo Troia di Wolfgang Petersen, che tuttavia si è risparmiato da tutti gli aspetti fantastici dell’opera (quasi) per concentrarsi su un complotto di guerra realistico e lineare. La mitologia è in Omero dell’ordine del lirismo ed è tanto densa di intrighi quanto difficile da apprendere da una narrazione classica. Sarebbe quindi necessario un lavoro di adattamento davvero ciclopico per farne un’opera televisiva moderna. pur restando fedele alla genialità del testo.

Inoltre, il contestuale adeguamento delIliade e ilOdissea nello stesso lotto non è mai stato realizzato prima nella storia del piccolo o del grande schermo. Finora, affrontare uno dei due pezzi è sempre stato abbastanza difficile, se non impossibile. La soluzione per Antonin Baudry è quella di concentrarsi nel corso della storia su un unico protagonista nella persona di Ulisse – e che quindi dà il nome alla serie. Un compromesso senza dubbio necessario, soprattutto di fronte alla monumentale galleria dei protagonisti della guerra di Troia.

Leggi  Incredibile ma vero, Fratè… le nuove uscite cinematografiche del 15 giugno

Troia: foto, Sean BeanUlisse sul grande schermo aveva il carisma di Sean Bean

L’altra sfida di adattamento sarà trasformare l’intera storia in un’ambientazione fantascientifica. Il genere è molto impegnativo e Pathé ha tutto l’interesse a non tornare indietro. Tuttavia, per quanto riguarda la scrittura, Antonin Baudry dovrebbe già avere del buon materiale su cui basarsi. poiché questa non è la prima volta che Ulisse (o gli altri eroi delIliade) incontra SF. Se ci hai pensato subito Ulisse 31, la serie animata degli anni ’80, hai davvero colto nel segno. Ma ancora di più, è l’autore Dan Simmons che ha già chiarito il concetto in profondità e in ampiezza.

Con le sue opere Ilio e Olimpiapubblicato nel 2003 e nel 2005, lo scrittore ha utilizzato anche le grandi figure di Omero (e alcuni di Shakespeare o Virgilio) per ricreare l’epopea mitica in un contesto spaziale e futuristico. Con tale ispirazione, è sorprendente che Antonin Baudry o i suoi collaboratori, Axelle Boucaï (produttore associato di Le stelle) e Alain Goldman (produttore di Il bambino, Edmondo, accuso), non ne ha parlato. Axelle Boucaï, tuttavia, ha chiamato i romanzi Dune di Frank Herbert tra i loro riferimenti.

Ulisse 31: Fotoperso nello spazio

Infine, sebbene l’intera impresa rischi di essere molto complessa, rimaniamo estremamente entusiasti e curiosi di vedere dove porterà. La Francia non ha l’abitudine di proporre fantascienza o storie di questa portata in forma di serie (o anche cinematografiche del resto) ed è quindi un orizzonte tutto nuovo che si sta aprendo al suo panorama televisivo. . Il progetto è ovviamente solo alla sua genesi quindi dovremo aspettare un bel po’ prima di saperne di più.

Lascia un commento