fbpx

“L’idea peggiore del mondo”: perché Jennifer Lopez avrebbe preferito non condividere il palco del Superbowl con Shakira

L’8 giugno è uscito negli Stati Uniti il ​​documentario Halftime dedicato alla carriera di Jennifer Lopez. In quest’ultimo, l’artista afferma che non avrebbe preferito condividere il palco con Shakira durante l’intervallo del Super Bowl nel 2020.

È uno spettacolo che non ha mancato di far scorrere molto inchiostro. Siamo al 2 febbraio 2020 quando Jennifer Lopez e Shakira si dividono il palco all’intervallo del Super Bowl, l’imperdibile finale del campionato di football americano. Dopo i Maroon 5 dell’anno precedente, è stato infatti il ​​turno delle due star della canzone di interpretare i loro più grandi successi affrontandosi da vicino 102 milioni di spettatori negli Stati Uniti, e quasi 160 milioni in tutto il mondo. Una vera consacrazione per i cantanti.

Tuttavia, questo spettacolo, meticolosamente preparato, non è stato unanime. Centinaia di spettatori sono stati davvero indignati dalla performance dei due artisti. Più di 1.300 denunce sono state registrate in tal senso, e questo, solo poche ore dopo l’evento. “Non sono iscritto al canale Playboy, non pago 20 dollari al mese per la musica pornografia. Volevamo solo sederci con la famiglia, guardare il Super Bowl e uno concerto veloce“, ha detto un utente di social media. Da parte sua, è chiaro che Jennifer Lopez ha arrestato questo spettacolo. E per una buona ragione, in precedenza aveva chiesto di non condividere il palco con Shakira.

Jennifer Lopez arrabbiata con gli organizzatori del Super Bowl

È nel documentario Metà tempodedicato alla carriera di JLo e disponibile su Netflix Francia dal 15 giugno, che gli spettatori apprendono che la ragazza di Ben Affleck avrebbe preferito non condividere il palco con Shakira durante il Super Bowl. “È la peggiore idea al mondo avere due persone per il Super Bowl. È stata la peggiore idea al mondo”, ha detto il cantante, secondo le informazioni di Notizia.

Il motivo della sua rabbia? Secondo Jennifer Lopez, avere due cantanti come headliner di un evento del genere non consente allo spettatore di percepire correttamente il messaggio che desidera trasmettere. Questa non sarà una cazzo di rivista di ballo. Dobbiamo cantare il nostro messaggio (…) Dobbiamo avere i nostri momenti di canto”, si è offesa. Ma alla fine, questo concerto ha portato molto alla sua carriera musicale. Dopo lo spettacolo, i download dell’album di Jennifer Lopez hanno visto un aumento dell’800%.

Leggi  Morbius continua a prendersi gioco di se stesso al botteghino dopo la sua uscita nelle sale

Lascia un commento