fbpx

l’adattamento del manga ha trovato il suo regista in Fast & Furious

Il tanto temuto adattamento live-action del manga cult Uomo con un pugno ha finalmente trovato il suo direttore, e la scelta sembra a dir poco giudiziosa.

Ci sono, nel vasto panorama hollywoodiano, progetti che, appena sfiorano l’adattamento in live action di un manga di successo, suscitano costernazione, terrore e mortificazione. Un risentimento acquisito nel corso dei secoli e adattamenti tutti più indigeribili l’uno rispetto all’altro, che avrà allegramente abbattuto molti capisaldi della cultura giapponese.

Difficile, dopotutto, ignorare i fiaschi lunari che sono stati, tra gli altri, gli adattamenti di Netflix Death Note e bebop cowboyo anche il terribile, l’indicibile, l’indigente Evoluzione di Dragonballche avrà subito un vero e proprio atto terroristico da parte dello Zio Sam.

È quindi spinto da un’angoscia appena contenuta che gli appassionati delle avventure di Saitama abbiano appreso, nel 2020, l’annuncio di un film adattato dal fenomeno. Uomo con un pugno e il suo concetto stravagante. Di certo non si tratterebbe di sputare nella zuppa prima di averla assaggiata. Il successo sorprendente e inaspettato che fu Alita: Angelo della battaglia, diretto da Robert Rodriguez e sceneggiato nientemeno che da James Cameron, ad esempio, ha reso un bel tributo al suo materiale originale e ha reso popolare l’universo cibernetico di Gunnm in Occidente. Allora nuova regola o eccezione?

In che modo il live action trasporterà al cinema questi imponenti combattimenti?

Prodotto dalla controllata Arad Production e Sony, che può essere visto come un primo segnale di avvertimento, e sceneggiato dal duo Scott Rosenberg e Jeff Pinkner, che ha arbitrato le sceneggiature di Veleno, Jumanjie bebop cowboy (che è sicuramente un brutto segno), il film, che era decisamente molto dubbio prima ancora che entrasse davvero in produzione, mancava di un regista sufficientemente pazzo, o arrogante, o squattrinato, per porta questa barca dall’inferno a destinazione.

Leggi  Se non stai guardando "Barry" ti stai perdendo le migliori serie in onda

Tuttavia, sembra che lo studio ci sia finalmente riuscito trova l’individuo famoso in questione, e se allo stato attuale delle cose il progetto sembra ancora in cattive condizioni, la sua direzione sembra più o meno sicura. Spetta quindi al regista americano-taiwanese Justin Lin, che è appena uscito dal franchise. Fast & Furiousper assumere il famoso adattamento.

Fast & Furious 9: foto, Vin DieselDopotutto, perché non trovare Vin Diesel a Saitama?

Una scelta giudiziosa, e chiaramente in grado di guidare l’azione di stripping a cui lo shonen risponde, Lin beneficia dopotutto di una lunga e vasta esperienza nel registro dell’azione dei grandi spettacoli. Qualcosa per dare speranza, per quanto tenue, ai fan del manga. Con un’uscita prevista nel 2024, le telecamere di Justin Lin dovrebbero iniziare a girare entro la fine del 2023.

Resta da vedere ora chi interpreterà il famoso eroe per il grande schermo. E se temiamo il peggio, non dimentichiamo che alcune cose molto curiose sono già successe a Hollywood, e chissà, forse contro ogni previsione, il ruolo di Saitama sarà distribuito abilmente. A meno che non sia accampato da Scarlett Johansson. Capirà chi può.

Lascia un commento