fbpx

La Warner sta per licenziare Ezra Miller dall’universo DC

In seguito ai suoi molteplici scontri con la legge, l’interprete di The Flash, Ezra Miller, potrebbe essere definitivamente estromesso dal DCEU.

Decisamente, il Warner non ha finito di asciugarsi la fronte. Tra il licenziamento ampiamente deplorato di Johnny Depp dalla produzione di I segreti di Silente, la causa contrapposta quest’ultima ad Amber Heard, il cui esito avrebbe potenzialmente spinto lo studio a ridurre drasticamente la presenza dell’attrice sulla locandina per il prossimo Aquamane le (troppe) scappatelle legali di Ezra Miller, tanto da dire che i rappresentanti della compagnia non sono alla fine dei loro dispiaceri.

Ultimamente è ancora l’interprete di Il flashchi non dovrebbe indossare il suo abito di spandex a breve. Mentre il maledetto filmato stava già trascinando i piedi già da diversi anni (otto, per l’esattezza), e ha subito, sin dal suo slancio, infiniti rinvii, gli studi Warner-DCEU erano finalmente riusciti a fissare una data di messa in onda nel giugno 2023.

Fall’inizio o passo falso?

Era, tuttavia, senza contare L’incapacità patologica di Ezra Miller di stare fermo per più di cinque minuti e comprati un giro decente nel processo. Dopo aver strangolato un fan in un bar in Islanda, sembra che non sia passata settimana senza che Miller sia stato oggetto di titoli da capogiro.

Arrestato per la prima volta alle Hawaii il 28 marzo per disturbo dell’ordine pubblico e molestie, Ezra Miller non aveva perso tempo dopo il suo rilascio su cauzione per rimettere la copertura e fare irruzione in una coppia sull’isola del Pacifico. Lì, Miller li avrebbe minacciati di morte prima di rubare molti dei loro effetti personali. Inutile dire che la coppia ha chiesto un ordine restrittivo contro Ezra Miller.

Justice League di Zack Snyder: foto, Ezra Miller, Jason Momoa, Ray FisherLa Justice League prende una svolta ironica

Ancora più recentemente, Ezra Miller lo è stato accusato dai genitori di una giovane adolescente non binaria di toelettatura (una forma di manipolazione psicologica attuata da un adulto su una persona generalmente minorenne al fine di facilitare la commissione di un reato sessuale nei suoi confronti) il loro figlio dal 2016. Quest’ultimo aveva allora 12 anni, mentre Miller aveva già 23 anni.

Leggi  Nintendo Switch ha raggiunto (di nuovo) un inizio record per il 2022

Un’accusa che si è rivelata l’ultima goccia per la Warner, che si è affrettata a condurre una riunione di crisi, e sospendere temporaneamente ciascuno dei progetti annessi Ezra Miller, sia che si tratti di puntate future nel franchise Harry Potter (sebbene tale avvio sia stato ampiamente compromesso dai disastrosi risultati del I segreti di Silente al botteghino), o la sua apparizione nei vari progetti DCEU, ad eccezione, per il momento, di Il flash.

Justice League di Zack Snyder: fotoOgni mattina Ezra Miller si sveglia e sceglie la violenza

Tuttavia, il futuro del film rimane incerto. Certamente, il mantenimento di una distribuzione teatrale garantirebbe di ammortizzare, almeno in parte, il non trascurabile investimento di tempo e mezzi impiegati nella realizzazione delle avventure solistiche di Barry Allen. Tuttavia, i vari soffi di scandalo che hanno permeato il film nel corso degli anni attireranno sicuramente un imbarazzante tour promozionale per la Warner e la sussidiaria DC Comics.

Qualcosa su cui riflettere sui meritiuna potenziale trasmissione esclusiva sulla piattaforma HBO Max. Tutte opzioni praticabili che dovrebbero essere attentamente considerate dagli studi. Ad ogni modo, è una scommessa sicura Il flash questo è L’ultima apparizione di Ezra Miller nel costume da speedster.

Lascia un commento