fbpx

Le protagoniste di ‘Paper Girls’ fuggono i paragoni con ‘Stranger Things’: “Non avevo visto prima una cosa del genere” – TV6 News

Abbiamo intervistato i giovani protagonisti della tanto attesa nuova serie di fantascienza di Prime Video. Gli otto episodi della prima stagione verranno presentati in anteprima venerdì 29 luglio per intero sulla piattaforma.

Per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di imbattersi nella magistrale serie di fumetti di Brian K. Vaughan e Cliff Chiang, Paper Girls è senza dubbio una delle serie di fantascienza più attese dell’anno, ma la verità è che, se tu’ re ignari del materiale originale di cui è un adattamento, probabilmente stai aspettando la nuova serie originale da Primo video come la cose strane dall’Amazzonia”, il soprannome che l’ha perseguitata da quando il progetto è stato annunciato alcuni anni fa.

Le ragioni dietro i confronti sono varie e tutte hanno un senso. Da un lato perché è una serie d’epoca e ambientata anche negli anni ’80 e, d’altronde, perché interpretata da quattro giovani adolescentiche attraversano in fila le loro bici attraverso il loro piccolo paese e, nel giorno meno atteso, si ritrovano immersi in un’avventura incredibile, a volte terrificante.

Tuttavia, questo è tutto. perché mentre sei dentro cose strane i protagonisti finiscono in un mondo sotterraneo, il famoso Upside Down World, pieno di terrificanti creature, in Ragazze di carta non ci sono altri mondi né sono capovolti. Nella migliore delle ipotesi hanno una tonalità rosa molto “carino”, ma il luogo in cui si ritrovano intrappolati i nostri giovani protagonisti non è niente di più e niente di meno che il futuro.

Nemmeno loro sanno come ci arrivano, ma la questione è tanto delicata quanto pericolosa e coinvolge un’organizzazione inquietante che è consapevole della capacità umana di compiere questo tipo di viaggio e che è disposta a fare qualsiasi cosa per preservare il tempo senza alterazioni. Dirti di più significherebbe rivelare troppo su un’esperienza che, proprio come nei fumetti, è meglio vissuta al ritmo della serie.

Leggi  Michael Caine e Ben Foster si danno battaglia in un trailer (quasi) epico

Una fiction ambiziosa, che funge da perfetto preludio Il Signore degli Anelli: Gli anelli del potere su Prime Video, e che è stato sviluppato da Stephany Folsom con la collaborazione degli autori della fortunata serie a fumetti. Interpreta quattro giovani attrici di talento: Camryn Jones nei panni di Tiffany; Riley Lai Nelet nel ruolo di Erin; Sofia Rosinsky nel ruolo di Mac; e Fina Strazza nei panni di KJ, mentre Ali Wong interpreta la versione adulta di Erin, un altro dei personaggi chiave.

Primo video

“Paper Girls’ è la prospettiva di quattro ragazze e non è molto comune”

Ragazze di carta è il suo genere in sé”Riley Lai Nelet risponde prontamente nella sua intervista con SensaCinema in occasione della premiere della serie. “Ci dedichiamo a raccontare una storia autentica, proveniente dai fumetti del 2015”.

Le giovani protagoniste, la cui firma è stata subito elogiata dai fan dei fumetti come assolutamente perfetta per i loro ruoli, hanno chiaro che Paper Girls non ha nulla a che fare con cose strane e, sebbene riconoscano che è un “onore essere associati a serie come questa”, fuggono rapidamente dai confronti. Non menzionano nemmeno cose strane quando si risponde alla domanda.

Quello che la nostra serie sta facendo è davvero enfatizzare il potere delle ragazze e l’amicizia femminile, includendo anche molte sequenze piene di azione e viaggi nel tempo”, riassume Fina Strazza con grande facilità. “Quando lo guardi, sembra davvero una cosa a sé stante. , ha un tono unico e dovrebbe essere qualcosa che il pubblico non ha mai visto prima. Di certo non avevo mai visto niente di simile prima

Camryn Jones non potrebbe essere più d’accordo, ma ha qualcosa da aggiungere: adora come le Paper Girls possano essere considerate un vero esempio di diversità. “Non è [una diversidad] forzato, sono solo persone autentiche che sono ciò che sono e penso che crei semplicemente una vera diversità. Adoro quanto sia potente per le donne, come trasmetta messaggi incredibili e come rappresenti una versione autentica degli anni ’80.” “E Stiamo guardando questa storia dal punto di vista di quattro ragazze, cosa che oggi non è molto comune nei media”.aggiunge Nelet.


Primo video

Avevamo già visto le quattro ragazze in piccoli progetti, ma Ragazze di carta Sembra davvero una grande opportunità di carriera. I fumetti di Vaughan e Chiang sono stati assolutamente un successo e funzionano come il gancio perfetto per coloro che già conoscono la storia, ma La narrativa di Amazon, come una serie di fantascienza con viaggi nel tempo e un giovane gruppo di protagonisti come asse centrale, sembra destinata a funzionare come un prodotto con o senza fumetti in mezzo.

Era quasi come se fossimo dei piccoli cuccioli e ci hanno messo in un piccolo box come, ‘Va bene, vai a giocare!’

“I primi cinque minuti sono stati strani” ammette Strazza sulle sue prime esperienze sul set. Tutti i partecipanti erano ansiosi di vedere la versione reale di Erin, Mac, KJ e Tiffany e li circondavano come simpatici cuccioli. “Tutti i produttori e il regista si erano incontrati per vedere come ci conoscevamo”. “Ma poi siamo diventati subito amici, siamo andati a lezione insieme nella nostra piccola roulotte e ridevamo sempre”.

Conoscersi e lavorare in squadra è stata la parte più facile del lavoro Ragazze di cartamentre sono tutti d’accordo sul fatto che girare in piena estate a Chicago sia stata una piccola tortura: “Avevamo molte scene di grande impatto, correre… Eravamo vestiti per l’autunno, ma giravamo in piena estate. Era molto caldo”, ricorda il responsabile dell’interpretazione di KJ

Tuttavia, non vedono l’ora di conoscere il futuro della serie su Amazon e incrociano le dita perché ci sia una stagione 2: “Non abbiamo esplorato tutto [de los cómics]e stiamo sicuramente lasciando aperte le opzioni se possiamo continuare la nostra storia”, ha osservato Strazza. “Incrociamo le dita!”

Gli otto episodi della prima stagione di Ragazze di carta sarà disponibile venerdì 29 luglio su Prime Video.

Lascia un commento