fbpx

Le prime reazioni di “Avatar: The Sense of Water” indicano un fenomeno: “Lo streaming è morto”

Le prime opinioni su Avatar: Il senso dell’acqua sono già qui. Ieri sera si è tenuta a Londra la prima mondiale del sequel del film di maggior incasso della storia del cinema e le reazioni sono state fantastiche. Il nuovo James Cameron debutta nelle sale in Spagna il 16 dicembre ed è destinato, se non a bissare lo storico successo ottenuto Avatar nel 2009, per essere il più grande fenomeno commerciale dell’anno in tutto il mondo. Con quasi 1,5 miliardi di dollari raccolti, Top Gun: anticonformista È il rivale da battere nella lotta per diventare il grande successo del 2022.

il giornale specializzato in serie televisive e film era uno dei media presenti alla presentazione del film nella capitale britannica. Anche se c’è un embargo sulle critiche fino al 13 dicembrespettatori e giornalisti che hanno già visto il film possono condividere le loro prime impressioni sull’attesissimo sequel.

“#AvatarTheWayOfWater è uno spettacolo degno di 13 anni di attesa. Le scene in acqua umiliano ogni precedente tentativo di ritrarre il mondo sottomarino nel blockbuster Y il terzo atto è sorprendente. Ho un debole per gli inaspettati tributi a titanico. Cameron dimostra ancora una volta che pochissimi sanno girare scene d’azione con lui. Nel ritmo, nella scala e nel modo in cui tutto è visto e tutto è compreso. Il cambio di direttore della fotografia è apprezzato, soprattutto nelle sequenze notturne dell’ultima ora del film. Wow”. È così che inizia il mio thread di reazione a una produzione spettacolare che ti invita a trovare il miglior cinema possibile per godere di un impressionante esercizio cinematografico.

“Immagina di essere così stupido da scommettere contro James Cameron. O l’adolescente alieno interpretato da Sigourney Weaver. O le balene giganti sottotitolate in carattere Papyrus. È anni luce sopra il primo Avatar ed è facilmente una delle migliori esperienze cinematografiche degli ultimi anni. Lo streaming è stato trovato morto“dichiarò entusiasta David Erlichdi Indiewire, recentemente nominato miglior critico cinematografico dell’anno.

“Ho già visto il nuovo Avatar due volte e Sono sopraffatto sia dalla sua padronanza tecnica che dalla sua portata emotiva sorprendentemente intima.. Sì, il mondo si allarga ed è possibile intuire dove andranno i sequel, ma i personaggi sono la cosa più importante. Cameron è al top della forma, soprattutto nell’atto finale. Che gioia riaverlo”, ha detto. disegnato taylordi The Wrap.

Leggi  Quale data e ora di rilascio di OCS?

[Jon Landau: “Hemos hecho las secuelas de ‘Avatar’ para conseguir la experiencia cinematográfica definitiva”]

Sono quasi convinto che James Cameron abbia filmato Avatar: Il senso dell’acqua su un altro pianeta. Il film è assolutamente sbalorditivo e coinvolgente. È lungo, ma sono stato completamente rapito per tutto il tempo. Piace Avatar 13 anni fa, questo film è un traguardo cinematografico e un evento imperdibile”, ha celebrato Giuseppe Deckelmeirdi ScreenRant.

Anche la stampa spagnola è stata favorevole al film. Gonzalo Francodi Europa Press, ha detto che “è uno spettacolo bellissimo, enorme. Un prodigio tecnico impossibile. La storia mi è piaciuta un po’ meno dell’originale, ma cresce con nuovi personaggi molto interessanti e scene d’azione bestiali. Sigourney Weaver è la migliore”. Pedro J. García, di eCartelera, è più entusiasta. “Ho ancora gli occhi fuori dalle orbite. Non vale la pena esagerare. È scandaloso. Un’esperienza traboccante, fatta con passione, che devi vivere sul grande schermo. Cameron, quel figlio di puttana pazzo ha fatto esso (di nuovo)”. Javier Zurroda El Diario, è stato più diviso: “Le prime due ore di Avatar: Il senso dell’acqua sono un guazzabuglio nuova era senza capo né coda. L’ultima ora è tremenda e visivamente travolgente. Farà saltare il botteghino”.

Avatar: Il senso dell’acqua esce nelle sale il 16 dicembre con la sfida quasi impossibile di superare o addirittura eguagliare il successo dell’originale, un film che ha incassato oltre 2,7 miliardi di euro al cinema e ha ricevuto tre Oscar (fotografia, effetti visivi, scenografia) dei nove a che ha optato. Il cielo è il limite per James Cameron.


Lascia un commento