fbpx

L’attore super famoso che era quasi Tommy Shelby in ‘Peaky Blinders’ (e che ora sembra una scelta terribile)

Il creatore della serie ha optato per un fisico imponente e grandi qualità nelle scene d’azione, ma la serie ha dimostrato che il personaggio ha chiesto qualcuno come Cillian Murphy.

stagione 6 di Peaky Blinders È uscito qualche mese fa nel Regno Unito, ma in Spagna abbiamo dovuto aspettare un po’ per goderci il tratto finale della famosa serie britannica sulla gang di Birmingham. Fortunatamente, il debutto del sesto capitolo della fiction è dietro l’angolo su Netflix e questo venerdì 10 giugno daremo il benvenuto a tutti e sei i suoi episodi. E scommettiamo che la maggior parte dei fan non si riposerà troppo e lo divorerà in una vera maratona. Tuttavia, il risultato della sesta stagione di Peaky Blinders Non dobbiamo prenderlo come il risultato definitivo della serie, dal momento che il suo creatore Steven Knight ha chiarito che il risultato della storia arriverà sotto forma di un lungometraggio e sul grande schermo.

Dopo sei stagioni, nove anni e 36 episodi di esperienza, nessuno sano di mente negherebbe che una parte importante della serie che sta diventando un vero successo in tutto il mondo sia dovuta al suo protagonista, Cillian Murphy, che si occupa di interpretare il capo della Peaky Blinders Tommy Shelby. Tuttavia, questo ruolo caratteristico e fondamentale nella carriera professionale di Murphy è quasi finito nelle mani di un attore molto diverso. E poi non lo avremmo saputo, ma ora lo sappiamo: Sarebbe stato un errore.

Il prescelto in un primo momento era stato Jason Statham, un attore molto famoso e strettamente legato ai film d’azione e che riconosciamo subito a prima vista per il suo tempo in titoli noti come franchise Fast & Furious Y Il trasportatoreo le registrazioni di Guy Ritchie Garantito o Snatch, maiali e diamanti.

“Li ho incontrati entrambi a Los Angeles per parlare del ruolo e ho scelto Jason”, ha riconosciuto Knight in un’intervista con Esquire nel 2020 e con sorpresa di molti. “Uno dei motivi era perché fisicamente nella stanza, Jason è Jason. Cillian, quando lo incontri, non è Tommy, ovviamente, ma sono stato abbastanza stupido da non capirlo.”

E poi cosa è successo? quindi cosa Cillian Murphy ha osato inviargli il messaggio che gli avrebbe fatto cambiare idea:

Mi ha mandato un messaggio di testo dicendo: “Ricorda, sono un attore”, che è assolutamente la cosa, perché può trasformarsi. Se lo incontri per strada è un essere umano completamente diverso

Quindi anche se All’inizio Steven Knight si è avvicinato a Jason Statham perché era fisicamente adatto per il ruolo., il messaggio persuasivo di Cillian Murphy gli ha fatto cambiare idea e gli ha dato l’opportunità di dimostrare il suo lavoro come attore. E la sua decisione ha sicuramente funzionato.

Da quando Murphy ha iniziato a interpretare il leader di Peaky Blindersla serie è cresciuta in popolarità e il suo lavoro ha ricevuto molti e meritati elogi, ma, allo stesso tempo, le trame della serie hanno dimostrato che la scelta di Cillian nei panni di Tommy Shelby è stata quella di maggior successo se si prendono in considerazione altre sfaccettature del personaggio.

Leggi  Spiegazione del finale della stagione 1 di Borgen Power and Glory!

Tommy Shelby, il leader di ‘Peaky Blinders’, nel profondo: quanti anni ha, cosa fuma prima di andare a dormire e altre curiosità del personaggio di Cillian Murphy

Certo, è facile dirlo ora e resistere a immaginare Jason Statham nei panni di Tommy Shelby quando il personaggio ha un’immagine molto consolidata con il volto di Cillian Murphy nel nostro immaginario. E la realtà è che Statham è un attore meraviglioso e molto bravo in quello che fa. Tuttavia, Sebbene l’interprete si sia ritagliato una carriera di successo come eroe d’azione, non ha ancora esplorato troppo altri registri. e più specificamente la vulnerabilità e le sfumature che Cillian Murphy porta a Tommy Shelby. Anche se forse sarebbe stata l’occasione migliore per essere una vera sorpresa.

Murphy incarna perfettamente l’equilibrio tra la brutalità calcolatrice di Tommy e un aspetto più rilassato che lo rende una figura così carismatica per coloro che lo circondano e per il pubblico. Ma anche, e la sesta stagione ne sarà un chiaro esempio, il suo stato mentale è andato via via deteriorandosi e ci ha regalato un’immagine più vulnerabile e sensibile del personaggio, tormentato dai vari eventi. Una sfida a cui Murphy ha risposto magistralmente ma in cui è difficile immaginare Statham.

stagione 6 di Peaky Blinders Sarà presentato in anteprima il 10 giugno per intero su Netflix.

Lascia un commento